Contenuto sponsorizzato

Piccola manifestazione del Fronte della gioventù comunista al Prati contro le bombe in Siria

Una decina di ragazzi hanno manifestato, come in altre parti d'Italia, all'interno del liceo classico di Trento

Pubblicato il - 20 aprile 2018 - 21:02

TRENTO. Oggi al liceo classico “G. Prati”  decine di studenti hanno organizzato una protesta contro la guerra in Siria, a pochi giorni dall’intervento militare di Usa, Gran Bretagna e Francia. Un’iniziativa promossa dal Fronte della Gioventù Comunista (Fgc) che in questi giorni si sta mobilitando nelle scuole di tutta Italia.

 

Ogni euro per sostenere la guerra imperialista verrà tolto alla scuola, alla sanità, alle politiche sociali.” ha dichiarato Francesco Pettarin, studente del Prati e militante del Fgc. “L’Italia ogni giorno spende 64 milioni per le Forze Armate, di cui 16 per acquistare nuovi armamenti. Una vera e propria corsa al riarmo per difendere gli interessi dei monopoli e sostenere guerre per il profitto. E poi vengono a dirci che mancano i fondi per l’istruzione!”.

 
Non è questo il futuro che vogliamo. La guerra imperialista è contro i lavoratori e noi giovani delle classi popolari”. ha concluso Pettarin “L’iniziativa di oggi è solo l’inizio, un messaggio necessario che vogliamo approfondire. Oggi lottare per un futuro più giusto e dignitoso significa opporsi con forza ad ogni intervento imperialista, e noi vogliamo essere in prima linea per la pace, contro lo sfruttamento”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.19 del 12 Novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 novembre - 19:08

Si sono conosciuti in piazza a Novara. Entrambi hanno perso lavoro e casa e poi sono partiti in treno per cercare qualche città dove iniziare una nuova vita assieme. Sono arrivati a Trento da circa un mese e mezzo. Non hanno soldi ed ora con l'arrivo del freddo hanno paura di non farcela

12 novembre - 13:53

In 10 anni spesi oltre 1,6 milioni di euro per borse di studio e contributi per soggiorni studio all'estero in favore dei figli di personale tecnico e amministrativo e dei collaboratori esperti linguistici. Per l'accusa, questi sussidi, sono stati erogati in maniera illegittima provocando un danno erariale, pertanto a risponderne sono stati chiamati due dipendenti dell'Università che hanno sottoscritto l'accordo in questione 

12 novembre - 19:02

La società Autostrada del Brennero, in accordo con la polizia stradale, ha approntato per la nottata in arrivo delle misure cautelative per impedire gravi turbative alla circolazione dell'asse autostradale. Tra Mezzocorona ed Egna sarà possibile circolare solo su una corsia, evitando la creazione di disagi dovuti a mezzi pesanti in panne

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato