Contenuto sponsorizzato

Al via la campagna del Movimento 5 stelle, Fraccaro: ''Un momento per ricordare anche i risultati di governo a Roma''

Sono Cristiano Zanella per le europee, Lorenzo Leoni e Rosa Michela Rizzi per le suppletive a Trento e in Valsugana i candidati del M5S che si presenteranno il 26 maggio. Degasperi: "La Lega non ha direzione e visione, ma tanta coreografia". Il candidato di sindaco di Levico annuncia: "Virginia Raggi parteciperà alla nostra campagna elettorale"

Di Luca Andreazza - 24 aprile 2019 - 06:01

TRENTO. E' cominciata la corsa per domenica 26 maggio anche per il Movimento 5 Stelle. A battesimo del ministro Riccardo Fraccaro e dei consiglieri provinciali Filippo Degasperi e Alex Marini ci sono Cristiano Zanella per le europee, quindi Lorenzo Leoni e Rosa Michela Rizzi, rispettivamente per i collegi di Trento e della Valsugana alle suppletive. Presente anche Maurizio Dal Bianco, candidato sindaco in quel di Levico.

 

"Mi sono candidato d'impulso - spiega Zanella - non ho parlato con la famiglia, ma ho grandi motivazioni. L'Europa è più vicina di quanto si possa pensare e lì si decide la maggior parte del nostro futuro. L'Unione si è fermata e ci ha tartassato, ma dobbiamo ritornare alle origini, quel sogno lanciato tra il 1992 e il 1993. Un'Europa dei popoli e della solidarietà che avvicina i cittadini. Questa Unione invece ci ha incattiviti, la cooperazione si è allontanata e ora dobbiamo affrontare i sovranismi".

 

Una sfida non facile per il pentastellato, unico candidato trentino per il Movimento nel collegio del Nord-Est, che si ripresenta dopo averci provato a quelle del 2014 per restare in ambito europeo. Allora si era fermato a 6.213 preferenze. Una tornata che non aveva visto nessun trentino prenotare il volo per Bruxelles.

"La campagna sarà durissima - continua - una sfida difficile, ma cerchiamo di creare sul territorio un asse Europa, Provincia e governo. Il nostro programma mette il benessere dei cittadini al centro della politica. Oggi le leggi sono calate dall'alto e si deve portare la democrazia diretta, un percorso di lungo periodo. Un altro aspetto è anche quello di valorizzare le peculiarità di imprese e lavoro. In agenda è prevista poi una presentazione di tutti i candidati dei 5 stelle nel Nord Est perché il gruppo e la squadra vincono la sfida con l'Europa".

 

Spazio poi ai candidati della suppletive. In gara Lorenzo Leoni a Trento e Rosa Michela Rizzi in Valsugana, quest'ultima assente per motivi famigliari. Nel capoluogo si riparte dalle 28.977 preferenze e il 22,06% di Carmen Martini, mentre in quello valsuganotto dalle 16.674 voti per il 22,97% di Riccardo Fraccaro (poi eletto con il proporzionale) del 2018. 

 

"Non è facile - commenta Lorenzo Leoni - le linee del programma sono quelle dell'anno scorso, ma c'è anche il contratto. La visione è soprattutto sull'ambiente, inteso come ecologismo per attivare alla sostenibilità, anche nell'equilibrio economico e sociale. La Valdastico rappresenta le grandi opere che ritornano, ma le autostrade del futuro sono l'accorpamento delle zone produttive, strategie in cooperative per rimediare alla frammentazione della proprietà e rilanciare anche le montagne".

 

Lancia la corsa anche Maurizio Del Bianco. "Ci riproviamo e siamo pronti dopo questi 5 anni in consiglio. Vogliamo essere costruttivi - dice il candidato sindaco a Levico - mettere insieme le forze delle persone e delle associazioni per cambiare la mentalità. L'obiettivo è quello di diventare il primo comune in Trentino a 5 stelle". E annuncia: "La sindaca Virginia Raggi sarà da noi per la campagna elettorale".

 

Fa il punto della situazione Filippo Degasperi. "Un ringraziamento ai candidati - spiega - che si sono messi a disposizione per affrontare questa competizione". Il riferimento è il centrodestra. "L'esperienza di questi mesi di governo in Provincia - aggiunge - evidenzia che non hanno mantenuto nulla di quanto promesso. Manca una direzione e una sostanza, ma sono molto coreografici".

 

E il consigliere provinciale snocciola alcuni esempi. "In materia sanità si sono appiattiti alle decisione del centrosinistra, peggiorando se possibile. La scuola è una fotocopia dei provvedimenti della giunta Rossi nel 2015. In economia non si muove nulla e hanno tagliato fronti apparentemente intoccabili, come la sicurezza. Tra i primi atti quello di abolire il comitato faunistico senza confronto. E' evidente la leggerezza con la quale affrontano le questioni, senza trovare e proporre soluzioni". 

 

Costanza, coerenza e voglia, queste le parole chiave per Alex Marini. "Si parla di Valdastico e grandi opere che non possono rendere felici i cittadini. Le basi sono scuola, sanità e sport. Il benessere sono le piccole cose, i valori alle radici dei 5 stelle, ci distinguono l'attenzione alle piccole realtà. Non è importante vincere o perdere, ma portare avanti le idee".

 

Un Movimento 5 stelle reduce dal primo incarico istituzionale in Trentino, la commissione ambiente nel Comune di Trento passata al consigliere Andrea Maschio.

 

Il finale è affidato a Fraccaro. "In questi anni - dice - abbiamo lottato e ottenuto tanto. Mancano il primo sindaco in Trentino e il parlamentare europeo: questo è il momento giusto. L'80% delle leggi arrivano dall'Europa, vale anche per Roma. E' importante portare qualcuno a Bruxelles per incidere in commissione e trattare nelle politiche comunitarie".

 

E poi si parla di nazionale. "Queste elezioni - conclude Fraccaro - determinano il futuro del Movimento 5 Stelle, ma non per il governo quanto per il racconto di un Movimento che non sa governare e mantenere le promesse. I primi mesi sono stati difficili, come quando siamo entrati in parlamento, ma abbiamo approvato il reddito cittadinanza, quota 100 e la norma anticorruzione: miglioriamo la qualità della vita dei cittadini. La campagna elettorale serve anche per ricordare e comunicare i risultati. Gli scontri con la Lega ci sono sempre stati perché vigiliamo e controlliamo: dobbiamo restare uniti e solidi".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.39 del 23 Maggio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 maggio - 06:01

L'assessora conferma: ''Abbiamo chiesto all'azienda una valutazione sulla nuova organizzazione. E' necessario capire i risultati della sperimentazione per eventualmente rimodulare e rivalutare i modelli''. E in Apss si pensa a dove recuperare risorse. Primo tema da discutere i punti nascita periferici a fronte di cronicità e vecchia veri temi del prossimo futuro

25 maggio - 08:37

E' successo a Egna. Ad essere trasferiti al carcere di Bolzano sono stati due 40enni di Mori e Mezzocorona. Il giorno prima avevano rubato un'auto a Rovereto 

24 maggio - 18:59

Viene da chiedersi cosa avrebbero fatto i membri della giunta se le signore fotografate da Ivan Cristoforetti e messe su Twitter con frasi del tipo ''gran figueria'' o ''festa della prugna'' fossero state loro parenti. O se oggetto degli insulti (per i quali è stato bannato da molti) lanciati dallo stesso braccio destro di Spinelli fossero state persone a loro vicine. Forse avrebbero capito che questo è proprio quel tipo di comportamenti che nelle scuole ai nostri figli cerchiamo di spiegare che è sbagliato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato