Contenuto sponsorizzato

Al via la campagna del Movimento 5 stelle, Fraccaro: ''Un momento per ricordare anche i risultati di governo a Roma''

Sono Cristiano Zanella per le europee, Lorenzo Leoni e Rosa Michela Rizzi per le suppletive a Trento e in Valsugana i candidati del M5S che si presenteranno il 26 maggio. Degasperi: "La Lega non ha direzione e visione, ma tanta coreografia". Il candidato di sindaco di Levico annuncia: "Virginia Raggi parteciperà alla nostra campagna elettorale"

Di Luca Andreazza - 24 aprile 2019 - 06:01

TRENTO. E' cominciata la corsa per domenica 26 maggio anche per il Movimento 5 Stelle. A battesimo del ministro Riccardo Fraccaro e dei consiglieri provinciali Filippo Degasperi e Alex Marini ci sono Cristiano Zanella per le europee, quindi Lorenzo Leoni e Rosa Michela Rizzi, rispettivamente per i collegi di Trento e della Valsugana alle suppletive. Presente anche Maurizio Dal Bianco, candidato sindaco in quel di Levico.

 

"Mi sono candidato d'impulso - spiega Zanella - non ho parlato con la famiglia, ma ho grandi motivazioni. L'Europa è più vicina di quanto si possa pensare e lì si decide la maggior parte del nostro futuro. L'Unione si è fermata e ci ha tartassato, ma dobbiamo ritornare alle origini, quel sogno lanciato tra il 1992 e il 1993. Un'Europa dei popoli e della solidarietà che avvicina i cittadini. Questa Unione invece ci ha incattiviti, la cooperazione si è allontanata e ora dobbiamo affrontare i sovranismi".

 

Una sfida non facile per il pentastellato, unico candidato trentino per il Movimento nel collegio del Nord-Est, che si ripresenta dopo averci provato a quelle del 2014 per restare in ambito europeo. Allora si era fermato a 6.213 preferenze. Una tornata che non aveva visto nessun trentino prenotare il volo per Bruxelles.

"La campagna sarà durissima - continua - una sfida difficile, ma cerchiamo di creare sul territorio un asse Europa, Provincia e governo. Il nostro programma mette il benessere dei cittadini al centro della politica. Oggi le leggi sono calate dall'alto e si deve portare la democrazia diretta, un percorso di lungo periodo. Un altro aspetto è anche quello di valorizzare le peculiarità di imprese e lavoro. In agenda è prevista poi una presentazione di tutti i candidati dei 5 stelle nel Nord Est perché il gruppo e la squadra vincono la sfida con l'Europa".

 

Spazio poi ai candidati della suppletive. In gara Lorenzo Leoni a Trento e Rosa Michela Rizzi in Valsugana, quest'ultima assente per motivi famigliari. Nel capoluogo si riparte dalle 28.977 preferenze e il 22,06% di Carmen Martini, mentre in quello valsuganotto dalle 16.674 voti per il 22,97% di Riccardo Fraccaro (poi eletto con il proporzionale) del 2018. 

 

"Non è facile - commenta Lorenzo Leoni - le linee del programma sono quelle dell'anno scorso, ma c'è anche il contratto. La visione è soprattutto sull'ambiente, inteso come ecologismo per attivare alla sostenibilità, anche nell'equilibrio economico e sociale. La Valdastico rappresenta le grandi opere che ritornano, ma le autostrade del futuro sono l'accorpamento delle zone produttive, strategie in cooperative per rimediare alla frammentazione della proprietà e rilanciare anche le montagne".

 

Lancia la corsa anche Maurizio Del Bianco. "Ci riproviamo e siamo pronti dopo questi 5 anni in consiglio. Vogliamo essere costruttivi - dice il candidato sindaco a Levico - mettere insieme le forze delle persone e delle associazioni per cambiare la mentalità. L'obiettivo è quello di diventare il primo comune in Trentino a 5 stelle". E annuncia: "La sindaca Virginia Raggi sarà da noi per la campagna elettorale".

 

Fa il punto della situazione Filippo Degasperi. "Un ringraziamento ai candidati - spiega - che si sono messi a disposizione per affrontare questa competizione". Il riferimento è il centrodestra. "L'esperienza di questi mesi di governo in Provincia - aggiunge - evidenzia che non hanno mantenuto nulla di quanto promesso. Manca una direzione e una sostanza, ma sono molto coreografici".

 

E il consigliere provinciale snocciola alcuni esempi. "In materia sanità si sono appiattiti alle decisione del centrosinistra, peggiorando se possibile. La scuola è una fotocopia dei provvedimenti della giunta Rossi nel 2015. In economia non si muove nulla e hanno tagliato fronti apparentemente intoccabili, come la sicurezza. Tra i primi atti quello di abolire il comitato faunistico senza confronto. E' evidente la leggerezza con la quale affrontano le questioni, senza trovare e proporre soluzioni". 

 

Costanza, coerenza e voglia, queste le parole chiave per Alex Marini. "Si parla di Valdastico e grandi opere che non possono rendere felici i cittadini. Le basi sono scuola, sanità e sport. Il benessere sono le piccole cose, i valori alle radici dei 5 stelle, ci distinguono l'attenzione alle piccole realtà. Non è importante vincere o perdere, ma portare avanti le idee".

 

Un Movimento 5 stelle reduce dal primo incarico istituzionale in Trentino, la commissione ambiente nel Comune di Trento passata al consigliere Andrea Maschio.

 

Il finale è affidato a Fraccaro. "In questi anni - dice - abbiamo lottato e ottenuto tanto. Mancano il primo sindaco in Trentino e il parlamentare europeo: questo è il momento giusto. L'80% delle leggi arrivano dall'Europa, vale anche per Roma. E' importante portare qualcuno a Bruxelles per incidere in commissione e trattare nelle politiche comunitarie".

 

E poi si parla di nazionale. "Queste elezioni - conclude Fraccaro - determinano il futuro del Movimento 5 Stelle, ma non per il governo quanto per il racconto di un Movimento che non sa governare e mantenere le promesse. I primi mesi sono stati difficili, come quando siamo entrati in parlamento, ma abbiamo approvato il reddito cittadinanza, quota 100 e la norma anticorruzione: miglioriamo la qualità della vita dei cittadini. La campagna elettorale serve anche per ricordare e comunicare i risultati. Gli scontri con la Lega ci sono sempre stati perché vigiliamo e controlliamo: dobbiamo restare uniti e solidi".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 agosto 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 agosto - 06:01

Sono 15.614,29 gli ettari di superficie complessiva notificata bio e in conversione nel 2018 per 1.309 operatori, quasi un raddoppio in termini di ettari rispetto ai dati del 2017. Numeri che si trovano nella risposta dell'assessora Giulia Zanotelli all'interrogazione di Lucia Coppola (Futura). L'ex assessore: "Stanziati solo 5 milioni contro i 21 della volta precedente. Bocciato un emendamento del Patt che chiedeva più soldi per il comparto"

24 agosto - 11:39

L'inizio del concerto è previsto alle 14. Pur essendo stati previsti dei servizi di trasporto speciali, ci sono già code e rallentamenti in A22 all'uscita di Bressanone

24 agosto - 09:59

I tecnici sono al lavoro per scoprire le cause che hanno portato alla diminuzione dell’afflusso d’acqua: alla base potrebbe infatti esserci una perdita nell’acquedotto, oppure l’eccessivo consumo dovuto alle numerose presenze, ma anche le piogge scarse che potrebbero aver intaccato le riserve della sorgente

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato