Contenuto sponsorizzato

De Bertoldi: ''Il governo dovrebbe citare in giudizio la commissione europea e processare politicamente il Pd''

Il senatore chiede che l'Italia faccia marcia indietro su vigilanza Bce e che Bankitalia non sia autoreferenziale. L'esponente di Fratelli d'Italia sostiene poi la necessità di far ripartire i piccoli istituti locali

Di L.A. - 11 aprile 2019 - 12:19

TRENTO. "Il governo, dopo la sentenza Unione europea sul caso banca Tercas, dovrebbe citare in giudizio la commissione europea e processare politicamente il Pd per averne accettato acriticamente le decisioni nel mentre smantellava le banche territoriali come popolari e cooperative rurali", così il senatore di Fratelli d'Italia, Andrea de Bertoldi, segretario della commissione finanze e tesoro, nel corso del convegno "L’Europa e le banche" organizzato dalle Fondazioni new direction e Farefuturo.

 

Il senatore chiede che l'Italia faccia marcia indietro su vigilanza Bce e che Bankitalia non sia autoreferenziale. "La cessione della vigilanza bancaria alla Bce - prosegue de Bertoldi - in assenza della naturale contropartita dell’assicurazione depositi, il -Bail in-, Basilea 3 e la svendita alla Francia delle principali banche nazionali in assenza di reciprocità, de facto, sono gravissime responsabilità dei precedenti governi, e costituiscono conferma di un’Europa non imparziale, alla quale va ora opposta la rinegoziazione dell’Unione Bancaria Europea".

 

Il senatore sostiene la necessità di far ripartire i piccoli istituti locali. "E' urgente una normativa speciale - conclude de Bertoldi - per la rinascita delle piccole banche di prossimità, ormai quasi scomparse in Italia mentre in Germania rappresentano circa un 40% del credito, e la divisione tra banche commerciali e banche di investimento - conclude de Bertoldi - che la banca centrale è sì indipendente, ma non può essere autoreferenziale per l’inefficienza della politica. Le nomine, quindi, vanno concordate con il governo e non definite dal governatore, come peraltro avviene nei Paesi più importanti come in Germania o negli Stati Uniti".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 19:22

L'allerta è scattata alle 16.30 di oggi lungo la strada statale 237 all'altezza del centro abitato di Ponte Arche. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanze, elicottero, vigili del fuoco di Lomaso e polizia delle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato