Contenuto sponsorizzato

Elezioni Levico, il candidato sindaco Gianni Beretta: ''La sicurezza non è solo ordine pubblico. E l'Istituto turistico punto di riferimento per il Trentino''

Domenica 26 maggio si vota anche a Levico per rinnovare il consiglio comunale. In corsa quattro candidati sindaco. Gianni Beretta alla guida di tre liste civiche "Levico Futura", "Patto Levicense", e "Levico e Frazioni al Centro": "La parola chiave è sostenibilità, Levico deve diventare sempre più green"

Di Luca Andreazza - 16 maggio 2019 - 20:28

LEVICO. Sono gli ultimi giorni di campagna elettorale anche in quel di Levico per le elezioni del nuovo consiglio comunale. L'appuntamento è previsto per domenica 26 maggio e sono quattro i candidati sindaco: Enzo Latino del Partito democratico, Gianni Beretta alla guida di tre liste civiche "Levico Futura", "Patto Levicense", e "Levico e Frazioni al Centro". 

 

E ancora Maurizio Dal Bianco del Movimento 5 stelle e Tommaso Acler per il centrodestra con Lega e le civiche "Impegno per Levico" e "Fare! Per Levico e Frazioni".

 

Scende in campo Gianni Beretta, commerciante da oltre 30 anni e da 17 anni presidente del Consorzio Levico Terme in Centro. "Ho sempre avuto alcune linea guida - dice - valorizzare le nostre eccellenze, collaborare con le associazioni di categoria quali artigiani, albergatori e agricoltori locali, senza dimenticare l'ottimo rapporto con gli istituti scolastici del territorio".

 

Il programma è molto articolato e si divide in diversi capitoli: "Urbanistica, lavori pubblici e patrimonio", "Frazioni e località", "Sicurezza", "Industria, commercio e artigianato" e "Turismo e economia". E ancora "Cultura e associazionismo", "Sanità", "Sport", "I giovani, patrimoni dell'innovazione" e "Ambiente e risorse energetiche".

"Levico Terme esprime immense potenzialità. E' indispensabile - commenta il candidato sindaco - che la bellezza dei nostri luoghi e della nostra storia possa migliorare la propria attrattività attraverso valorizzazione e preservazione. Gli obiettivi che ci siamo prefissati sono raggiungibili, ma dobbiamo coinvolgere tutti in un cambiamento culturale in cui mettere in gioco emotività e professionalità per lavorare insieme".

 

Il futuro del centro termale è green. Le forze politiche intendono, infatti, aderire alla campagna plastic free promossa dal ministero. "La parola chiave è sviluppo sostenibile - prosegue Beretta - che si basa sul risparmio energetico, le rinnovabili, la mobilità e l'economia circolare. Una scelta che favorisce la mobilità elettrica a basso impatto come le e-bike e la ferrovia a idrogeno, che ci porta a favorire scelte di risparmio energetico e efficientamento dei consumi, la ristrutturazione degli immobili e il miglioramento del costruito esistente senza un aumento del consumo di suolo. Un esempio è la riqualificazione dell'ex Masera tabacchi".

 

Il punto di partenza è la storia e cultura dei territori. "La nostra ricchezza - aggiunge il candidato sindaco - è un bene prezioso che va protetto per gli abitanti di oggi e per quelli di domani, così come per i turisti che accogliamo. Pensiamo di dover progettare il Comune sulla valorizzazione del termalismo e di un turismo che ricerchi natura, salute e ambiente. Il centro storico, i nostri forti, la nostra tradizione gastronomica, le malghe, il parco e le terme, la ferrovia, un lago connesso al centro, sono capisaldi per poter costruire un percorso di avvicinamento per il raggiungimento di quello standard di eccellenza tra i Borghi più belli d’Italia".

 

Il turismo rientra tra le principali direttrici per mantenere alto il livello levicense. "La nostra Apt - evidenzia Beretta - si fregia per prima in Europa della certificazione di sostenibilità ambientale e responsabilità social, la strada è tracciata e va implementata. A questo si aggiunge l'idea di sviluppare un centro di formazione nazionale e internazionale sul turismo: si deve partire dalla prima scuola alberghiera del Trentino per il settore che può diventare il polo di eccellenza dell'intera filiera tra formazione turistica e alberghiera, servizi alla persona, marketing e servizi alle imprese". 

 

Capitolo sicurezza. "Un tema trasversale - riconosce il leader di liste civiche "Levico Futura", "Patto Levicense", e "Levico e Frazioni al Centro" - un valore che non siamo disposti a mettere in discussione. Non è solo ordine pubblico, ma strade più illuminate, riduzione del disagio sociale e degli spazi degradati, gestione della socialità, incontri con la popolazione e le scuole. A questo si aggiunge controllo sulle vie di accesso attraverso sistemi elettronici, rispetto delle regole e vicinanza al cittadino".

 

Un discorso che si allaccia al tema più ampio del comparto sociale. "E' necessario - conclude Beretta - un piano condiviso e attento ai bisogni di una società che cambia. Dobbiamo ridare vita e luoghi ai giovani, spazio allo sport e alle associazioni, riprogrammare lo sviluppo turistico e connettere le esigenze agricole con quelle artigianali, turistiche e industriali. Tra le priorità il ripristino della guardia medica. Un nuovo metodo di lavoro che si basa sugli incontri programmati con la popolazione, l'ascolto dei cittadini e l'attivazione di esperti e consulenti per una democrazia veramente partecipativa".

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 14:17

Una fototrappola è scattata questa mattina e alle 9.29 ha immortalato l'orso tra i boschi della Marzola. E' già presente il personale forestale, attivato immediatamente dopo l'evento per assicurare monitoraggio, presidio territoriale e informazione

16 luglio - 13:20

Sorprendono positivamente i rilevamenti nelle acque venete con un solo punto inquinato. Male la Lombardia, su cinque punti monitorati due sono risultati fortemente inquinati. Promossi invece a pieni voti il lago d’Iseo e quello di Santa Croce in provincia di Belluno

16 luglio - 06:01

Ormai il caso è noto. E' un'escalation di reazioni dopo che M49 è stato catturato, ma è riuscito a fuggire. Brambilla: "Corri e salvati M49 e grazie per aver dimostrato con la tua fuga, una volta di più, l’imperizia e il dilettantismo di chi ha dichiarato guerra a te, ma anche a tutti i tuoi simili". Ciampolillo: "Un atto violento e illegittimo contro il mondo degli animali"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato