Contenuto sponsorizzato

Europee, in Trentino ha votato il 15,84% degli elettori. L'affluenza in regione è del 17,53%, superiore di quasi un punto a quella nazionale

La percentuale italiana: 16,78%, in linea con la tornata elettorale precedente. Maggiore affluenza ai seggi a Rovereto e a Riva del Garda che a Trento

Pubblicato il - 26 maggio 2019 - 12:59

TRENTO. Europee 2019: l'affluenza ai seggi in regione è del 17,53%.

 

Il dato (pubblicato sulla piattaforma Eligendo del Mistero dell'Interno) si riferisce a tutti i 291 seggi del Trentino Alto Adige (qui articolo) ed è aggiornato alle 12. Nei 116 seggi trentini, invece, l'affluenza rilevata alla stessa ora è del 15,84% contro il 19,44% della provincia di Bolzano.

 

Dati comunque superiori alla tornata elettorale precedente (di cinque anni fa): l'affluenza alle 12 in regione fu del 14,79% (15,72% in provincia di Bolzano e 13,84% nella provincia di Trento).

 

A Trento città l'affluenza è del 15,84% contro il 13,84% precedente; a Rovereto del 17,11% (precedentemente del 15,79%). A Pergine ha votato il 15,52% degli aventi al voto, a Riva del Garda il 17,19%, a Cles il 16,07%.

 

L'affluenza nazionale è invece, sempre alle 12, del 16,78%, in linea con la tornata elettorale precedente (16,80%). Più alta che in Trentino Alto Adige l'affluenza è in Emilia Romagna (23,26%), Friuli Venezia Giulia (18,63%), Liguria (20,60%), Lombardia (21,21%), Piemonte (20,97%), Toscana (19,70%), Umbria (19,41%) e Veneto (19,56%).

 

Un prossimo aggiornamento sull'affluenza è previsto per le 19.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.15 del 22 Gennaio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:45

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio si è dimesso dal ruolo di segretario del M5S a seguito del processo di riforma interno che ha portato all'istituzione dei facilitatori, figure di raccordo tra centrale e locale. Tra questi, in Trentino, il consigliere provinciale Alex Marini. "Grazie a Di Maio, il Paese è diverso anche per il suo lavoro". E il leghista Savoi si lascia andare all'ennesima caduta di stile

22 gennaio - 19:23

Mentre ancora oggi il presidente della Pat dimostra di non aver capito che problemi complessi richiedono soluzioni altrettanto articolate (e, demagogicamente, lega la nascita della Scuola di Medicina al ''dare risposte concrete ad un territorio di montagna come il nostro'') appare evidente che la linea della giunta è stata stralciata completamente e in Veneto si parla di una Padova che ''si fa da parte'' (e apre a Treviso una facoltà da 60 posti)

22 gennaio - 18:42

Al momento del voto le opposizioni sono uscite dall’aula facendo mancare il numero legale: “Ripartiamo daccapo”, Matteotti (M5s): “Dietro a un po’ di verde si nasconde un grande blocco di cemento”. La replica di Zanoni: “Variante coraggiosa, noi vogliamo difendere i valori morali della città che non possono essere schiacciati da nessun potentato di turno”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato