Contenuto sponsorizzato

Il Patt chiude alla Lega e Upt e #inMovimento plaudono alla scelta: ''Noi ci siamo''. Ugo Rossi, intanto, fa gli auguri alle sardine

L'ex presidente della Pat ribadisce oggi la sua distanza dalla Lega di Salvini con un messaggio di solidarietà alle tante persone che tra poco si riuniranno in Piazza Dante: ''Non ci sarò perché penso loro preferiscano essere neutre politicamente. Ma faccio tanti auguri!''

Di L.P. - 06 dicembre 2019 - 17:07

TRENTO. Dall'Upt a #inMovimento i partiti di centro promuovono a pieni voti la scelta del Patt di smarcarsi dalla Lega e di lavorare per creare un fronte anti sovranista e anti populista. La decisione arrivata dalla Giunta del partito autonomista,  ieri sera, che finalmente ha visto le stelle alpine prendere una posizione chiara e unitaria e rompere gli indugi abbandonando, di fatto l'ipotesi di sostenere un partito, la Lega Salvini, che oggi è quanto di più lontano da posizioni autonomiste ed europeiste (quelle citate proprio nel documento redatto ieri sera come elementi distintivi del nuovo percorso del partito guidato da Simone Marchiori).

 

E il tutto avviene mentre a Trento stanno per arrivare le sardine che in tutta Italia stanno riempiendo le piazze chiedendo uno ''stop all'odio, alla politica fatta di scontri e al populismo". Ed è così che l'ex presidente della Pat Ugo Rossi proprio in queste ore strizza l'occhio alle tante persone che sono pronte ad affollare Piazza Duomo con un messaggio su Twitter di simpatia, sostegno e di rispetto: ''Non sono sardine sono salmerini alpini! Scherzi a parte non sarò presente questa sera perché penso loro preferiscano essere neutre politicamente. Ma faccio tanti auguri!''. Un modo di più, se possibile, per sottolineare la profonda distanza del Patt dalla Lega Salvini.    

 

''L’Unione per il Trentino valuta positivamente la posizione assunta dal Patt - comunicano Alessio Rauzi e Valter Giacomazzi, coordinatori politici dell'Upt - e riconferma la sua piena disponibilità a lavorare per una piattaforma politica popolare ed autonomistica, alternativa alle culture sovraniste ed aperta ad ad un nuovo incontro con tutte le forze politiche e civiche disponibili ad interpretare i valori della nostra Speciale Autonomia nel segno dell’apertura, della innovazione e dell’europeismo''.

''Dai Comuni, tra poco chiamati a rinnovare le proprie amministrazioni - continua l'Upt - ed in particolare da quelli di maggiore dimensione, può arrivare un segnale importante di recupero di questa prospettiva politica, così come segnali importanti arrivano dal “risveglio delle coscienze”, difronte alla deriva di imbarbarimento della dinamica sociale e democratica. Spetta anche alle espressioni delle culture popolari, autonomistiche e civiche mettere in campo una iniziativa nuova ed aperta. L’Upt, come dichiarato fin dalla sua Assemblea del gennaio scorso, si sente impegnata in questa prospettiva e riconferma la sua piena disponibilità ad un percorso comune, in coerenza con la sua storia politica antica e recente''.

 

''Abbiamo appreso con forte interesse e favore la decisione della Giunta politica del Patt - comunica, invece, il Comitato Direttivo #inMovimento - che ieri ha voluto diffondere attraverso un chiaro comunicato sulla propria posizione. #inMovimento, fin da subito ha espresso una posizione che, oggi ancor di più, è in sintonia con la direzione intrapresa dal PATT. #inMovimento è, quindi, disposto a lavorare per la creazione di un progetto politico ampio, capace di divenire attrattivo per tutti coloro che hanno a cuore la propria comunità, il proprio territorio e sapranno definire una politica di grande attenzione a tutti gli aspetti della sostenibilità. Un progetto che partirà da Trento e dalle prossime elezioni comunali, ma che dovrà avere anche la capacità di guardare oltre ed un respiro europeo e che farà da argine a visioni populiste, sovraniste e totalitariste. Ci sentiamo, in questa fase di fare un appello sincero a quanti, già negli scorsi mesi hanno mostrato interesse per questo progetto, perché rompano gli indugi e diventino protagonisti di una nuova fase politica per il Trentino''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 18:58

Gli studenti della classe terze dell'Arcivescovile  hanno scritto una lettera alla senatrice a vita per chiederle dei consigli su come affrontare i messaggi, d'odio sempre più frequenti nel mondo d'oggi. Dopo due settimane è arrivata la risposta di Liliana Segre 

27 gennaio - 19:30

Mentre anche a livello parlamentare la discussione è aperta e il primo grande banco di prova potrebbero essere le elezioni regionali in Puglia, i tre movimenti cominciano a ragionare su un blocco in sostegno a Franco Ianeselli. Intanto Dario Maestranzi è pronto a lasciare il Patt per seguire questo progetto

27 gennaio - 18:55

Dopo la grande manifestazione che ha portato 10mila persone in Lessinia in molti riferiscono di un presidente della regione, Luca Zaia, “infuriato” perché tenuto all'oscuro della proposta di legge. Il consigliere Dem Zanoni: “I veneti amano l’ambiente che è un patrimonio di tutti e non sono più disposti a vederlo sacrificato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato