Contenuto sponsorizzato

Suppletive, Merlo e Donei lanciano la corsa per il centrosinistra. “Siamo alternativi alla Lega. Temi come l'ecologismo e i diritti sono fondamentali anche per il Trentino”

Il centrosinistra deve riannodare il discorso dopo la doppia débâcle del 2018 tra politiche e provinciali. Una campagna che inizia alla presenza dei vertici dei partiti di coalizione da Lucia Maestri per il Pd a Annalisa Caumo per Upt, da Lucia Coppola come portavoce dei Verdi a Antonella Valer per Leu, da Alessandro Pietracci del Psi a Piergiorgio Cattani per Futura. In attesa del Patt

Di Luca Andreazza - 24 aprile 2019 - 18:17

TRENTO. "I valori restano gli stessi ma i modi sono diversi", queste le parole di Giulia Merlo e Cristina Donei, candidate alle elezioni suppletive di domenica 26 maggio, che aggiungono: "E' un momento particolare ma l'alleanza democratica autonomista è pronta. Se la compagine di governo attuale non rappresenta i trentini, c'è un'alternativa".

 

Il centrosinistra deve riannodare il discorso dopo la doppia débâcle del 2018 tra politiche e provinciali. Una campagna che inizia alla presenza dei vertici dei partiti di coalizione da Lucia Maestri per il Pd a Annalisa Caumo per Upt, da Lucia Coppola come portavoce dei Verdi a Antonella Valer per Leu, da Alessandro Pietracci del Psi a Piergiorgio Cattani per Futura. In attesa del Patt.

 

"Questa fase politica può e deve finire. Se riceveremo la fiducia degli elettori - prosegue Merlo - andremo a Roma per proporre un'opposizione dura sui temi. Proponiamo l'autonomia del fare e della responsabilità agli slogan declinati per il territorio, prima i trentini, prima i veneti, prima tutti, ma nessuna concretezza".

 

 

La corsa di Merlo è per il collegio di Trento. "Il capoluogo ha le sue dinamiche - aggiunge - il mio proposito è quello di valorizzare le specificità delle valli, non devono sentirsi abbandonate e periferia. I temi sono ecologismo e diritti, quest'ultimo aspetto comprende argomenti quali lavoro, civile e sociale. Quello che succede a Roma riguarda anche noi, dobbiamo portare alti i nostri valori senza chiudersi nell'illusione che quanto viene deciso nella capitale non è nostro interesse".

 

La sfida più difficile sembra quella di Donei in Valsugana, roccaforte del centrodestra. "Vogliamo rappresentare le valli - dice - che si riconoscono nella ricchezza di valori quali l'autonomia e l'identità contro oscurantismo e pessimismo. La politica deve ritornare ai territori. Un ascolto positivo delle persone, ma anche un metodo sobrio e concreto per raggiungere sostenibilità e vivibilità". 

 

Il centrosinistra riparte dopo aver analizzato alcuni errori che hanno portato alle recenti sconfitte. "Sono diversi i fattori - continua Merlo - non dobbiamo sottovalutare le difficoltà incontrate nel raccontare e spiegare quanto fatto. I sei partiti di coalizione vogliono proporre una politica propositiva, mentre il centrodestra cerca di cancellare quanto di buono è stato messo in campo in questi anni. I tagli alla cooperazione internazionale vanno in direzione opposta al sentire della comunità".

 

Un altro tema è quello della gestione dell'accoglienza. "Le risposte nell'accoglienza non sempre sono state giuste - commenta Merlo - ma è un argomento complesso che necessita di continue riflessioni per migliorare. Sicuramente non è un bene confinare 300 persone alla residenza Fersina: si crea un ghetto e si lede la dignità umana. Sbagliato tagliare i corsi di italiano, la possibilità di esprimersi è fondamentale: non ci si deve stupire se dopo queste persone non si integrano. E' un orgoglio la risposta delle associazioni che si sono spese per continuare i corsi e sopperire alle mancanze della Provincia".

 

Ovviamente una bandiera è l'autonomia. "Non basta nominarla - conclude Donei - ma va riempita di contenuti. La Lega non fa gli interessi del territorio chiusa tra le tensioni nazionali e quelle del Veneto. Adesso parlano di conquistare Trento e Bolzano, le nostre terre non sono terreno di conquista e opponiamo idee e futuro alle loro visioni".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 maggio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 maggio - 21:02

Il professore a Rovereto per il primo Cda che ha nominato Silvio Cattani alla vicepresidenza. L'annuncio: ''Dal 6 giugno la mia collezione a Caldes''. Poi: ''Riqualificazione? Ho già sentito Botta. E vorrei aprire la caffetteria entro ottobre. Lavoro, basta precari". Offerta di pace ad Alex Marini: ''Se lascia perdere le querele lo invito a cena''

22 maggio - 18:18

L'onorevole, tirata in ballo nel profilo Twitter da Ivan Cristoforetti, braccio destro dell'assessore Spinelli, replica: "Chi ricopre una carica istituzionale o chi lavora all’interno delle Istituzioni debba usare toni di decoro e rispetto verso quelle stesse Istituzioni, siano locali o statali, che sono garanzia di tutela dei cittadini"

22 maggio - 12:24

Laureata in Lingue e letterature straniere moderne e attualmente insegnante inglese al liceo linguistico e scientifico di Pozza di Fassa, già Procuradora del Comun general de Fascia, la candidata per il centrosinistra corre nel collegio della Valsugana per un posto alla Camera 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato