Contenuto sponsorizzato

Al via la formazione delle giunte a Bolzano e Merano. Gennaccaro torna in maggioranza, mentre Lorenzini si ritira: "La malattia me lo impedisce"

Dopo le vittorie ai rispettivi ballottaggi, i candidati del centrosinistra e sindaci uscenti Renzo Caramaschi e Paul Rösch hanno iniziato i colloqui per dar vita alle giunte. A Bolzano "Io sto con Bolzano" torna in maggioranza, mentre l'ex assessora dei Verdi Marialaura Lorenzini annuncia la sua decisione di non proseguire. "Vorrei ma la malattia me lo impedisce". A Merano l'Svp negozia 

Di Davide Leveghi - 07 ottobre 2020 - 11:23

BOLZANO. “Mi sarebbe piaciuto continuare a stare al tuo fianco ma purtroppo il mio stato di salute non me lo permette”. È un fiume di messaggi di vicinanza quello che si legge sulla pagina facebook di Marialaura Lorenzini, ex assessora della giunta comunale bolzanina. La notizia del suo ritiro a causa di “un male cattivo e inaspettato” ha scosso la politica del capoluogo, nei giorni in cui il vincitore del ballottaggio e sindaco uscente Renzo Caramaschi sta incontrando le varie forze politiche per costruire la nuova giunta.

 

Se per i Verdi, che stavano in coalizione, ci sarà la riconferma all'assessorato ad Ambiente e Mobilità (Lorenzini sarà sostituita probabilmente da Chiara Rabini, mentre in Consiglio al suo posto subentra la biologa Sonia Abrate), la novità maggiore delle ultime ore riguarda il rientro in maggioranza della lista “Io sto con Bolzano” di Angelo Gennaccaro, già assessore allo Sport nella scorsa legislatura e rimasto defilato al momento del ballottaggio fra Caramaschi e lo sfidante di centrodestra Roberto Zanin.

 

Mentre nel centrodestra si consumano le rese dei conti, con Fratelli d'Italia sul piede di guerra per la strategia adottata dalla Lega in campagna elettorale (considerata troppo soft per non irritare gli alleati dell'Svp in giunta provinciale) e continui battibecchi anche con la vicina Trento, la maggioranza in Consiglio comunale sembra andare verso un definitivo assetto. Assetto che non solo ricalcherebbe in sostanza la giunta precedente, ma che potrebbe in aggiunta contare su dei numeri superiori rispetto alla scorsa legislatura (2 in più, con 27 consiglieri di maggioranza).

 

Gli screzi in campagna elettorale tra Caramaschi e il suo vecchio assessore Gennaccaro paiono dunque essere stati superati. Coi dialoghi tra il sindaco e i vertici di Io sto con Bolzano si è venuto così definendo l'accordo di maggioranza, con la lista civica di Gennaccaro che aumenta il proprio numero di eletti in Consiglio raddoppiandoli (da 2 a 4).

 

Se nel capoluogo l'Svp sembra invece riconfermare la vicesindacatura, con Luis Walcher in pole per aggiudicarsela un'altra volta, è a Merano che gli equilibri politici devono ancora essere del tutto definiti. Ernst Fop, nominato dalla “stella alpina” della città come Obmann in pectore dopo l'uscita di scena del candidato indipendente e grande sconfitto alle elezioni Richard Stampfl, dovrà quindi dialogare con il sindaco Paul Rösch per concordare l'eventuale rientro in giunta del partito di raccolta tedesco.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 19:56

Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19. Il bilancio complessivo è di 7.649 casi e 488 decessi in Trentino da inizio emergenza

22 ottobre - 18:32

Il presidente della Provincia di Trento è parso ancora ottimista anche se rispetto a qualche giorno fa ha ammesso che qualche preoccupazione c'è. Ma sui ''pochi'' contagi nelle scuole (che pure in pochi giorni hanno raddoppiato le classi in quarantena) la responsabilità ha spiegato che è delle attività extrascolastiche: ''Questo è un tema. Stiamo riflettendo con l'Apss''

22 ottobre - 18:07
Sono stati analizzati 1.231 tamponi, tutti letti dal laboratorio di microbiologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento, 153 i test positivi. Il rapporto contagi/tamponi si alza a 12,4%. E' stata sospesa l'attività di verifica tamponi ai laboratori della Fondazione Mach a causa dell'infezione che è arrivata nella struttura di San Michele
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato