Contenuto sponsorizzato

Autonomia, per la Giunta Fugatti problemi anche a fare le leggi: il Governo impugna due norme

Le impugnazioni del Consiglio dei ministri, riguardano le leggi 12 e 13 del 2019 nei punti in cui viene disciplinato il personale della Provincia, compreso anche quello sanitario. Dopo aver preso in esame la norma che riguarda i consiglieri comunali, Roma interviene ancora

Di Luca Andreazza - 22 February 2020 - 08:31

TRENTO. Il governo ha impugnato alcuni articoli tra la legge provinciale di assestamento di bilancio e finanziaria della Lega. La violazione riguarda principalmente l'articolo 117 della Costituzione che riserva allo Stato la materia dell'ordinamento civile. Dopo aver preso in esame la norma che riguarda i consiglieri comunali (Qui articolo), Roma interviene ancora.

 

Le impugnazioni del Consiglio dei ministri, riguardano le leggi 12 e 13 del 2019 nei punti in cui viene disciplinato il personale della Provincia, compreso anche quello sanitario. Gli articoli sarebbero in contrasto anche con i principi fondamentali di tutela della salute.

 

Questa la decisione di Palazzo Chigi presa venerdì 21 febbraio sotto la presidenza di Luciana Lamorgese, ministra dell'Interno, mentre il segretario è Riccardo Fraccaro, sottosegretario alla presidenza.

 

Le norme riguardano diversi temi, a partire dalla possibilità da parte della Pat di assumere dirigenti esterni fino ad una percentuale del 20%. Successivamente con una trattativa con Roma si era arrivati al 18% ma ora è stata bocciata la norma. Vi è poi anche la questione dei contratti a tempo determinato proposti da Fugatti per affrontare la carenza di medici.  

 

Nel comunicato emesso dal Consiglio dei ministri è stato fatto sapere che su proposta di Francesco Boccia, ministro per gli affari regionali e le autonomie, sono state esaminate 22 leggi delle Regioni e delle Province autonome deliberando di impugnare diverse norme, due i provvedimenti trentini finito nel mirino di Roma, mentre è finita sotto la lente di ingrandimento anche una legge di Bolzano, la numero 17 (Modifiche alla legge provinciale 10 luglio 2018, n. 9, "Territorio e paesaggio"), sempre perché viola l'articolo 117 della Costituzione.

 

Nello specifico e come anticipato, è stata impugnata la legge numero 12 del 23/12/2019, "Legge collegata alla manovra di bilancio provinciale 2020", in quanto alcune norme in materia di personale provinciale, anche sanitario, violano l’articolo 117 della Costituzione, che riserva allo Stato la materia dell’ordinamento civile. La norma trentina contrasta inoltre con i principi fondamentali in materia di "tutela della salute" e di coordinamento della finanza pubblica.

 

E poi la numero 13 del 23/12/2019 che riguarda la "Legge di stabilità provinciale 2020" in quanto alcune norme in materia di personale provinciale, violano l’articolo 117 della Costituzione, che riserva allo Stato nella materia dell’ordinamento civile, ma anche il principio di buon andamento della pubblica amministrazione sancito dall'articolo 97 della Costituzione.

 

Un’altra norma impugnata riguarda invece l’accesso ai corsi universitari. In questo caso la violazione riguarda l’articolo 3 della Carta Costituzionale, che affida alla Repubblica il compito di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana.

 

Non tutto da buttare comunque, in quanto le leggi della Pat numero 12 e 13 possono essere riviste. Il governo si riserva una nuova valutazione dopo i tavoli tecnici che saranno immediatamente attivati con la Provincia dal Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie per un ulteriore approfondimento.

 

Il Consiglio dei ministri ha inoltre deliberato di non impugnare la legge della Provincia di Trento numero 14 del 23/12/2019, "Bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari 2020-2022"; la legge della Provincia di Bolzano n. 15 del 19/12/2019, “Legge di stabilità provinciale per l’anno 2020” e la legge della Provincia di Bolzano n. 16 del 19/12/2019, "Bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano 2020-2022".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 December - 19:14

Nonostante i divieti sugli spostamenti in vista delle festività natalizie è iniziata la corsa ai tamponi, nella convinzione (errata) che garantiscano una sorta di “patente d’immunità”. Il numero uno di Apss: “In queste situazioni i test non servono. Quest’anno purtroppo è così sarà un Natale strano, ma dobbiamo accettarlo, per la salute delle persone a cui vogliamo bene”

05 December - 18:52

Mentre domani è stata fissata un allerta arancione per tutta la provincia e rossa per l'Alto Adige e il Veneto ecco la situazione generale di neve e strade. Chiusa per pericolo valanghe la provinciale 25 di Garniga tra Garniga Vecchia e le Viote e istituito il senso unico alternato lungo la provinciale 76 Gardolo – Lases per caduta massi

05 December - 16:44

Tra i nuovi positivi se ne contano 105 over 70 e ci sono 3 bimbi con meno di 2 anni. Una persona in più in terapia intensiva e numero di dimissioni superiore ai nuovi ricoveri: 31 contro 28

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato