Contenuto sponsorizzato

“Con neve fresca e vento tempestoso forte pericolo di valanghe”, allerta rossa sul Trentino-Alto Adige

Con le nevicate torna il pericolo valanghe che potrebbero coinvolgere anche le vie di comunicazione più esposte: “La situazione valanghiva è critica. Con neve fresca e venti tempestosi, sono previste slavine spontanee di grandi dimensioni”

Di T.G. - 04 dicembre 2020 - 20:21

TRENTO. Dal momento che nelle ultime ore la situazione meteo si sta aggravando tanto che sul Trentino la protezione civile ha diramato un’allerta arancione mentre in Provincia di Bolzano e alcune zone del Veneto è scattata addirittura quella rossa. “La situazione valanghiva è critica – si legge nel bollettino valanghe – con neve fresca e vento tempestoso c'è il forte rischio di valanghe. I tratti esposti delle vie di comunicazione potranno essere in pericolo”.

 

Per via della neve fresca e del vento tempestoso, nel corso del fine settimana il numero e le dimensioni dei punti pericolosi aumenteranno. Nel corso delle giornate di sabato e domenica, l'attività di valanghe spontanee aumenterà. Sui pendii erbosi ripidi, sono previste numerose slavine per scivolamento di neve di medie e anche grandi dimensioni, pure al di sotto dei 2600 metri. Con l'innalzamento del limite delle nevicate aumenterà anche il pericolo di valanghe per scivolamento di neve.

 

Soprattutto sui pendii ombreggiati ripidi, sono previste slavine di neve a lastroni di medie e grandi dimensioni al di sopra dei 1800 metri. In serata le valanghe potrebbero coinvolgere la neve vecchia debole e, a livello isolato, raggiungere dimensioni notevoli. Gli esperti ricordano che anche un singolo appassionato di sport invernali può molto facilmente provocare il distacco di valanghe. In molte Regioni cadranno dai 60 ai 110 centimetri di neve, con punte più alte a livello locale, inoltre sono previste forti raffiche di vento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 gennaio - 05:01

Dalle versioni contraddittorie di Pat e Apss alla conferma del Ministero della Salute che sottolinea: “Il tampone molecolare di controllo deve essere fatto nel più breve tempo possibile. Su questo non c’è dubbio. Non mettiamo un limite temporale, ma possibilmente entro 24-48 ore”. Eppure in Trentino è stato dimostrato che servono almeno 10 giorni

23 gennaio - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 gennaio - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato