Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, arriva la terza versione sui controlli per i positivi agli antigenici (I VIDEO): Fugatti vs Fugatti vs Ferro

Mentre il Messaggero oggi ha pubblicato un altro articolo dal titolo ''Trento, l'allarme dei medici: 'Dati non reali, qui si muore. Rianimazioni ormai sature''' il presidente ha spiegato che ha sentito Speranza il quale non gli ha detto niente sull'argomento. Poi si è parlato di tamponi di controllo per i positivi agli antigenici. Fugatti ha citato una circolare del 30 ottobre e di verifica fatta entro i 10 giorni (quando il 15 novembre diceva tra i 10-14 giorni) mentre Ferro di una circolare del 2 novembre e di tampone al decimo giorno

Di Luca Pianesi - 13 dicembre 2020 - 19:06

TRENTO. Mentre oggi in conferenza stampa si è riusciti a fare ancora più confusione sui tamponi di controllo per i positivi agli antigenici di quanto già ci fosse fino a ieri (quando Fugatti aveva dato la versione opposta a quella data da sé stesso il 15 novembre scorso) e il Messaggero questa mattina titolava ''Trento, l'allarme dei medici: 'Dati non reali, qui si muore. Rianimazioni ormai sature''' (dopo l'approfondimento di ieri dal titolo ''L'epidemia nascosta di Trento, tamponi fantasma e dati fasulli'') Fugatti ha esordito spiegando che dopo aver sentito il ministro della salute non ha ricevuto nessuna contestazione al riguardo. ''Abbiamo parlato del tema vaccini, del tema delle scuole, che come sapete di comune accordo con il ministro abbiamo deciso di non riaprire le scuole superiori. Devo dire che sulle polemiche sui dati del Trentino che hanno trovato spazio sulla stampa nazionale ho trovato un ministro tranquillo e se ci fosse stato qualcosa penso me lo avrebbe detto. Invece non mi ha detto niente. Sono passati già due giorni e quindi mi sento tranquillo''.

 

E anche Ruscitti ha aggiunto che ''ci sentiamo spesso con il presidente dell'istituto Brusaferro anche lui sereno sui dati che comunichiamo''. Insomma a quanto pare nessuno ha chiesto niente a Fugatti e soci e siccome da Roma non è stato affrontato l'argomento, la Pat si mostra sicura. Poi Fugatti ha spiegato che ''nei prossimi giorni uscirà un nuovo protocollo sui tamponi molecolari e antigenici. Alla data odierna il ministero questi dati non li prende in considerazione. Di certo c'è che il Trentino la sanità pubblica l'ha sempre rispettata perché se si è positivi all'antigenico si viene messi in quarantena. Questo è un percorso che ha garantito la sanità pubblica. Il fatto che si possono fare i tamponi molecolari di controllo entro il decimo giorno non lo abbiamo inventato noi lo ha richiesto il ministero con una circolare del 30 ottobre. Si sta parlando di salute pubblica e sanità pubblica e ci muoviamo nelle regole''.

 

 

 

 

E anche Ferro ha voluto rassicurare sulle procedure: ''Il fatto di non discriminare tra molecolare e antigenico è una caratteristica del Trentino condivisa con il ministero che pone le sue radici su una circolare del 2 novembre che spiega (...) che se c'è circolazione diffusa del virus non era necessaria la conferma immediata ma è importante fare conferma alla decima giornata ma quello che era importante era mettere subito in isolamento la persona''.

 

 

 

 

E come vedete la confusione è aumentata ancora sul tema. Ferro cita la circolare del 2 novembre e dice che il tampone di controllo va fatto al decimo giorno; Fugatti parla di circolare del 30 ottobre e che il tampone di controllo va fatto entro i 10 giorni e poi c'è il Fugatti del 15 novembre che spiegava ai cittadini che il tampone di controllo, quando lo si riusciva a fare, lo si faceva tra i 10 e i 14 giorni e ancora il Fugatti di ieri che diceva entro i 10 giorni. 

 

 

 

 

Il mistero si infittisce e ad ogni conferenza stampa la confusione aumenta. Come il Dolomiti abbiamo provato proprio a chiedere lumi sull'argomento per avere chiarezza ma non è stata posta in conferenza stampa e allora ecco servita per i cittadini l'ennesima frittata di informazioni confuse e confusionarie. Chissà cosa accadrà nelle prossime puntate.   

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 marzo - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 marzo - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

03 marzo - 18:42

Il presidente ha confermato l'intenzione di proseguire con le lezioni in presenza. Ferro ha raccomandato di arieggiare gli spazi chiusi e mantenere le distanze sociali: ''Non ci rendiamo conto di quanto sia stressato il nostro sistema sanitario per questo aumento dei ricoveri che temo per i prossimi 10 giorni non potranno che aumentare''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato