Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la Calabria (pur con contagi bassissimi) dà l'ok a ristoranti e bar all'aperto ma Conte la blocca: ''Illegittima qualsiasi misura meno restrittiva del Governo''

Questa notte Jole Santelli ha firmato un'ordinanza che molti sindaci del territorio (compreso quello di Reggio Calabria che è a contagio praticamente prossimo allo zero) hanno già detto che non rispetteranno. Il presidente del consiglio in Aula ha bloccato tutto e la cosa potrebbe rappresentare un importante precedente anche per altri territori (messi anche peggio sul piano del contagio)

Pubblicato il - 30 aprile 2020 - 12:33

REGGIO CALABRIA. Bar e ristoranti potranno somministrare i loro prodotti nei tavolini all'aperto. Questa la novità inserita nell'ordinanza firmata dalla presidente Jole Santelli in Calabria operativo a partire da oggi. Lei lo ha spiegato così: ''È consentita la ripresa delle attività di ristoranti, pizzerie, rosticcerie per la preparazione dei relativi prodotti da effettuarsi a mezzo asporto ed è consentita la ripresa delle attività di bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, agriturismo con somministrazione esclusiva attraverso il servizio con tavoli all’aperto'', specificando che tale ''possono essere riattivate presso gli esercizi che rispettano i le misure minime “anti-contagio”''.

 

Una fuga in avanti che sta trovando l'opposizione di molti sindaci della sua stessa regione e soprattutto del Governo che è pronto a diffidare la Calabria per quanto deciso nonostante, va detto, la regione sia nella parte bassa del contagio. Per capirsi in Calabria vivono circa 2 milioni di abitanti e i contagi sono di poco superiori ai 1.100 casi e 86 vittime mentre in provincia di Trento ci sono circa 500.000 abitanti i contagi sono oltre 4.500 con 416 morti (dati aggiornati a ieri). Inoltre la Calabria dai primi di aprile ha dei tassi di contagio bassissimi con intere provincie che hanno toccato lo zero di crescita circa tre settimane fa (ieri in tutta la regione sono stati segnalati 5 casi contro i 40 in Trentino).

 

Insomma è uno di quei territori che sta messo bene nella curva del contagio. Secondo i dati elaborati sulla scorsa settimana da Youtrend meglio ci sono solo l'Alto Adige, la Valle d'Aosta, la Sardegna e soprattutto l'Umbria con curve del contagio ormai prossimo allo zero da svariati giorni. Eppure il Governo è intenzionato a frenare questa fuga in avanti della Calabria che rappresenterebbe una sorta di ''liberi tutti'' rappresentando un pericolosissimo precedente. Lo hanno capito molti sindaci del territorio che, pur vivendo in contesti con contagi apparentemente sotto controllo, sanno che per un azzardo di pochi giorni si rischierebbe di far precipitare rapidamente la situazione finendo, magari, per passare anche l'estate in lock down. 

 

Il sindaco di Reggio Calabria (una delle province che più volte ha fatto registrare zero contagi nelle ultime settimane), Giuseppe Falcomatà che ha comunicato che "a volte la realtà supera la fantasia. Non si gioca sulla pelle e sulla salute dei cittadini. Spero che la notte porti consiglio, in caso contrario ci determineremo di conseguenza. Intanto chiedo a tutti di mantenere la calma, ne parliamo domattina". E in queste ore anche Conte ha parlato in Parlamento ribadendo che "non ci sarà un piano rimesso a iniziative improvvide di singoli enti locali, ma basato su rilevazioni scientifiche. Iniziative che comportino misure meno restrittive non sono possibili, perché in contrasto con le norme nazionali, quindi sono da considerarsi illegittime". 

 

L'ordinanza di Santelli poi disponeva anche il commercio al dettaglio di fiori, piante,semi e fertilizzanti, l'attività da asporto di ristoranti, pizzerie, rosticcerie e bar, consente gli spostamenti all'interno del proprio Comune o verso altri Comuni per lo svolgimento di sport individuali e gli spostamenti per raggiungere le imbarcazioni di proprietà da sottoporre a manutenzione e riparazione. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 aprile - 19:58
Trovati 85 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 130 guarigioni. Sono 1.367 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
18 aprile - 19:42
Da domani (19 aprile) in Trentino bar e ristoranti potranno effettuare il servizio ai tavoli all’aperto dalle 5 alle 18. Ecco tutte le nuove [...]
Cronaca
18 aprile - 19:27
E' enorme il cordoglio in Trentino, così come nel mondo del miele e della ristorazione. L'imprenditore è morto all'ospedale Santa Chiara di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato