Contenuto sponsorizzato

Referendum, a Trento il No ha il dato più alto: al 43% (a Mezzano ha quasi pareggiato). Il Sì vince ovunque e stravince a Pieve di Bono

Ecco i dati per comune per il Referendum in Trentino. Alla fine in provincia ha vinto il Sì con il 63,61% (mentre in Alto Adige ha superato il 79%). Ecco il focus su tutte le amministrazioni

Pubblicato il - 21 settembre 2020 - 20:05

TRENTO. A Bolzano il referendum spopola, a Trento un po' meno ma alla fine il risultato è lo stesso: vince il ''Sì'' con in tutto il Paese e con esso il taglio di deputati e senatori. Con il voto di ieri e oggi, infatti, si è dato il via libera alla riduzione del numero dei parlamentari: un taglio lineare senza modifiche al sistema politico, che resta quello del bicameralismo perfetto, che però si troverà semplicemente ad operare con meno rappresentanti dei cittadini a disposizione: il numero dei deputati infatti passerà dagli attuali 630 a 400, quello dei senatori eletti da 315 a 200

 

E se in Alto Adige il Sì ha superato l'80%, uno dei dati più alti in assoluto, in Trentino il Sì si è fermato al 64% mentre il No non ha superato il 36%. A Rovereto il Sì si è fermato al 60%, a Trento addirittura al 57%, Pergine al 62%, Riva del Garda al 64% come anche ad Arco. A Cavalese il ha ottenuto il 58,71% e il No il 41,29% mentre a Moena il ha vinto con il 65,47% e il No si è fermato al 34,53%. A Mezzocorona il si è assestato al 68% contro il No al 32% mentre a Mezzolombardo il ha raggiunto il 65,67% e il No il 34,33%. Passando alla Val di Sole a Malè il Sì ha vinto con il 69,12% e il No al 30,88 mentre in Val di Non Cles ha visto il arrivare al 63,47% e il No al 36,53%.

 

Ecco il focus su tutti i comuni con la percentuale di che sono stati espressi:

 

Ala 

66,26%

 

Albiano

71,29%

 

Aldeno

64,90%

  

Altavalle

69,72%

 

Altopiano della Vigolana

61,97%

 

Amblar Don

 

Andalo

Sì 72,84%

 

Arco 

Sì 64,04%

 

Avio 

Sì 68,93%

 

Baselga di Pinè 

Sì 63,74%

 

Bedollo

Sì 68,64%

 

Besenello

64,74%

 

Bieno

76,05%

 

Bleggio Superiore

69,45%

 

Bocenago

72,97%

 

Bondone

72,83

 

Borgo Chiese

68,14

 

Borgo d'Anaunia

73,57

 

Borgo Lares

70,98

 

Borgo Valsugana

65,04%

 

Brentonico

67,85%

 

Bresimo

79,21

 

Caderzone Terme

72,73

 

Calceranica

 

Caldes

67,05

 

Caldonazzo

62,38

 

Calliano

66,76

 

Campitello di Fassa

62,73

 

Campodenno

66,07

 

Canal San Bovo

58,75

 

Canazei

64,31

 

Capriana

70,78

 

Carisolo

 

Carzano

76,99

 

Casetl Condino

72,18

 

Castel Ivano

69,92

 

Castello Tesino

68,87

 

Castello Molina di Fiemme

61,54

 

Castelnuovo

68,29

 

Cavalese

58,71

 

Cavareno

62,31

 

Cavedago

76,75

 

Cavedine

68,15

 

Cavizzana

79,87

 

Cembra Lisignago

67,78

 

Cimone

64,51

 

Cinte Tesino

 

Cis

69,12

 

Civezzano

62,94

 

Cles

66,47

 

Comano Terme

63,88

 

Commezadura

77,16

 

Contà

 

Croviana 

65,27

 

Dambel

70,26

 

Denno

68,26

 

Dimaro Folagrida

67,66

 

Drena

70,03

 

Dro

66,49

 

Fai della Paganella

69,24

 

Fiavè

71,45

 

Fierozzo

74,77

 

Folgaria

76,31

 

Fornace

69,92

 

Frassilongo 74,07

 

Garniga Terme

68,63

 

Giovo 

69,94

 

Giustino

68,99

 

Grigno

69,81

 

Imer (unico caso in cui ha vinto il No)

46,23 

 

Isera

58,82

 

Lavarone

69,44

 

Lavis 

61,76

 

Ledro

67,90

 

Levico Terme

60,84

 

Livo

73,08

 

Lona Lases

70,55

 

Luserna

57,38

 

Madruzzo

67,01

 

Malé

69,12

 

Massimeno

74,29

 

Mazzin

65,75

 

Mezzana

67,45

 

Mezzano

51,33

 

Mezzocorona

68,03

 

Mezzolombardo

65,67

 

Moena

65,47

 

Molveno

71,27

 

Mori

64,05

 

Mago Torbole

58,51

 

Nogaredo

66,15

 

Nomi

61,95

 

Novaledo

 

Novella

65,18

 

Ospedaletto

70,04

 

Ossana

66,67

 

Palù del Fersina

65,22

 

Panchià

65,83

 

Pejo

72,23

 

Pellizzano

67,95

 

Pelugo

 

Pergione Valsugana

62,49

 

Pieve di Bono-Prezzo

81,26

 

Pieve Tesino

69,31

 

Pinzolo

 

Pomarolo

67,73

 

Porte di Rendena 

71,45

 

Predaia

67,60

 

Predazzo

59,57

 

Primiero San Martino

53,49

 

Rabbi

 

Riva del Garda

64,33

 

Romeno

 

Roncegno Terme

68,51

 

Ronchi Valsugana

70,96

 

Ronzo Chienis

75,79

 

Ronzone

59,15

 

Roverè della Luna

69,47

 

Rovereto

58,86

 

Rufrè Mendola

73,44

 

Rumo

73,68

 

Sagron Mis

61,98

 

Samone

69,87

 

San Giovanni di Fassa

63,39

 

San Lorenzo Dorsino

66,34

 

San Michele 

69,68

 

Sant'Orsola

62,96

 

San Zeno

71,20

 

Sarnonico

 

Scurelle

74,64

 

Segonzano

63,90

 

Sella Giudicarie

71,48

 

Sfruz

65,60

 

Soraga di Fassa

67,14

 

Sover

 

Spiazzo

71,78

 

Spormaggiore

 

Sporminore

77,38

 

Stenico

61,71

 

Storo

75,44

 

Strembo

74,62

 

Telve

 

Telve di Sopra

72,17

 

Tenna

58,86

 

Tenno

68,34

 

Terragnolo

61,19

 

Terre d'Adige

64,74

 

Terzolas

75,43

 

Tesero

62,53

 

Tione di Trento 

67

 

Ton

71,63

 

Torcegno

60,58

 

Trambileno

62,65

 

Tre Ville

73,72

 

Trento

57,14

 

Valdaone

76,94

 

Valforiana

68,59

 

Vallarsa

64,92

 

Vallelaghi

62,81

 

Vermiglio

73,25

 

Vignola Falesina

58,12

 

Villalagrina

60,06

 

Ville d'Anunia

69,78

 

Ville di Fiemme

64,09

 

Volano

58

 

Ziano di Fiemme

69,91

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 19:34

Nella serata di ieri il Gattogordo di Trento è stato teatro di una discussione animata tra il proprietario Villotti e un gruppo di carabinieri, poliziotti e finanzieri. Secondo questi ultimi, dalle 20 il ristorante non può servire ai tavoli solamente bevande. L’oggetto del dibattito è la parola “attività” di ristorazione, che ha generato non poca confusione

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato