Contenuto sponsorizzato

Sgarbi contro le mascherine all'aperto (''E' da idioti indossarle'') e a Conte: ''Che il cielo ti fulmini''. Per Sutri adotta l'ordinanza Fugatti

Il presidente del Mart, attaccato anche a Ferrara per essere apparso spessissimo senza mascherina ha spiegato che ha un certificato medico per non indossarla e che comunque dietro a questi fondamentali dispositivi di sicurezza si annidano business milionari e vere e proprie truffe ai cittadini. Intanto nel suo comune nel viterbese ha dichiarato di adottare le disposizioni della provincia di Trento e riferendosi a Fugatti ha detto: ''Lui non è un cuor di leone, però l'ha fatto''

Di Luca Pianesi - 27 ottobre 2020 - 12:17

TRENTO. ''Imbecille'', ''cazzo'', ''culo'' e addirittura un ''che il cielo ti fulmini''. Vittorio Sgarbi da ore sta sparando un video dietro l'altro, sulla sua pagina Facebook, dove tra una parolaccia e un insulto scappa anche qualche concetto che si riassume in una lotta senza quartiere contro la mascherina (''la verità della mascherina è che serve solo per rubare soldi'' e ancora ''la mascherina all'aperto indossarla è da idioti'') e contro il governo Conte e i suoi dpcm. L'ultimo in particolare ha spinto il presidente del Mart a invitare la popolazione e gli esercenti colpiti dai provvedimenti a ''ribellarsi'' aggiungendo frasi del tipo ''che tu sia maledetto Conte e maledetta la miseria che vuoi diffondere attraverso la paura'' o ancora, riferendosi al dpcm, ''le misure di sicurezze del cazzo, chiudere i ristoranti alle 18? Nel culo devi chiuderei i ristoranti imbecille. Spero che il cielo fulmini Conte e sono con tutti quelli che protestano''.

 

In questo quadro il vulcanico parlamentare è rimasto particolarmente colpito dalla decisione presa dal presidente della provincia di Trento Fugatti di copiare (male perché senza il sostegno di una legge, come ha fatto l'Alto Adige, l'ordinanza di Fugatti può essere annullata direttamente dal Tar senza il bisogno di passare in corte costituzionale) la linea presa da Bolzano, ha deciso di adottare a sua volta, a Sutri, dove è sindaco, tali direttive. E mentre era a Ferrara e spiegava la sua opposizione al decreto ha detto: ''Voi chiamate Fugatti perché lì (nella sua ordinanza ndr) non fa riferimento al fatto che è autonomo, perché dice che debbono obbedire anche loro, lui non so perché l'abbia fatto, lui non è un cuor di leone, però l'ha fatto''.

 

 

 

 

''Ho deciso - spiega Sgarbi in una nota - nell’ambito delle ulteriori misure urgenti per la prevenzione e gestione della emergenza epidemiologica da covid 2019, di condividere la linea rigorosa del Presidente della Provincia di Trento anche in riferimento agli articoli 4 e 5 della legge costituzionale del 18 ottobre 2001, emanando una ordinanza corrispondente a quella dell’articolo 40 e 41 dell’ordinanza presidenziale, dando queste indicazioni: 40) le attività degli esercizi di ristorazione sono consentite dalle ore 5.00 fino alle ore 20.00 per i bar, le gelaterie e le pasticcerie e fino alle ore 22.00 per i ristoranti. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone, salvo che siano tutti conviventi; 41) dalle ore 18.00 la consumazione di pasti e bevande è consentita solo al tavolo con assegnazione di posti a sedere; L’ordinanza sindacale non si discosta dal comma 2 dell’articolo 12 del dpcm del 24 ottobre''.

 

E poi la risposta a chi lo critica per il fatto che spesso e volentieri lo si vede senza mascherina. Qualcosa al quale ormai si è abituati al Mart di Rovereto dove la mascherina viene fatta indossare ai visitatori ma non a lui e a chi lo circonda come documentato da frotte di foto che circolano in ogni dove. La mascherina è qualcosa di semplicissimo da indossare e che non richiede nessuno sforzo particolare ma per il presidente Sgarbi rappresenta un sorta di tortura anzi, peggio, una vera e propria truffa ai cittadini che servirebbe a mettere in moto un business milionario.

 

Lui, per conto suo, ha spiegato che si è fatto fare un certificato dal ''dottor Zamboni che prescrive - dice in uno dei tanti video - che io non devo indossare la mascherina''. ''All'aperto la mascherina portarla è da idioti - aggiunge -. Quindi non rompete il cazzo non difendete la speculazione. Non è obbligatoria all'aperto e io ho giustificazione del medico. Lo dico a quelli che a Ferrara mi criticano e anche altrove. Sono ladri quelli che stanno dietro alle mascherine''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 20:20

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 49 in alta intensità. Sono stati trovati 176 positivi a fronte dell'analisi di 740 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 23,8%

30 novembre - 20:31

Un'operazione un po' diversa rispetto al modello di screening di massa altoatesino, ma comunque un'attività a più ampio raggio per cercare di interrompere il prima possibile eventuali catene di contagio attraverso una serie di test antigenici. E' necessaria l'impegnativa del medico di base per portare effettuare il tampone

30 novembre - 19:37

La proposta è quella degli skipass solo a chi pernotta almeno 1 notte in una struttura oppure le persone che possiedono o mettono in affitto una seconda casa. Dura la Cgil, Stefano Montani: "Ennesima estemporanea uscita di Failoni, una proposta che almeno ha il pregio di far sorridere, magari amaramente, ma pur sempre sorridere. L'assessore in cerca di facile pubblicità la smetta di ragionare da albergatore e inizi a farlo da assessore"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato