Contenuto sponsorizzato

Il leghista Savoi: “I sindacati in Trentino? Gente inutile, persone mantenute e parassite. Forza Giunta Fugatti, il Trentino vero è con noi”

Il presidente della Lega trentina attacca Governo “politici che fanno schifo” e sindacati “parassiti”. L’unico che si salva è Fugatti “che con coraggio e senso di responsabilità corregge il dogma di Conte dalle braghe onte”. La replica di Grosselli: “Un commento? Non serve. Bastano i dati dell’epidemia e la curva stimata qualora le misure non dovessero risultare efficaci”

Di Tiziano Grottolo - 28 ottobre 2020 - 10:49

TRENTO. “I sindacati in Trentino? Gente inutile, persone mantenute e parassite”, parola di Alessandro Savoi presidente della Lega trentina nonché consigliere provinciale. Parole offensive, soprattutto se pronunciate da un rappresentante delle istituzioni e, come se non bastasse, non è nemmeno la prima volta che il consigliere si rivolge in questo modo verso le organizzazioni sindacali.

 

Il motivo di tanto livore è riconducibile alla presa di posizione di Cgil, Cisl e Uil “colpevoli” di aver criticato l’ultima ordinanza di Fugatti. Tra l’altro non si è trattata nemmeno di una bocciatura completa visto che gli stessi sindacati hanno rilevato come il provvedimento introduca “delle mitigazioni ragionevoli ad alcune misure, nonostante – spiegavano – manchi di coraggio e non preveda nessun rafforzamento al sistema sanitario”.

 

Eppure per Savoi non basta, chi critica merita una lezione: “Leggo con stupore le affermazioni dei sindacati trentini sull’ordinanza di Fugatti che con coraggio e grande senso di responsabilità corregge in parte il dogma di Conte dalle braghe onte. Se la prendano con loro compagni al Governo – aggiunge il leghista – politici che fanno schifo, dato che sono incapaci e incompetenti”.

 

Il consigliere ne ha proprio per tutti e si lancia anche in un attacco a un esponente del Partito Democratico: Sulla cultura se la prendano con l’inutile ministro Franceschini”. Poi, riferendosi sempre ai sindacati, l’ultimo affondo: “Non vi ascolta più nessuno. Forza Giunta Fugatti. Il Trentino vero, caparbio e tenace, è con noi”. Certo non stupisce che la Provincia trovi sempre delle grandi difficoltà quando deve confrontarsi con i sindacati dal momento che le parole di Savoi non vengono quasi mai stigmatizzate. In fondo è “soltanto” il presidente del partito di maggioranza.

 

Il segretario della Cgil, Andrea Grosselli, preferisce non entrare nel merito: “Un commento? Non serve. Bastano i dati dell’epidemia e la curva stimata dal Sole 24 ore”. Il riferimento è allo studio pubblicato dal quotidiano che elabora delle previsioni, qualora le misure adottate non dovessero rivelarsi efficaci: al 15 novembre i positivi sarebbero quasi 1 milione, con 5.700 terapie intensive occupate e 610 decessi giornalieri.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 04:01

Un quadro completo della situazione epidemiologica che si potrebbe avere da lunedì: il ministero ha chiesto alle Regioni e alle Province autonome di comunicare i dati completi, così come di tenere separate le voci ''positivi da antigenici'' e ''positivi da molecolari'' e, finalmente, si farà forse chiarezza

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato