Contenuto sponsorizzato

"Conte può dare via il c**o. Ha rotto il ca**o", Vittorio Sgarbi senza freni commenta così il Dpcm

E' un Vittorio Sgarbi (anche questa volta) incontenibile quello che a un programma dell'emittente Radio Radio ha commentato le nuove misure del Dpcm e la raccomandazione a usare la mascherina anche in casa laddove ci siano dei non congiunti. "Può dare via il culo, uno a casa fa quel cazzo che vuole"

Pubblicato il - 13 ottobre 2020 - 15:45

TRENTO. “Conte deve dare via il culo, uno a casa può fare quel cazzo che vuole”. Sono queste le parole con cui il presidente del Mart Vittorio Sgarbi ha commentato il nuovo Dpcm dell'esecutivo con cui si introducono nuove restrizioni. Intervenuto in un programma di Radio Radio, il critico d'arte e parlamentare non ha certo avuto parole dolci verso le misure decise dal governo, in particolare verso la raccomandazione data dal premier al suo utilizzo in casa qualora ci siano ospiti.

 

Interrogato dall'intervistatore, Sgarbi ha risposto: “Conte deve andare a dare via il culo, come probabilmente ha già fatto. Uno a casa può fare quel cazzo che vuole. Devo dire potrebbe anche fare p*****i con la mascherina. Ha rotto il cazzo, lui...perfino, qualunque medico ha detto all'aperto non deve portare la mascherina, la regola del distanziamento la sappiamo da mesi. È inutile che insistano facendo delle pantomime ridicole, queste teste di cazzo. Poi, come di inverno ci mettiamo i maglioni, le persone sono abbastanza avvedute da saper cosa fare. Hanno rotto il cazzo”.

 

Assecondato dal presentatore, che ha sottolineato come il governo “potesse evitare di parlare di mascherina in casa”, il presidente del Mart ha poi concluso: “Può anche infilarsi un mattarello nel culo”.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 gennaio - 20:46

Sono 236 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi comunicati 2 decessi. Sono 20 i Comuni con almeno 1 nuova positività

27 gennaio - 21:02

Il deputato della Lega ha incassato l'interessamento dell'associazione Millions of friend in Romania a valutare la possibilità di ospitare un orso attualmente rinchiuso al Casteller. Maturi: "Ora bisognerà comprendere le eventuali incombenze burocratiche e perfezionare eventuali accordi, ma possiamo serenamente affermare che da oggi c'è un cambio di passo"

27 gennaio - 19:08

Nella frazione tionese di Saone campeggia ancora una via dedicata al gerarca fascista Italo Balbo. Il responsabile trentino dell'Uaar Giacomini ha scritto una lettera aperta al Comune affinché si cambi: "E' una manganellata alla memoria dei trentini". Il sindaco di Tione Eugenio Antolini: "Se ci verrà posta la questione, valuteremo il da farsi"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato