Contenuto sponsorizzato

Sgarbi contro Virginia Raggi: ''Prima di essere eletta faceva la cameriera''. La risposta della sindaca: ''Lavoro più che dignitoso, vergognati''

Botta e risposta tra il presidente del Mart, che ieri ha presentato i candidati della sua lista per le elezioni di Roma, e la sindaca Raggi. Di Maio: "Sorprende come una persona di cultura riesca ad essere così volgare e offensiva"

Di GF - 23 December 2020 - 08:42

TRENTO. E' ancora una volta polemica sulle parole del presidente del Mart Vittorio Sgarbi dette nella giornata di ieri a Roma durante la presentazione dei candidati presidenti dei 15 Municipi della Capitale, che correranno sotto il simbolo ‘Rinascimento-Sgarbi sindaco di Roma’.

 

Sgarbi, infatti, nel corso dell’evento ha attaccato la sindaca in carica Virginia Raggi dicendo: “Secondo me prima di fare il sindaco era una cameriera nell’ufficio di avvocati”. Parole queste che sono state immediatamente riprese da diversi giornali. Una frase infelice che ha innescato immediatamente diverse reazioni e che ha anche portato ad un botta e risposta con Virginia Raggi.

 

La sindaca ha risposta immediatamente su Twitter. “Nella mia vita – ha scritto rivolgendosi a Sgarbi - ho lavorato. E tra le tante cose ho fatto anche la cameriera. Che è un lavoro più che dignitoso. Dovresti avere rispetto per chi si guadagna da vivere ogni giorno con fatica e onestà, soprattutto in questo momento. Vergogna!”

Ad intervenire e a chiedere rispetto è anche il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. “Non ho l’abitudine di rispondere a Vittorio Sgarbi, lo sapete – scrive in un post - sorprende come una persona di cultura riesca ad essere così volgare e offensiva. Non è il nostro stile. Non è nemmeno lo stile di Virginia Raggi , che gli ha risposto da signora. Farsi le ossa sul lavoro è infatti una cosa onorevole e dignitosa, di cui andare fieri. Basta attaccare Virginia, basta offenderla, basta insulti. Chiediamo rispetto. Se oggi a Roma gli appalti sono regolari, se i parchi vengono puliti e curati, se è possibile andare in bici, se non ci sono più tangenti che girano e se le aree urbane iniziano ad essere finalmente riqualificate (incluso il manto stradale) è grazie a Virginia Raggi, alla sua giunta e a tutti i consiglieri del Movimento 5 Stelle”.

Sgarbi, però, non contento ha rincarato la dose intervenendo nuovamente. “Cara Virginia Raggi, quelli come te non dovrebbero lavorare, visto come hai ridotto Roma. Io ti lascerei a casa, con il reddito di cittadinanza. Chissà quanti piatti avrai rotto, come cameriera, lavoro dignitoso, ma che richiede abilità. Vergognati tu, sindaca per caso di una città umiliata”.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 settembre
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
16 settembre - 12:36
La norma che prevede la partecipazione della Pat in Itas Mutua è stata impugnata dal governo. Già la Procura della Corte dei conti aveva [...]
Cronaca
16 settembre - 13:04
La scorsa settimana Rita Amenze è stata uccisa all'uscita dal lavoro, ieri un uomo ha sparato al volto di  Alessandra Zorzin. Il sindaco [...]
Cronaca
16 settembre - 12:20
L’obbligo di Green pass per andare al lavoro scatterà dal 15 ottobre. L’Italia è il primo Paese ad adottare una decisione di questa portata. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato