Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, presentato il passaporto vaccinale europeo. Ecco quando arriva e a cosa serve. Sassoli: "Strumento per riaprire le attività"

Il capo della task force europea sui vaccini ha presentato per la prima volta il "passaporto vaccinale", documento che da metà luglio dovrebbe permettere di viaggiare e partecipare agli eventi. "E' lo strumento per riaprire le attività", ha spiegato il presidente del Parlamento Ue Sassoli

Di Davide Leveghi - 29 marzo 2021 - 10:31

TRENTO. Prossimo obiettivo raggiungere l'immunità di gregge europea entro metà luglio e permettere da giugno di muoversi con il passaporto vaccinale. Sono questi i principali contenuti illustrati dal commissario europeo al mercato interno e capo della task force sui vaccini Thierry Breton, che in un'intervista rilasciata a Le Figaro ha presentato in anteprima il documento su cui sta lavorando l'Europa in vista dell'estate.

 

L'idea è garantire la possibilità di spostarsi e di partecipare a determinati eventi grazie ad un documento che certifichi la vaccinazione anti-Covid svolta. È il famoso “passaporto vaccinale” di cui tanto si parla da mesi. “Ci sarà una versione per lo smartphone ed una stampabile – ha spiegato Breton, tenendo in mano un foglio giallo e bianco con un codice Qr – conterrà la data di nascita, il numero di passaporto, il codice che conferma l'avvenuta vaccinazione, la tipologia di vaccino e se si possiedono gli anticorpi”.

 

Il documento, ha spiegato il capo della task force Ue sui vaccini, sarà armonizzato, cioè uguale per tutti i Paesi dell'Unione. Nondimeno, non sarà obbligatorio e l'alternativa pensata per ovviare al possibile ingresso sugli aerei o a grandi luoghi pubblici dove si tengono eventi sono i test antigenici rapidi. L'obiettivo, ha aggiunto, è dunque quello di ridurre al minimo il rischio di diffusione del contagio.

 

Presupposto per la messa in pratica di questo progetto rimane però la progressione della campagna vaccinale. L'obiettivo è il raggiungimento dell'immunità di gregge entro metà luglio, considerando che alla fine del terzo semestre l'Europa attende l'arrivo di 360 milioni di dosi, che saliranno a 420 a metà del mese.

 

Secondo quanto dichiarato dal presidente del Parlamento europeo David Sassoli nel programma su Rai 3 Mezz'ora in più, l'assemblea Ue voterà il passaporto il 26 aprile. “E' lo strumento per riaprire le attività - ha poi aggiunto il presidente – e per garantire agli anziani un ritorno alla vita normale”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 settembre
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cultura
16 settembre - 11:29
A partire dal 15 novembre l'attuale direttore del Centro Servizi Santa Chiara lascerà il proprio incarico. Andrà il Lombardia dove sarà [...]
Cronaca
16 settembre - 11:28
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri il socio di una ditta di autospurgo è stato travolto dal suo stesso mezzo che era stato parcheggiato in [...]
Cronaca
16 settembre - 10:15
Erano da poco passate le 8 questa mattina quando sulla circonvallazione tra Bolognano e Arco una donna ha perso il controllo del suo veicolo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato