Contenuto sponsorizzato

Fugatti incontra il premier Draghi e chiede di "Sospendere per 2 anni il versamento previsto dal Patto di Garanzia''

L'altra questione posta all'attenzione del presidente del Consiglio Draghi riguarda i gettiti fiscali arretrati derivanti anch'essi dal Patto di Garanzia del 2014. Il presidente del Consiglio Draghi ha preso atto delle richieste e si è riservato di verificarli con i ministeri competenti

Pubblicato il - 22 aprile 2021 - 13:00

TRENTO. “Sospendere per due anni il versamento a Roma e di poter utilizzare le risorse per alimentare gli investimenti sul territorio” è questa una delle richieste fatte quest'oggi dal presidente Maurizio Fugatti al premier Mario Draghi durante l'incontro che si è tenuto quest'oggi a Roma.

 

Un incontro, viene spiegato in una nota della Pat, che si è svolto “in un'atmosfera distesa” e nel corso del quale il presidente Draghi ha ricordato con piacere i tre anni trascorsi a Trento come docente all'Università.

 

Sul tavolo il presidente Fugatti, come già detto, ha messo in primis il tema del concorso al risanamento dei conti pubblici nazionali previsto dal Patto di Garanzia del 2014 e che vale 430 milioni annui.

 

L'altra questione posta all'attenzione del presidente del Consiglio Draghi riguarda i gettiti fiscali arretrati derivanti anch'essi dal Patto di Garanzia del 2014. Gettiti che il Ministero dell'economia e delle finanze riconosce, ma che per questioni tecniche non sono ancora stati sbloccati. Anche questa partita vale 430 milioni di euro.
 

"L'incontro è stato cordiale - commenta al termine del confronto il presidente Fugatti - ed è stata la prima volta in cui abbiamo potuto come Provincia Autonoma di Trento interloquire con il primo ministro Draghi".

 

Sulla questione del concorso annuale che la Provincia di Trento fornisce ai conti pubblici nazionali è stato chiesto di “trasformarlo in una forma di investimenti per il territorio". Sugli arretrati fiscali con il governo "che sono riconosciuti a favore della Provincia - aggiunge Fugatti - abbiamo chiesto di poterli inserire in uno dei prossimi disegni di legge che entro l'anno vanno in Parlamento".

Il presidente del Consiglio Draghi ha preso atto delle richieste e si è riservato di verificarli con i ministeri competenti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 maggio - 09:28
L’impatto è stato così violento che il rimorchio del camion si è ribaltato spargendo il suo carico di rifiuti sulla carreggiata, la viabilità [...]
Cronaca
23 maggio - 10:00
Mauro Favalli si trovava assieme ad alcuni amici motociclisti quando ha perso il controllo del mezzo sul quale stava viaggiando schiantandosi [...]
Cronaca
23 maggio - 08:24
Grande cordoglio per la scomparsa di Enrico Giovannini vittima di un incidente in montagna: “Penso che sia stato un piacere conoscerti, ridere [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato