Contenuto sponsorizzato

Prima i trentini o prima la Lega Salvini? Fugatti ''propone'' e la Regione assume un giornalista che arriva dall'ufficio stampa della Lega a Roma

Le perplessità del sindacato dei giornalisti e di Assostampa: ''Con tutti i giornalisti disoccupati trentini ed in particolare del quotidiano Trentino chiuso a metà gennaio, il Vicepresidente leghista della Regione Trentino Alto Adige Maurizio Fugatti, in anticipo sulla imminente staffetta di metà legislatura, ha fatto assumere un collega del suo partito proveniente da Roma ed iscritto all’ordine dei giornalisti della Lombardia''

Di Luca Pianesi - 27 aprile 2021 - 11:04

TRENTO. Prima i trentini o prima Lega Salvini? La domanda, ironica, rimbalza da tempo in Provincia di Trento dove tra strappi sul coprifuoco e foto con cagnolini in braccio il presidente Fugatti sembra costantemente impegnato nel tentativo di assecondare il Capitano in ogni sua iniziativa.

 

Ieri la Regione Trentino Alto Adige ha assunto un giornalista per l'ufficio stampa regionale con una delibera (la 71 del 26 aprile 2021) ''su proposta del Vice Presidente Sostituto del Presidente Maurizio Fugatti'': la scelta, per chiamata diretta e senza concorso pubblico (tutto in regola, per carità, lo specifichiamo perché come si legge nella stessa delibera ''all'Ufficio stampa possono essere assegnati fino ad un massimo di due giornalisti iscritti all'albo nazionale, assunti anche dall'esterno con contratto a tempo determinato di durata non superiore a quella della Giunta in carica.”) è ricaduta su Davide Cordua.

 

''Un giornalista sicuramente molto bravo - commenta al riguardo il consigliere provinciale Luca Zeni - non ho alcun elemento per discuterne la professionalità, ma che per pura coincidenza lavorava all’ufficio stampa della Lega a Roma, dopo aver lavorato al sito Padania.net. Forse, in un momento molto difficile per l’editoria locale, che, in particolare dopo la chiusura del quotidiano “il Trentino”, vede molti validi giornalisti trentini senza lavoro o con lavori saltuari, si poteva valorizzare qualche professionalità presente sul territorio, visto l’assoluto potere discrezionale della scelta. Purtroppo - conclude Zeni - capita spesso di vedere che il “prima i trentini” venga subito dopo al “prima i leghisti”''.

 

Anche il sindacato dei giornalisti del Trentino Alto Adige e l'Assostampa Trento intervengono al riguardo: ''Con tutti i giornalisti disoccupati trentini ed in particolare del quotidiano Trentino chiuso a metà gennaio, il Vicepresidente leghista della Regione Trentino Alto Adige Maurizio Fugatti, in anticipo sulla imminente staffetta di metà legislatura, ha fatto assumere un collega del suo partito proveniente da Roma ed iscritto all’ordine dei giornalisti della Lombardia. In ciò contraddicendo sé stesso che, come Presidente della Provincia di Trento, ha invece fatto bandire un concorso per l’ufficio stampa della giunta provinciale”.

 

Questa volta, specificano il sindacato e Assostampa, il Presidente Pat e Vicepresidente della Regione sarebbe venuto meno ad uno cardini della sua politica “prima i trentini”. ''Senza volere entrare nel merito della decisione assunta e della persona scelta, alla quale vanno gli auguri di buon lavoro - concludono - Sindacato regionale ed Assostampa Trento contestano il metodo, rivolgendo un pubblico appello al futuro Presidente della Regione affinché tutte le assunzioni avvengano per concorso, unico metodo in grado di garantire trasparenza e parità di opportunità a tutti, compresi i tanti colleghi del territorio rimasti senza lavoro''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'11 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 maggio - 11:45
I laboratori dell'Azienda sanitaria hanno effettuato 6.348 tamponi nelle ultime 24 ore, di cui 997 molecolari e 5.351 antigenici. Sono [...]
Cronaca
12 maggio - 11:25
Gli studenti chiedono la possibilità di dialogare con l’amministrazione comunale e di avviare un tavolo di discussione con residenti ed [...]
Cronaca
12 maggio - 12:00
Non si ferma il conflitto armato fra gruppi palestinesi ed esercito israeliano: da entrambe le parti si contano vittime fra i civili e centinaia di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato