Contenuto sponsorizzato

Sanità, una riforma che non piace a nessuno, Nursing Up: “Rischiamo l’ennesima presa in giro. L’illustrazione del progetto? Solo delle generiche slide”

Anche Nursing up boccia la riforma della sanità promossa dalla Lega: “Sconcertano e preoccupano le parole dell’assessora Segnana che, nonostante i pareri contrari, vuole proseguire sulla strada di adottare una riforma non condivisa con i professionisti sanitari e con le parti sociali che ne rappresentano gli interessi”

Di Tiziano Grottolo - 26 August 2021 - 11:13

TRENTO. Nelle scorse ore la riforma della sanità promossa dalle Lega ha subito una sonora bocciatura. La Quarta commissione infatti, per la prima volta nella storia del Trentino, con 5 voti contrari a 1 ha dato un parere negativo alla proposta illustrata dall’assessora alla Salute Stefania Segnana assieme ai vertici della sanità trentina.

 

Non solo, perché come fa notare Cesare Hoffer, coordinatore di Nursing up Trento, sia gli Ordini delle professioni sanitarie che i sindacati hanno bocciato la riforma. “Pertanto – sottolinea il sindacalista – sconcertano e preoccupano ancor di più le parole dell’assessora Segnana che, nonostante i pareri contrari, vuole proseguire sulla strada di adottare in Giunta una riforma sanitaria non condivisa con i professionisti sanitari e con le parti sociali, ordinistiche e sindacali che ne rappresentano gli interessi”.

 

Secondo Hoffer questa modalità “improntata al mancato ascolto e coinvolgimento degli operatori interessati”, rischia di produrre nei professionisti sanitari e negli operatori già provati dalla pandemia un’ulteriore disaffezione e demotivazione, “minando ancor di più il senso di appartenenza nei confronti di una azienda sanitaria che sentiranno sempre più estranea a loro”. In altre parole è mancato il confronto. “La consultazione di 400 operatori in azienda sanitaria in realtà è stata solo l’illustrazione di alcune generiche slide e non certo un costruttivo confronto tra azienda e professionisti sanitari su un organico documento”.

 

La speranza di Nursing Up è che la Giunta leghista si ravveda e coinvolga maggiormente i sindacati, gli ordini e le parti sociali, “in caso contrario, per i professionisti e gli operatori sarebbe l’ennesima presa in giro”. Come se non bastasse Hoffer denuncia il mancato rinnovo dei contratti della sanità e delle Apsp deciso dalla Giunta: “In un momento così delicato – conclude il sindacalista – i professionisti sanitari avrebbero bisogno di un segnale di riconoscimento per l’enorme sforzo fatto e che tutt’ora sostengono”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
16 ottobre - 06:01
Fausto Manzana (Confindustria Trento): "A seguito di una prima ricognizione non ci sono criticità. C'è qualcosa da migliorare ma il sistema [...]
Cronaca
15 ottobre - 19:56
Trovati 29 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 20 guarigioni. Sono 21 i pazienti in ospedale, di cui 3 ricoverati in terapia [...]
Cronaca
15 ottobre - 20:44
L'allerta è scattata in località Santa Margherita a Castelnuovo. Un 35enne portato in elicottero all'ospedale
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato