Contenuto sponsorizzato

"Il turismo accessibile è aperto a tutti, non significa solo strutture ad hoc per persone disabili". La ministra Stefani: "La creazione di un fondo? Idea nata in Trentino"

Presente al Palazzo della Provincia la ministra per le disabilità in occasione della presentazione del progetto "Trentino per tutti" che punta a rendere il territorio accessibile alle persone con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva e a far diventare il territorio una destinazione turistica inclusiva. Stefani: "Una sfida lanciata a Regioni e Province autonome che in Trentino è stata raccolta subito"

Di Francesca Cristoforetti - 08 agosto 2022 - 20:07

TRENTO. "Il turismo accessibile è un turismo aperto a tutti. Non significa creare soltanto strutture ad hoc o dedicate a persone con disabilità, ma avere un approccio di progettazione universale, in modo che tutti vi possano accedere". Sono state queste la parole pronunciate dalla ministra per le disabilità Erika Stefani, presente alla conferenza stampa di questa mattina (08 agosto) al Palazzo della Provincia autonoma di Trento in occasione della presentazione del progetto "Trentino per tutti".

 

"L'idea di creare un fondo per il turismo accessibile e destinarlo agli enti locali è nata proprio da una visita in Trentino - aggiunge Stefani - sono fondi sperimentali ma abbiamo creato un qualcosa che ha preso il volo. Una sfida lanciata a Regioni e Province autonome e qui in Trentino è stata raccolta subito. Questo è solo l'inizio per affrontare il mondo delle disabilità che ha bisogno di essere guardato con altri occhi, con un'ottica istituzionale diversa. Occorre uscire dalla beneficenza e dall'assistenzialismo per cambiare la narrazione".

 

Il progetto mira a rendere il territorio accessibile alle persone con disabilità fisica, sensoriale, intellettiva e a far diventare la provincia una destinazione turistica inclusiva, riconosciuta dal target di riferimento come destinazione affidabile, organizzata e fra le eccellenze in Italia. La Provincia punta così a dare risposte concrete in una logica di co-progettazione e collaborazione.

Approvato lo scorso aprile dalla Giunta provinciale presentato all'Ufficio per la disabilità del Ministero e accolto in maniera positiva, il progetto ha visto l'avvallo del Ministro per le disabilità: a presentare il percorso insieme alla ministra erano presenti il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, gli assessori provinciali alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana e all'artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni, nonché il dirigente dell'Unità di missione semplice per la disabilità Roberto Pallanch e il dirigente del Servizio turismo e sport Giorgio Cestari.

 

"Nella costruzione del progetto individuale la famiglia e le persone con disabilità saranno fortemente partecipi - sottolinea Stefani - non vogliamo puntare sulla messa a norma". Questo viene sottolineato dalla ministra, che ricalca un concetto riportato qualche mese fa anche da Roberto Vitali, cultore del turismo accessibile - Ceo Village for all che sosteneva: "Una persona con disabilità è un turista. Dobbiamo passare dal concetto di 'disabilità' a quello di 'esigenza' della persona, andando oltre ciò che sono le norme delle strutture".

Il presidente della Provincia dopo aver ricordato la partecipazione della ministra all'inaugurazione del centro Nemo a Pergine, pone l'attenzione sulla "recente istituzione di un'unità di missione strategica dedicata alla disabilità per dare delle risposte dirette e fare da collante tra tutti i servizi provinciali in una logica di ottimizzazione degli interventi".

 

"Trentino per tutti" vedrà infatti un finanziamento statale pari a 1.2 milioni di euro, su una spesa totale di 1.320.000 euro, e una durata di 18 mesi dal 1° ottobre di quest'anno fino al 31 aprile del 2024. Il progetto prevede il coinvolgimento della Provincia con il Servizio turismo e sport e Umse Disabilità e integrazione sociosanitaria, Trentino School of management, Fondazione Franco Demarchi e Trentino Marketing.

"Uno degli aspetti più importanti è quello di mappare al meglio tutte le opportunità che già vi sono in Trentino - spiega l'assessora Segnana - anche da un punto di vista sanitario, e renderle fruibili a disposizione di tutti, attraverso un sito dedicato. Abbiamo già una grande offerta sul territorio, ma riuscire a garantire un progetto strutturato è ancora più importante e innovativo".

 

L'assessore Failoni ricorda come siano già presenti "molti servizi per le persone con disabilità nel sistema ricettivo trentino e come iniziative come queste permettano di fare un salto di qualità, portando avanti progetti innovativi ed esperienziali. Il 30 settembre prossimo sarà inaugurato a Madonna di Campiglio il primo sentiero completamente senza barriere in modo che le persone con  disabilità possano percorrerlo in totale sicurezza".

Alcuni degli step in cui si articolerà "Trentino per tutti": aumentare la consapevolezza sul turismo accessibile di tutti gli operatori del settore attraverso azioni di formazione; introdurre la certificazione Open per le strutture ricettive creando così una rete di strutture e territori adatte a ospitare persone con disabilità e luoghi predisporti per tutti; creare un sistema informativo (portale, app, brochure e altro) che sia accessibile, esaustivo, efficiente e aggiornato nel tempo, per fornire tutte le informazioni necessarie alla persona con disabilità di scegliere in relazione alle proprie capacità e possibilità; progetti pilota di vacanze accessibili per proporre un’esperienza di vacanza in montagna che sia realmente inclusiva.

 

Il Trentino mostra già alcune esperienze di rilievo che vanno in questa direzione. Con questo progetto si intendono sostenere 3 progetti pilota per lo sviluppo di esperienze di vacanza rivolte alle persone con disabilità (Qui l'articolo).

 

Il marchio Open
La certificazione verrà completamente rinnovata e rilanciata sulla base di nuovi requisiti e criteri. Tramite Trentino School of Management, società di formazione in house della Provincia di Trento, si formeranno professionisti della certificazione, con il coinvolgimento di cooperative sociali, associazioni di volontariato, persone fisiche che si accrediteranno per ricoprire la funzione di soggetti certificatori per l'assegnazione e il mantenimento del marchio Open, secondo i relativi disciplinari.

 

Previste anche attività di formazione rivolte a maestri di sci, guide, accompagnatori, personale delle aziende per il turismo, per sensibilizzare e diffondere un approccio adeguato nei confronti dell'ospite disabile, nonché moduli formativi specifici presso gli istituti formativi per il turismo.

 

Bando e tirocini
"Trentino per tutti" si articolerà in uno specifico bando rivolto a finanziare la progettazione e l'esecuzione di tre progetti da svolgere su altrettanti ambiti turistici, che puntano a incrementare la qualità dei servizi peculiari di una vacanza in montagna o al lago, con particolare attenzione alle attività outdoor, alla sentieristica, ai luoghi inseriti in Parchi Naturali, alla fruizione di spazi innevati.

Parte qualificante di "Trentino per tutti" è il coinvolgimento diretto di persone con disabilità. Saranno infatti previsti criteri premiali per l'inserimento lavorativo di soggetti con disabilità attraverso tirocini, in collaborazione con i servizi sociali territoriali e le organizzazioni del terzo settore.

 

Nel dettaglio con le risorse assegnate ai tre vincitori si potranno finanziare: lavori di infrastrutturazione di spazi esistenti o nuovi (sentieri, bike park, impianti di risalita, punti panoramici, tracciati e soste lungolago, piste ciclabili accessibili); acquisto e successiva gestione e manutenzione di joelette-carrozzella fuori strada, handbike, monosci con seduta, barche a vela attrezzate; servizi di mobilità; interventi di segnaletica specifica anche attraverso app e supporti digitali; esperienze turistiche (escursioni, lezioni di sci o altre attività sportive, momenti di incontro con la comunità locale, visite guidate, degustazioni in malga).

 

Ambito sanitario
L'Azienda provinciale per i servizi sanitari prevede già il servizio di continuità assistenziale per i turisti (guardie mediche), la dialisi in vacanza, servizi di mediazione culturale, l'utilizzo delle lingue straniere negli ambulatori, nonché i pronto soccorsi e il Centro Unico di Prenotazioni. Per le persone con disabilità si prevede di introdurre: facilitazione all'accesso alle prestazioni; servizi di informazione evoluti anche tramite il portale; eventuali servizi di trasporto di assistenza da organizzare presso le Aziende per il Turismo e presso le strutture ricettive.

 

Portale "Trentino per tutti"
Verrà attivato un nuovo portale con tutte le informazioni per nuovi soggetti che intenderanno certificarsi, che dovrà diventare il sito di riferimento per tutti coloro che, portatori di bisogni speciali, vorranno fare una vacanza in Trentino.

Il portale sarà integrato con il widget di prenotazione con carta di credito delle strutture ricettive e i contenuti saranno integrati in Trentino Guest Platform, nuova app di ispirazione, informazione e prenotazione delle esperienze turistiche in Trentino. Si prevede lo studio e produzione di un logo e di una brand identity di progetto coordinata.

In Trentino esiste già una offerta di prodotti turistici rivolti ai disabili: l'obiettivo sarà anche quello di coordinare e rendere omogenea l'offerta, nonché di rendere il territorio come una meta riconoscibile da parte dei turisti interessati.

Contenuto sponsorizzato
Edizione del 24 settembre 2022
Telegiornale
24 set 2022 - ore 21:22
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
26 settembre - 13:15
Il leader di Azione ha detto la sua dopo i risultati delle elezioni politiche, nelle quali a livello nazionale il Terzo Polo ha ottenuto poco meno [...]
Politica
26 settembre - 11:43
A seguito dei risultati delle elezioni politiche, che vede Fratelli d'Italia in testa sia a livello nazionale che provinciale, Ianeselli [...]
Politica
26 settembre - 11:43
Nonostante la parlamentare uscente sia espressione della Lega, il carroccio non supera il 10% e la coalizione di destra è trainata da Fratelli [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato