Contenuto sponsorizzato

Provinciali, Marchiori attacca chi dice la sua nel partito: "Indeboliscono la segreteria". Il Patt diserterà il vertice con il centrosinistra

Le stelle alpine proseguiranno il lavoro iniziato con il tavolo di centro cercando di recuperare il rapporto con Campobase. Da Marchiori duro attacco alle correnti interne al Patt: "Attraverso uscite più o meno pubbliche hanno limitato l’azione della segreteria indebolendone l'incisività, la forza d’azione e la credibilità”

Di Giuseppe Fin - 29 giugno 2022 - 16:11

TRENTO. Da un lato il tentativo di recuperare il rapporto con Campobase ribadendo l'apertura del tavolo di centro, (dove per ora si sono seduti quasi unicamente esponenti di movimenti dell'area di destra e che guardano alla riconferma di Fugatti il prossimo anno), ad altre forze politiche, dall'altra il fatto che il Patt non si presenterà ad alcun incontro promosso dalle forze nazionali e quindi nemmeno a quello organizzato dal centrosinistra l'1 luglio. Sono questi alcuni punti della nota che è stata diffusa nelle scorse ore dalla segretaria delle Stelle Alpine dopo il Consiglio provinciale del partito.

 

Una nota attraverso la quale si spiega che è stata ribadita la fiducia al segretario Simone Marchiori e respinta la notizia ventilata nei giorni scorsi della presenza di un accordo fra il presidente del partito Franco Panizza e la Lega in cambio di posti di primo piano nei prossimi appuntamenti elettorali. “Sono profondamente dispiaciuto - ha commentato Panizza - che il partito sia stato coinvolto in speculazioni prive di fondamento. Ho lavorato per tanti anni in prima linea per far crescere le Stelle Alpine e non potrei mai mettere in difficoltà chi si sta impegnando per rendere protagonista il nostro partito”.

 

Allo stesso tempo, Simone Marchiori ha parlato del lavoro che il Patt starebbe portando avanti per la creazione “di un progetto nuovo ed originale che non si limiti alle prossime elezioni provinciali – viene spiegato - ma vada anche oltre: una visione che copra almeno il prossimo decennio e che si faccia carico delle sfide più ambiziose che attendono la nostra terra”.

 

Centrale, nell'idea del Segretario, rimane il tavolo di centro avviato nelle scorse settimane al quale hanno aderito, come già detto, per la maggior parte soggetti politici che al momento si riconoscono nel centrodestra e che hanno già detto di puntare ad una riconferma di Maurizio Fugatti al governo della Provincia.

 

Per il segretario del Patt, Simone Marchiori, il tavolo rappresenterebbe, “Un momento di dialogo e confronto non sulle ideologie politiche, ma sulle tematiche necessarie a riportare l’Autonomia e il bene del Trentino al centro della discussione. Un tentativo di uscire dagli schemi classici, mettendo il nostro territorio e la sua gente al centro”. Il tutto ribadendo che l’unica voce del Patt all’esterno sia quella della segreteria.

 

“In questo frangente il Patt – ha detto Marchiori - ha la fortuna di avere una segreteria composta da persone che non hanno alcun interesse particolare, sono libere di poter lavorare portando un contributo di idee al Partito, spendendosi in una logica di condivisione e di superamento delle differenti correnti. Le stesse correnti che, attraverso uscite più o meno pubbliche sui quotidiani e sui social, hanno limitato l’azione della segreteria indebolendone l'incisività, la forza d’azione e la credibilità”.

 

E' stata poi ribadita la volontà di proseguire con il tavolo di centro. “Il progetto che abbiamo lanciato non è una scelta di campo, ma un impegno in favore dell’autonomia. Ed è per questo che i lavori del nostro tavolo devono proseguire, con l’auspicio che anche chi non ha voluto finora partecipare capisca l’importanza del progetto”. Chiaro il riferimento, quindi, a Campobase, il soggetto politico che ha deciso nelle scorse settimane di non sedersi al tavolo essendoci solamente adesioni provenienti dall'area di destra.

 

Il Patt ha inoltre confermato che non parteciperà a vertici con forze nazionali mentre rimane in piedi il tavolo con la Svp. “Con il segretario Achammer siamo in continuo collegamento e c’è la ferma volontà di muoversi congiuntamente in vista dei prossimi appuntamenti elettorali, rafforzando ulteriormente il già forte asse politico regionale che lega le nostre due forze politiche”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
14 agosto - 14:50
L’orso era stato curato al Casteller a causa di un investimento, a giugno invece era stato reimmesso in natura e ha mantenuto un comportamento [...]
Cronaca
14 agosto - 15:31
Dalle prime informazioni l'uomo, un 63enne originario di Marostica, che si trovava alla Malga con il fratello e il nipote, si era incamminato per [...]
Cronaca
14 agosto - 15:47
Sono stati trovati 236 positivi a fronte di 1.518 tamponi. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono 73 i pazienti ricoverati in ospedale, di cui 1 [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato