Contenuto sponsorizzato

Calo nascite, Trento pensa all'accorpamento zerosei? Dopo la sospensione ritorna sul tavolo il ddl di Masè: "Oggi i tempi sono maturi, un sistema adattabile ai territori"

Alla fine della scorsa legislatura il ddl zerosei era stato sospeso da Vanessa Masè (La Civica) ma ora la proposta ritorna sul tavolo: "L'ultima volta il disegno di legge si è sovrapposto all'apertura delle scuole dell'infanzia ma oggi i tempi sono maturi per compiere questo passo"

Di Luca Andreazza - 16 aprile 2024 - 21:44

TRENTO. "La discussione del disegno di legge sembra collocarsi in un contesto più maturo e consapevole delle esigenze di programmazione e di innovazione dei servizi all’infanzia che richiede la società". A dirlo è Vanessa Masè, la consigliera provinciale in quota La Civica torna a mettere in agenda il sistema integrato Zerosei, proposto e poi sospeso nel finale della scorsa legislatura, la prima a guida Maurizio Fugatti. "E' un modello: l'intenzione non è calare dall'alto la norma ma fornire una cornice di movimento e dei criteri per uniformare in Trentino questa possibilità, pur mantenendo una flessibilità di applicazione ai vari contesti". 

 

Pur modificato, l’obiettivo del disegno di legge per accorpare i servizi da 0 a 6 anni rimane quello originario. "La sfida è sviluppare una via trentina per il sistema integrato dei servizi nell’ambito di un quadro nazionale ormai delineato e strutturato", dice Masè. "Si stabiliscono anche le funzioni della Provincia, dei Comuni e degli enti gestori, così come i controlli e il monitoraggio della qualità del sistema".

 

Il ddl era stato presentato durante la scorsa legislatura ma si erano accese le discussioni con la richiesta, poi accolta, di diversi attori del sistema (compreso il lancio di una petizione) di sospendere l'iter. "La proposta si è sovrapposta temporalmente e casualmente con l'apertura delle scuole dell'infanzia a luglio e questo ha spostato la questione, poi è subentrata la campagna elettorale. Adesso ci sono i tempi per poter approfondire la norma e riprendere il percorso". 

 

A Ruffrè-Mendola e Luserna è stato sperimentato questo accorpamento, così come a Trento. L'assessora Elisabetta Bozzarelli a il Dolomiti ha spiegato che il progetto della scorsa estate si è rivelato molto positivo e che l'amministrazione intende riproporre l'iniziativa anche nei prossimi mesi. Anzi il capoluogo sarebbe pronto a partire già a settembre. E non c'entrano solo l'inverno demografico e la proiezione di un calo di iscrizioni: "Questa modalità rappresenta per i piccoli un momento di crescita, di scambio e di cura" (Qui articolo).

 

Una regia provinciale ma con la possibilità di declinare e adattare in base al territorio l'applicazione di un sistema unico. "Oggi il quadro è cambiato - prosegue l'esponente de La Civica - ma anche il ddl: non è la semplice riproposizione del testo della scorsa legislatura ma ci sono stati alcuni correttivi e chiarimenti significativi, anche sulla base dei vari confronti e delle audizioni dei mesi scorsi. A cominciare dalla scelta lessicale di ‘innesto’ e non quella di ‘accorpamento’ che è voluta e motivata: zerosei è in primo luogo una scelta pedagogica, in linea con la letteratura attuale, e non si tratta solo di una valutazione di ordine organizzativo-gestionale: considerare in maniera unitaria il percorso zero-sei anni valorizza la continuità e la coerenza dello sviluppo infantile attraverso raccordi stabili ed educativi, e con comuni attività di progettazione, formazione e coordinamento". 

 

Una proposta che sembra essere valutata con interesse dall'assessorato. "C'è un confronto e un dialogo attivo con l'assessora e vice presidente Francesca Gerosa. Nelle prossime settimane si inizia l'iter nella Commissione competente e poi in Consiglio provinciale". 

 

E nel testo si conferma l'avvio in via sperimentale di 2 anni per "tutelare bambini, famiglie e tutte le agenzie educative ma anche per evitare che le tante esperienze che oggi sono presenti o pronte a partire sul territorio provinciale avvengano in maniera disomogenea. Se infatti i titolari dei servizi di nido sono i Comuni, sembra corretto che il quadro generale, a livello complessivo, sia tracciato dalla Provincia. In questo modo tutti possano avere le stesse opportunità educative, pur all’interno di una proposta che rimane facoltativa, flessibile e che tiene conto delle specificità territoriali".

 

La proposta si propone come una cornice che affonda le radici nelle due leggi provinciali specifiche e distinte che regolano i due segmenti 0-3 e 3-6 per arrivare a un'integrazione del servizio. Si punta alla stabilità del gruppo "mentre una previsione di marginale interesse è quella delle sezioni primavera, pensate solo in caso di un sovraffollamento delle liste d’attesa dei nidi. Se l’importanza dello zerosei è soprattutto in chiave pedagogica, anche dal punto di vista gestionale può rappresentare una novità significativa, grazie anche ad un più razionale ed efficiente utilizzo degli spazi e delle risorse".

 

Il ddl poi delinea la ricerca pedagogica, l’osservazione e la valutazione "ma entra anche nel dettaglio delle modalità di costituzione delle sezioni con indicazioni come la particolare attenzione dedicata ai bambini di età inferiore ai 12 mesi o la possibilità di favorire gruppi di età estese, senza dimenticare il contenuto dei progetti. La proposta è di costituire un tavolo consultivo tecnico-istituzionale per monitorare l'applicazione, interventi correttivi e migliorativi", conclude Masè.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 maggio - 20:36
Dalle parole e gli insulti la situazione è degenerata rapidamente quando la ragazza del più giovane avrebbe estratto il telefono per filmare [...]
Montagna
17 maggio - 17:04
L'obiettivo è ambizioso: conquistare e assegnare un nome a due vette inesplorate (superiori a 5.000 metri di altezza) della Cordillera Real in [...]
Cronaca
17 maggio - 18:48
L'allarme è scattato nelle prime ore di questo pomeriggio, l'anziana è scivolata probabilmente a causa del terreno reso scivoloso dalla pioggia
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato