Contenuto sponsorizzato

"Cari estremisti di destra" (VIDEO), Jürgen Wirth Anderlan al convegno della Fpö attacca tutti dall'Europa ("Mucchio di maiali") fino all'Svp

Già noto per le posizioni no vax e per numerose uscite polemiche, anche sulla crisi climatica, l'ex comandante degli Schützen e oggi consigliere provinciale in Alto Adige attacca tutti al convegno della Fpö, partito populista di destra in Austria

Di Luca Andreazza - 23 aprile 2024 - 19:46

VIENNA. "Governatori corrotti e banditi", "Una setta che uccide una cultura millenaria" e "Un mucchio di maiali". Questo il pensiero espresso da Jürgen Wirth Anderlan al convegno della Fpö a Vienna nel quale ha esordito con è "un onore essere qui, cari estremisti di destra". Dal Covid all'Unione europea l'ex comandante degli Schützen conferma la sua inclinazione a puntare su rabbia, paura e temi cari al populismo. E' già noto, infatti, per le sue posizioni no vax e per le numerose uscite polemiche, anche sulla crisi climatica.

L'ex comandante degli Schützen è da tempo molto vicino al partito conservatorenazionalista e di destra populista in Austria. Un rapporto tra la lista Jwa e Fpö rinsaldato anche a ridosso delle scadenze elettorali dell'ottobre dell'anno scorso per rinnovare il consiglio provinciale in Alto Adige. Dal nulla ma alle elezioni la sua lista con slogan no vax e anti-migranti aveva conquistato due seggi

 

In vista delle elezioni europee del prossimo giugno Jürgen Wirth Anderlan ha partecipato, sabato 13 aprile, al congresso della Fpö intitolato "Sovranità e libertà per i popoli d'Europa". Un discorso rabbioso con passaggi sulla pandemia e la gestione dell'emergenza Covid ma anche contro l'Europa. 

 

"Questa Unione europea non è l'Europa. Questa Ue uccide la nostra cultura", parole di Jürgen Wirth Anderlan contro "gruppo corrotto e pazzo di guerra" di Bruxelles guidato "da un demone non eletto al vertice". Il leader della lista Jwa (le sue iniziali) se l'è presa contro quasi tutte le forze politiche dagli "uccelli verdi di sinistra" alla Svp definiti "governanti e banditi corrotti" che dovrebbero essere "ammanettati e mandati in cava". Un discorso più volte interrotto dagli applausi della platea della Fpö. Un intervento che si è concluso con una standing ovation.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 21:10
Giornata di lavoro per i vigili del fuoco e per il sistema di Protezione civile in Trentino. Disagi alla viabilità tra frane e strade chiuse in [...]
Ambiente
21 maggio - 21:17
Salute e costi, inquinamento, differenziata e l'energia per il riscaldamento domestico, il confronto con Bolzano e la richiesta di attivare un [...]
Cronaca
21 maggio - 18:07
La vicenda di Forti fa emergere sempre più disparità di trattamento e dopo l'incontro in pompa magna con la premier Meloni con tanto di diretta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato