Contenuto sponsorizzato

Cannabis, la proposta di legge e i dati

Dalle 5 piantine per terrazzo alle sanzioni da codice della strada che restano inalterate. La Direzione nazionale antimafia: "Senza alcun pregiudizio ideologico si deve registrare il totale fallimento dell’azione repressiva"

Pubblicato il - 08 ottobre 2016 - 14:25

Il disegno di legge in pochi punti prevede:

 

La possibilità di detenere per uso ricreativo fino a 5 grammi di marijuana, 15 nel privato domicilio.

La possibilità di coltivare sul terrazzo di casa un massimo di 5 piantine, semplicemente inviando una comunicazione. Non senza l'autorizzazione.

Nasceranno i “cannabis social club”, come in Spagna. Sono delle associazioni i cui membri (maggiorenni, non più di 50), potranno contare su 5 piante a testa e consumarne all’interno i prodotti.

La vendita verrà regolamentata in regime di monopolio di Stato. Un monopolio più rigido di quello del tabacco: per esempio non si potrà fare pubblicità.

Il consumo resta vietato nei luoghi pubblici, sia al chiuso che all’aperto: si fumerà solo in casa o in circoli.

Restano inalterate le sanzioni del Codice della strada (divieto di guida in stato di alterazione)

Il 5% dei proventi derivanti dalla legalizzazione verrà destinato alle battaglie di prevenzione contro la droga.

 

E ora un po' di dati (Fonte Internazionale, Giuseppe Rizzo del 29 giugno 2016, riferiti al 2014):

- in carcere sono finite 9.000 persone accusate di possesso e spaccio di cannabis, su 18.000 giudicate colpevoli per crimini legati alla droga e su 54.000 detenuti globali.

- i ragazzi tra i 15 e i 19 anni che hanno fumato cannabis almeno una volta sono 690 mila (il 24,31 per cento, quasi il 2 per cento in più rispetto al 2013).

- le persone tra i 15 e i 64 anni che lo hanno fatto sono 2,3 milioni.

- la direzione nazionale antimafia parla di “un mercato che vende, approssimativamente, fra 1,5 e 3 milioni di chilogrammi all’anno di cannabis (…) per un consumo di circa 25/50 grammi pro capite (pari a circa 100/200 dosi)”.

- se la cannabis fosse legalizzata, i guadagni per lo stato oscillerebbero tra i 5,5 miliardi e gli 8,5 miliardi di euro.

 

Anche alla luce di questi dati la Direzione nazionale antimafia, al febbraio 2015 ha scritto che: “Senza alcun pregiudizio ideologico, proibizionista o antiproibizionista che sia si deve registrare il totale fallimento dell’azione repressiva”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

19 novembre - 19:32
L'incidente è avvenuto intorno alle 17.45 nel centro abitato di Tiarno di Sopra, dove due vetture sono arrivate alla collisione. Dopo l'impatto i veicoli sono rimasti in mezzo alla strada a compromettere la viabilità. In azione ambulanze, vigili del fuoco di Tiarno di Sopra e forze dell'ordine
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato