Contenuto sponsorizzato

Il centrodestra trentino contro il sindaco Valduga: "Più attento a costruirsi un futuro in Provincia che ad amministrare Rovereto"

Anche Bezzi, Cia e Fugatti alla conferenza stampa che accusa il sindaco di Rovereto di trascurare l'amministrazione comunale per dedicarsi alla costruzione del movimento dei sindaci. Forza Italia: "Sindaco, torna a fare il sindaco"

Di Donatello Baldo - 22 maggio 2017 - 19:26

TRENTO. “Ci vorrebbe meno presunzione, meno arroganza, dovrebbe ascoltare la voce dei sui cittadini, di chi vive Rovereto e a Rovereto ci lavora”. Dice questo Marco Zenatti, che assieme ai consigliera provinciali Claudio Cia, Giacomo Bezzi e Maurizio Fugatti ha convocato una conferenza stampa per criticare l'intenzione del sindaco Valduga di volersi impegnare per la costruzione di un soggetto politico che vorrebbe presentarsi alle prossime elezioni provinciali.

 

Il bersaglio delle sue parole è proprio il sindaco Valduga, accusato di trascurare l'amministrazione cittadina perché troppo concentrato sul suo futuro politico su scala provinciale. “Una specie di sindrome di onnipotenza – afferma l'esponente della destra roveretana – con scelte calate dall'alto, per nulla partecipate. Sulla concretezza e sulla visione strategica questa giunta è insufficiente”.

 

Per questo, sostiene, “invece di preoccuparsi della Provincia, di movimenti civici protagonisti alle elezioni del 2018, sarebbe meglio che il sindaco svolgesse meglio il suo ruolo di sindaco”. E segue una lista di questioni che per il consigliere comunale a Rovereto non vanno per niente bene, dalla Casa di Riposo alla viabilità, dall'economia agli immigrati.

 

Per Giacomo Bezzi “le criticità dell'amministrazione roveretana sono state descritte ampliamene dai consiglieri comunali. Ma anche noi a livello provinciale – sostiene – siamo informati dii questa situazione, con cittadini che ci contattano personalmente”. Il consigliere provinciale di Forza Italia afferma che “dopo due anni al governo della città di Rovereto non si è visto nessun segnale di discontinuità rispetto al passato. Allora – afferma – è arrivato il momento di fare un appello: Sindaco, risolvi i problemi della città e non pensare alle provinciali”.

 

Interviene anche Claudio Cia, consigliere provinciale e leader del movimento Agire per il Trentino: “Rovereto ha bisogno di un sindaco full-time e non part-time. Valduga – spiega - da troppo tempo si impegna sul questo nuovo soggetto civico, dimostrando che è attento più a questioni che non riguardano questo Comune. La città in qualche modo è orfana di un sindaco, molto più attento a costruirsi un futuro che ad amministrare una città”.

 

“Lui lo sa – prosegue Cia – che a Rovereto è molto difficile che un sindaco riesca a fare il secondo mandato. Per questo si guarda in giro e cerca di continuare in qualche modo a garantirsi un posto in politica. Il nostro augurio – continua - è che ritorni a fare il sindaco onorando l'impegno preso con i suoi elettori”.

 

Siamo stupiti del fatto che alla fine questo progetto politico provinciale si voglia candidare nel centrosinistra – dice invece Fugatti - cosa diversa da quello che era il suo progetto comunale che l'ha fatto diventare sindaco. Diceva di essere governativo – afferma Fugatti – né di destra né di sinistra, un po' fumoso e machiavellico è vero, ma ora mi sembra che si sia schierato con il centrosinistra”.  

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
03 ottobre - 09:04
Pochi giorni fa la mamma del piccolo, che era stata messa nel mirino da Fugatti dopo due falsi attacchi fortuiti e avvenuti in contesti non [...]
Società
02 ottobre - 18:07
La criticità di cui soffre la scuola trentina è la mancanza di insegnanti. Per combattere la dispersione scolastica servono professionisti [...]
Società
03 ottobre - 00:14
Riccardo Benigni gestisce alcuni ettari di prato in Paganella; taglia i pini mughi che invadono i pascoli e ne ricava l'olio essenziale, con [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato