Contenuto sponsorizzato

Poplar 2018, gli organizzatori: ''Cerchiamo volontari che vogliano unirsi a questa avventura''

L'appuntamento è per il 26 e 27 settembre alle Albere e vedrà ancora una volta un festival con tantissimi appuntamenti. L'intera organizzazione è portata avanti in maniera volontaria da parte degli studenti 

Pubblicato il - 06 settembre 2018 - 14:46

TRENTO. Mancano pochissime settimane alla seconda edizione di Poplar, il festival organizzato dagli studenti universitari di Trento che si terrà il 26 e 27 settembre e che ha visto lo scorso anno alle Albere un successo fuori da ogni pronostico.

 

 

Proprio in questi giorni la macchina organizzativa sta lavorando a pieno ritmo e il cuore pulsante rimangono i volontari, un centinaio lo scorso anno, impegnati nelle più diverse mansioni, dall'indispensabile montaggio del perimetro del festival al banchetto informativo, all'allestimento delle amache e dei gazebo ma anche alla spillatura, fino all'immancabile pulizia dell'area finale.

 

 

Quest'anno le mansioni saranno le stesse e l'organizzazione di Poplar ha lanciato una richiesta di aiuto agli studenti che hanno voglia di dare una mano. “Avremo bisogno di tanto aiuto il 24 e 25 per montare l'area e per smontarla il 28, il 26 e 27 invece il compito di tutti sarà di far funzionare la macchina complessa che è questo Festival” spiegano.

 

Se qualcuno vuole unirsi a questa avventura, insomma, c'è ancora tempo. Sulla pagina Facebook (oppure a questo link) è possibile trovare un modulo compilabile online per poter poi essere ricontattati 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 dell'8 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 20:02

Sono 247  le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 48 pazienti sono in terapia intensiva e 44 in alta intensità. Oggi 4 decessi. Sono 37 i Comuni con almeno un caso di positività

08 marzo - 19:49

Parlano i legali del giovane che spiegano come dal ritrovamento del corpo della madre abbia cominciato a collaborare e ora ''l'indagato si aggrappa a un sentimento di pentimento disperato, che non chiede né ha aspettative di ricevere pietà dalle vittime''. La procura della Repubblica conferma che proseguono le ricerche del corpo del padre Peter e che si procederà ''all'incidente probatorio, finalizzata all'accertamento della capacità di intendere e di volere dell'indagato al momento del fatto''

08 marzo - 19:50

In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna la Pat ha organizzato un incontro con tanti interventi: “Non aspettate che un uomo cambi. Gli uomini violenti non cambieranno. Denunciate, non siete sole. Denunciate per la vostra libertà, i vostri figli e la vostra serenità. Non abbiate paura”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato