Contenuto sponsorizzato

Trento assieme alle Università italiane per chiede la liberazione di Patrick Zaki

La Conferenza dei rettori è “seriamente preoccupata per la decisione adottata dal tribunale egiziano il 7 dicembre 2020 di prolungare la custodia cautelare di altri 45 giorni e sente un forte senso di responsabilità nei confronti degli studenti che portano avanti i loro progetti di ricerca con entusiasmo e impegno”

Pubblicato il - 22 dicembre 2020 - 18:07

TRENTO. C'è anche l'Università di Trento a sostenere, insieme a Scholars at Risk Italia, la richiesta inviata dalla Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui) alle autorità egiziane per la scarcerazione dello studente, da quasi un anno detenuto in Egitto, Patrick Zaki

 

Lo studente dell’Università di Bologna arrestato quasi un anno fa e tuttora incarcerato in Egitto. L'appello per la sua liberazione è rivolto in particolare al presidente Abdel Fattah al-Sisi perché gli sia concesso “il permesso di aspettare il processo a casa con la sua famiglia, dove potrebbe anche riprendersi dalle sofferenze fisiche dopo molti mesi di detenzione”.

 

 

 

L'appello della Crui, con una lettera del presidente della Conferenza Ferruccio Resta, rilancia la petizione di Amnesty International e della rete Scholars at Risk (Sar). 

 

La Conferenza dei rettori è “seriamente preoccupata per la decisione adottata dal tribunale egiziano il 7 dicembre 2020 di prolungare la custodia cautelare di altri 45 giorni e sente un forte senso di responsabilità nei confronti degli studenti che portano avanti i loro progetti di ricerca con entusiasmo e impegno”, si legge nel testo.

 

La lettera della Crui sottolinea inoltre che Zaki “soffre di asma ed è particolarmente a rischio in caso di esposizione al Covid-19 nel carcere di Tora” e spiega che, nella lettera del 12 dicembre 2020 alla sua famiglia, il giovane “diceva di avere gravi dolori alla schiena e che la sua salute mentale stava peggiorando”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 gennaio - 19:52
Sono 317 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 5 decessi, mentre sono 22 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività
19 gennaio - 22:21

I senatori di Italia Viva, come annunciato nel corso del pomeriggio, si sono astenuti dal voto. Alla fine il Governo è riuscito ad incassare la fiducia anche al Senato ma non c'è la maggioranza assoluta

19 gennaio - 20:34

Il dialogo con Roma sulla classificazione dell'Alto Adige e la situazione epidemiologica sono stati temi della seduta odierna della Giunta provinciale. C'è un aumento dei pazienti in terapia intensiva. Il governatore altoatesino: "Dati stabili, ma ci sono alcuni incrementi: se questo trend dovesse essere confermato anche nei prossimi giorni dovremo adottare misure restrittive"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato