Contenuto sponsorizzato

Dalle minacce attuali alle malattie infettive di domani: Fbk leader nella lotta alle pandemie del futuro con il consorzio Inf-Act

Il progetto, che vede la partecipazione di 25 membri tra atenei, enti pubblici e privati, è stato inaugurato ieri a Pavia con il sostegno dei fondi del Pnrr (114,5 milioni di euro). Merler: “E' un'opportunità unica per mettere a sistema le migliori competenze italiane per lo studio delle malattie infettive emergenti”

Di Filippo Schwachtje - 05 dicembre 2022 - 11:10

TRENTO. Malattie infettive emergenti e lotta alle 'pandemie del futuro': la Fondazione Bruno Kessler entra a far parte di Inf-Act, il progetto integrato per affrontare le emergenze infettive sostenuto dai fondi del Pnrr. Attraverso il Centro Health Emergencies infatti, diretto da Stefano Merler, Fbk sarà leader (insieme all'Istituto superiore di Sanità e all'Associazione degli istituti zooprofilattici sperimentali) degli studi di epidemiologia e di modellizzazione statistica e matematica del progetto.

 

Il nuovo consorzio, che vede la partecipazione di 25 membri tra atenei, enti pubblici e privati, è stato inaugurato ieri a Pavia (con il sostegno, come detto, di fondi del Pnrr per 114,5 milioni di euro) e punta ad affrontare il problema delle possibili epidemie, integrando aspetti di salute umana, salute animale e ambientale. Un tema che, dopo l'arrivo del Covid-19, è oggi ovviamente molto discusso: mutamenti climatici e nell'ambiente alla base delle modifiche della fauna selvatica e delle interazioni con l'essere umano, fenomeni di spillover, eventi epidemici e numerosi altri aspetti saranno quindi analizzati dagli esperti per individuare le principali minacce attuali e quelle che potrebbero emergere nel futuro.

 

“Il progetto Inf-Act – spiega Merler – rappresenta un'opportunità unica per mettere a sistema le migliori competenze italiane per lo studio delle malattie infettive emergenti. Basato su un approccio One Health, che cerca di considerare tutti gli aspetti di un problema estremamente complesso come quello legato alla trasmissione delle malattie infettive, il progetto metterà a disposizione del Paese nuove conoscenze e strumenti, con l'auspicio di migliorare la capacità di risposta alle future emergenze epidemiche”.

 

Con capofila l'Università di Pavia, il progetto è stato selezionato dal Ministero dell'Università e della Ricerca nell'ambito della missione 4 (“Istruzione e ricerca”) componente 2 (“Dalla ricerca all'impresa”) del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Cinque le tematiche principali che saranno al centro della sinergia operativa:

 

-Studio dei virus emergenti e riemergenti;

-Studio di insetti e altri vettori che veicolano agenti patogeni e delle malattie ad essi correlate;

-Studio degli agenti patogeni resistenti agli antimicrobici e dei meccanismi di generazione e scambio di marcatori di farmacoresistenza;
-Studio di nuovi sistemi di sorveglianza integrata epidemiologica e microbiologica (umana-animale-ambientale); identificazione di modelli per l'individuazione precoce di infezioni emergenti; messa a punto di meccanismi di alert e modelli matematici predittivi;

-Identificazione di nuovi bersagli per molecole ad attività antinfettiva; progettazione, sintesi e validazione di molecole con potenziale terapeutico con approcci in silico, in vitro, ex vivo e in modelli animali.

 

I membri della Fondazione INF-ACT

 

Università Pubbliche:
Università di Pavia
Università di Bari Aldo Moro
Università di Bologna
Università di Cagliari
Università di Catania
Università di Milano
Università di Napoli Federico II
Università di Padova
Università di Roma La Sapienza
Università di Siena
Università di Torino

 

Enti Pubblici:

Istituto Superiore di Sanità
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Associazione Istituti Zooprofilattici Sperimentali
Fondazione Bruno Kessler
Fondazione Istituto Nazionale di Genetica Molecolare

Università, IRCCS e altri enti Privati:
Humanitas University
Università Cattolica del Sacro Cuore
Istituto Sacro Cuore Don Calabria IRCCS
Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS
Istituto Mediterraneo per i Trapianti IRCCS
Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico
Università Vita-Salute San Raffaele
Ospedale Pediatrico Bambin Gesù
IRBM S.p.A.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
31 gennaio - 13:42
L'ex assessore Zeni: "La grande credibilità di questa terra e delle sue organizzazioni è stata consumata [...]
Cronaca
31 gennaio - 11:57
L'indagine è il secondo filone di quello che negli scorsi anni aveva già portato a fermare 18 persone sempre in Val di Fassa e in Val di Fiemme. [...]
Politica
30 gennaio - 20:52
Attesa entro fine febbraio l'approvazione del progetto in Giunta provinciale. Le risorse previste ammontano a 60 milioni. Il presidente Fugatti: [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato