Contenuto sponsorizzato

Il collettivo Refresh occupa il cortile interno del Rettorato

Gli studenti: "Il rettore Paolo Collini prenda posizione sul debito che la Provincia ha nei confronti dell'Università"

Pubblicato il - 22 marzo 2017 - 12:34

TRENTO. “Il rettore Paolo Collini prenda una posizione chiara per il debito della Provincia di Trento che ammonta a 200 milioni di euro nei confronti dell'Università. Un debito che è stato tenuto nascosto per diverso tempo. Siamo stanchi di questa situazione e dalla mancanza di autonomia”.

 

Questa la principale richiesta dei giovani del collettivo universitario Refresh (QUI IL VIDEOche questa mattina hanno deciso di occupare il cortile interno del rettorato in via Calepina.

 

Il tema dei 200 milioni di euro che la Provincia non avrebbe ancora versato all'Università di Trento è stato reso pubblico nelle scorse settimane creando anche un forte dibattito nel mondo studentesco.

 

“Questo debito – hanno spiegato i giovani di Refresh - è una diretta conseguenza di quella che è stata la provincializzazione dell'ateneo venduta come qualcosa che avrebbe dato maggiore autonomia all'Università ma che invece così non è stato. Il rettore ha sempre detto che questi fondi rientreranno e che l'unico problema è un rallentamento dell'edilizia. Questa è una presa in giro visto la diminuzione delle borse di studio e l'aumento delle tasse a cui abbiamo assistito”.

 

Alle 13 il rettore Paolo Collini ha deciso di incontrare tutti gli studenti.  

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 August - 13:10
La piena dell'Adige delle ultime ore e la violenza dell'acqua hanno restituito moltissimi rifiuti che ora si trovano sugli argini del fiume assieme [...]
Cronaca
05 August - 12:34
Le precipitazioni delle ultime ore hanno innalzato notevolmente la portata dell'Adige, la cui piena è stata prevista dai vigili del fuoco tra [...]
Cronaca
05 August - 11:54
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Telve, le forze dell'ordine e gli ispettori dell'Oupsal. Il giovane è stato trasferito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato