Contenuto sponsorizzato

Il grand tour dell'Hackathon incontra Fiorentina, Cagliari e Hellas per lanciare la sfida dell'innovazione

Il coordinatore dell'Hackathon ha incontrano inoltre Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione italiana calciatori. Francesco Anesi: "Partiamo dal nostro territorio per stringere alleanze e fare rete"

Il coordinatore di Kackathon Francesco Anesi incontra il Cagliari
Di Luca Andreazza - 23 luglio 2017 - 20:43

TRENTO. Dopo la Roma e il Napoli, così come le istituzioni europee (Qui articolo), continua il tour del primo hackathon del calcio italiano, iniziativa ideata dall'Università di Trento e fin da subito sostenuta dalla Federazione italiana. Francesco Anesi, in qualità di coordinatore del progetto, ha incontrato infatti gli uffici stampa delle squadre di serie A in ritiro sul territorio trentino e le principali espressioni del pallone tricolore, dal Cagliari all'Hellas Verona, da Damiano Tommasi (presidente dell'Associazione italiana calciatori) alla Fiorentina.


(Da sinistra Francesco Anesi e Damiano Tommasi)

La linea è tracciata e la sfida è ormai lanciata e la maratona dell'innovazione è in programma a Trento per il 14 e 15 ottobre (Qui articolo del progetto).

 

“Questi incontri sono fondamentali – commenta Anesi – per radicare la sfida dell’innovazione, dell’Hackathon e della due giorni di dibattiti, conferenza e incontri del prossimo ottobre. Partiamo da qui, dal territorio e dalle squadre di Serie A in ritiro in Trentino per lanciare la sfida dell’innovazione. Stiamo cercando di fare rete, tessere importanti relazioni istituzionali per guardare al futuro. Il mio ringraziamento va a TrentinoMarketing che ha reso possibili queste triangolazioni intellettuali e ci permette di guardare con ottimismo all’appuntamento di Trento”.


(L'incontro con la Fiorentina in Val di Fassa)

Il prossimo incontro pubblico dell’Hackathon Fig è fissato per il 28 luglio alle 17 alla Rappresentanza comune del Land Tirolo, della Provincia di Bolzano e quella di Trento "perché - aggiunge il coordinatore - vogliamo dare alla nostra iniziativa uno spirito europeo e aprire una riflessione comune ed europea su innovazione, sport e calcio".

 

Questa iniziativa è una maratona di 24-48 ore per virtuosi 'hacker' del computer, un evento residenziale dove partecipano a vario titolo innovatoripotenziali imprenditori, esperti e appassionati di tecnologiesoftware e ricerca applicata: l’obiettivo è quello di definire progetti di business, prototipi di soluzioni tecnologiche e applicazioni software specificamente legati al tema portante della manifestazione (Qui info).

 

Le due sfide nelle quali i partecipanti si impegneranno saranno, rispettivamente, il 'match analysis' (l´analisi statistico-quantitativa delle partite di calcio) e la 'Comunità dei tesserati' (una sfida manageriale-organizzativa che lega la FIGC ai 1.300.000 tesserati).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 marzo 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 marzo - 05:01

In Alto Adige l'Azienda sanitaria ha denunciato i partecipanti alla messa in scena dove si consiglia di utilizzare vitamina Ce D, estratti di erbe e si parla di buona respirazione e sana alimentazione mentre si mette tra virgolette la parola vaccini anti Covid. Tra loro anche il dottor Cappelletti. Il presidente dell'Ordine del Trentino: ''Decisamente stupito per una presa di posizione così contraria alle raccomandazioni che la classe medica dovrebbe dare in questa fase. Così si confonde la popolazione''

02 marzo - 20:08

Sono 233 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero. Oggi comunicato 1 decesso. Sono 61 i Comuni che presentano almeno 1 nuovo caso di positività

02 marzo - 19:51

In Italia il 54% dei contagi è legato alla variante inglese, il 4,3% a quella brasiliana e lo 0,4% a quella sudafricana. A Brescia, per la prima volta, isolata quella nigeriana. L’Iss: “In un contesto in cui la vaccinazione non ha ancora raggiunto coperture sufficienti, la diffusione di mutazioni a maggiore trasmissibilità può avere un impatto rilevante se non vengono adottate misure di mitigazione adeguate”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato