Contenuto sponsorizzato

Anche Gigi Buffon invita tutti a Trento per l'Hackathon: "Mi piace questo approccio all'innovazione ed alla tecnologia"

Il campione del mondo e numero uno della Juventus promuove su facebook la maratona di 24 ore che si svolgerà a Trento il 14 e 15 ottobre. Anche a Bruxelles, nel corso del Consiglio dei ministri, il Sistema Trentino viene più volte lodato per la capacità di innovare

Gigi Buffon
Di Luca Andreazza - 29 settembre 2017 - 13:41

TRENTO. La maratona di 24 ore dedicata all'innovazione per elaborare nuove soluzione per sviluppare il calcio italiano brucia le tappe. L'Hackathon, organizzato e promosso dall'Università di Trento e Figc coordinati dal trentino Francesco Anesi, 'acquista' un testimonial d'eccezione, cioè il capitano della nazionale: Gigi Buffon

 

"Il 14-15 ottobre si svolgerà a Trento il 'primo Hackathon del calcio italiano', organizzato dalla Figc e da istituzioni trentine ed internazionali. Anche io mi sono chiesto cosa fosse un Hackathon - dice sul profilo facebook il numero uno di Juventus e Italia - ed ho capito che è una 'Maratona di Innovazione', dove i partecipanti ricevono dei dati ed un problema e si impegnano in una maratona tecnologica di 24 ore per trovare una soluzione creativa e digitale".

 

E' il secondo Hackathon a livello internazionale, dopo quello targato Manchester City, mentre è in assoluto la prima volta che una Federazione calcistica si impegna direttamente nel trovare nuove soluzioni e strade nel mondo sempre più digitale. 

 

Dopo gli appoggi di RomaFiorentina, Cagliari e Hellas, ma anche dell'associazione calciatori e diversi istituzioni nazionali e europee, Gigi Buffon infila i guanti per spingere questo progetto che unisce sport, scienza, ricerca, innovazione, industria, sviluppo sostenibile e società. 

 

"In palio ci sono premi interessanti - ricorda il portiere - 5.000 euro, la possibilità di entrare in un acceleratore come WyLab e TrentinoSviluppo (per un valore di 25.000 euro in servizi) e soprattutto la possibilità di realizzare le proprie idee con la collaborazione di Figc".

 

Le e-skills e l'educazione digitale possono infatti essere eccezionalmente importanti nell'affrontare la crescente disoccupazione, soprattutto tra le giovani generazioni e sono già tante le iscrizioni, provenienti anche da paesi europei tra i quali Spagna, Germania e Inghilterra.

"Mi piace - conclude il campione del mondo - questo approccio all'innovazione ed alla tecnologia applicato al nostro mondo, il mondo del calcio. C'è tempo fino a domenica 1 ottobre per registrarsi e partecipare".

Le date da segnare in rosso sono quindi quelle del 14 e 15 ottobre per prendere parte alle due sfide: la valorizzazione della rapporto tra la Federazione e gli oltre 1,3 milioni di tesserati e la match analysis, cioè come analizzare i big data nel mondo del calcio.

 

Ma Buffon è solo l'ultimo colpo della macchina organizzativa che raccoglie consensi anche a Bruxelles: l'Hackathon infatti è stato citato anche nel corso dell'ultimo House of Sports dell'Unione europea, quando Federico Eichberg, dirigente al Ministero sviluppo economico si è soffermato più volte sul ruolo d'avanguardia del Sistema Trentino per innovazione e sport.

Attorno all'Hackathon, che si divide tra le sedi del Dipartimento di Lettere e del Polo Tecnologico di Povo, verranno creati una serie di eventi, conferenze e incontri sul mondo del calcio, coinvolgendo dirigenti, giocatori, sponsor, partners, giornalisti ed esperti di comunicazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 settembre - 15:43

Dopo la presa di posizione del Patt provinciale la coalizione che sostiene Malfer perde pezzi: “La storia personale e sensibilità politica di una buona parte delle persone del gruppo non acconsente al tentativo di trovare un accordo programmatico con tutto il Centrodestra”. La firmataria dell’apparentamento Bazzanella: “A volte le scelte non sono semplici”

26 settembre - 16:34

Il bambino positivo frequenta la scuola elementare Pestalozzi di Bolzano. Venerdì 25 settembre, invece, è stato individuato un focolaio nella scuola superiore Gandhi di Merano che rimarrà chiusa in via precauzionale per le prossime due settimane

26 settembre - 12:03

Lo schianto è stato violentissimo, è successo a Cogolo del Cengio. L'amico che si trovava in auto assieme è stato trasportato in gravissime condizioni in ospedale 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato