Contenuto sponsorizzato

Smart City, 840 studenti al cospetto delle app trentine

Auditorium Santa Chiara strapieno per l'appuntamento Smart School tra stampanti che "creano" la pizza e lezioni "motivazionali" presentati i cinque progetti trentini del Nasa World Wind Europa Challenge

Pubblicato il - 14 settembre 2016 - 15:07

TRENTO. Erano circa 840 i ragazzi presenti questa mattina all'Auditorium Santa Chiara di Trento per l'appuntamento Smart School inserito nell'ambito della cinque giorni di eventi per la Smart City Week. Davanti a loro sul palco si sono alternati  il regista e ricercatore Andrea Brunello, che ha condotto l'appuntamento, il maestro Enrico Merlin alla chitarra, il mago della motivazione Walter Klinkon e il direttore del nodo italiano di Eit Digital Roberto Saracco.

 

E proprio loro hanno stupito e meravigliato gli studenti, facendo una carrellata delle principali app presenti in Trentino, dove si generano oltre 3,5 miliardi di dati al giorno, e presentato alcune "tecnologie da fantascienza" nel mondo, tecnologie ad esempio che consentono di uccidere le zanzare col laser, mangiare una pizza creata da una stampante, connettere i telefonini degli autisti di autobus per capire la velocità di spostamento perché, come non ha mancato di ricordare Klinkon, "per avere cose che non hai mai avuto, devi fare cose che non hai mai fatto".

 


Merlin e Saracco
Merlin e Saracco

 

E se la vera magia è "credere in noi stessi", come ha evidenziato Klinkon, "ad avere successo non sono le persone più intelligenti, quanto quelle che hanno grinta, idee passione, che diventano protagonisti del loro percorso di vita", ha concluso Brunello.

Durante la mattinata anche la presentazione di Nasa World Wind Europa Challenge, un’iniziativa organizzata dalla Nasa che coinvolge le aziende, i gruppi di ricerca e, da quest’anno, le scuole per proporre soluzioni intelligenti e innovative utilizzando World Wind, un globo virtuale opensource che fornisce la tecnologia e gli strumenti per lavorare visivamente con i dati. Trento ospiterà al Muse quest’anno l’evento finale della competizione dal 20 al 22 settembre, organizzato grazie alla collaborazione di Hit - Hub Innovazione Trentino. Sul palco Milena Bigatto, di HIT, che ha presentato gli studenti trentini coinvolti in cinque progetti elaborati con diversi partner all'interno del Contamination Lab dell'Università di Trento. I vincitori saranno annunciati il 22 settembre (http://www.trentinoinnovation.eu).

 

Questi i progetti:

 

Grounpedia, il primo progetto ad essere presentato, ha coinvolto tre studenti dell'I.I.M. Martini di Mezzolombardo e vedrà la creazione di una piattaforma OpenData per raccogliere informazioni sul sottosuolo urbano, dove corre una vera e propria rete di connessioni fatta da gasdotti, acquedotti, infrastrutture internet. collaborazioni: Arch Team - Azienda Trentina che ha fornito strumenti e expertise su rilevamento del sottosuolo Georadar.

 

Trentino: land of glaciers, ha visto dialogare tre studenti provenienti da ITT G. Marconi di Rovereto, dal Liceo Russel di Cles e dall'I.I.M. Martini di Mezzolombardo, per un monitoraggio dei ghiacciai del trentino dal 1850. Diviulgazione scientifica e sensibilizzazione sulle conseguenze del cambiamento climatico. Collabora un mentore dell'Istituto Pavoniano Artigianelli di Trento e il Muse.

 

Sunrise unisce due studenti dell'Istituto Pavoniano Artigianelli e dell'I.C. Ladino di Fassa per fornire l’abilità di ottimizzare l’uso del fotovoltaico (Pv) per le aziende e l’uso domestico, con un aspetto rivolto alla cooperazione umanitaria, incoraggiando donazioni di lampade solari alle popolazioni in difficoltà. Collaborano: Enea ( Atlante solare italiano e formule per i calcoli) Solar Aid (Ong con un’azienda spinoff che produce lampade solari a poco prezzo) Ecogriddy (Startup locale attiva nell settore energia) Joint research center European Commission  (Dati irraggiamento Africa e formule per i calcoli).

 

Upland of healing herbs unisce quattro studenti dell'ITT Buonarroti di Trento, dell'I.I Don Milani di Rovereto e un mentore di Hit, nella promozione del territorio attraverso valorizzazione economica e turistica della coltivazione e lavorazione delle erbe medicinali; collabora l'Azienda per il turismo di Rovereto e Vallagarina

 

Wimp - Where Is My Parcel? ha coinvolto cinque studenti dell'ITT Buonarroti di Trento e dell'Istituto Pavoniano Artigianelli in un sistema avanzato per il tracciamento in tempo reale dei pacchi e trasporto su strada in generale (ampliabile a trasporto merci pericolose o valori).

 


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 febbraio - 20:31

Sono 205 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 35 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi comunicati 3 decessi. Sono 83 i territori che presentano almeno un nuovo caso di positività

24 febbraio - 21:20
Un appello anche alla Provincia da Anna Conigliaro Michelini. "La legge prevede la sospensione condizionale della pena sia subordinata alla partecipazione di percorsi specifici". Un'azione che, però, ha subito una battuta d'arresto. "Nell’ultimo anno la richiesta è aumentata esponenzialmente, ma paradossalmente la Provincia ha ritenuto di sospenderlo. Sento l’obbligo di dire al presidente Fugatti e all’assessora Segnana che, nelle circostanze che viviamo, ogni ritardo è colpevole e mette a rischio la vita di altre donne"
24 febbraio - 20:01

E' situata all’ospedale riabilitativo “Villa Rosa” di Pergine Valsugana e dispone di 14 posti letto, 1 palestra, 2 piscine, 1 laboratorio di analisi del movimento, 1 centro di valutazione domotica e addestramento ausili e 1 sezione dedicata alla riabilitazione robotica. Ecco in cosa consiste il centro e di cosa si occuperà

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato