Contenuto sponsorizzato

Dal Presepe vivente al villaggio degli Elfi, tanti bimbi pronti a portare la letterina a Babbo Natale al Mercatino Asburgico

La scorsa edizione il Mercatino di Natale ha registrato numeri da record. Grande attesa anche per i fuochi d'artificio. Le 65 casette resteranno aperte dal 25 novembre al 6 gennaio. Gianni Beretta: "Evento in grado di unire tutte le realtà di Levico"

Mercatini di Natale a Levico (foto di Alessandro Toller)
Di Luca Andreazza - 16 novembre 2017 - 18:00

LEVICO TERME. Ormai ci siamo. A Levico Terme si mettono a punto solo i dettagli per l'edizione numero sedici del Mercatino di Natale Asburgico che prende le mosse sabato 25 novembre nella splendida cornice del Parco secolare di Sissi, entrato a far parte della rete dei Grandi Giardini Italiani, un riconoscimento quale testimonianza del valore storico e ambientale che ricopre.

 

Un evento storico e culturale in grado di aggregare Levico intorno alla punta di diamante delle tante iniziative organizzate nel centro termale. Tra le collaborazioni spicca quella con l'Istituto Marie Curie nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

 

"La scorsa edizione - spiega Gianni Beretta, presidente del Consorzio Levico In Centro e deus ex machina del Mercatino - abbiamo registrato numeri da record: le presenze di visitatori stimate sono state oltre 400 mila, mentre quelle turistiche certificate negli hotel di Levico hanno superato le 41 mila unità".

 

A questo si aggiungono oltre 400 pullman registrati e migliaia di camper attirati dalla kermesse natalizia, un'opportunità unica anche per coinvolgere la località termale a tutto tondo, dai turisti ai residenti, dall'amministrazione comunale agli esercenti. 

 

"L'interesse per il Mercatino - aggiunge il numero uno del Consorzio Levico In Centro - non si misura infatti solo a livello di turisti che ogni anno accorrono da tutte le regioni e anche all'estero, ma anche in termini di richieste di partecipazione da parte degli espositori".

E tra le centinaia di domande pervenute, la macchina organizzativa ha selezionato 65 eccellenze che presto occuperanno le tradizionali casette in legno addobbate a festa. "Il numero di partecipanti - aggiunge - ha visto un incremento in termini numerici per dare spazio a nuove realtà artigianali e aumentare la qualità delle proposte".

 

Tradizione, gusto e profumi del Natale invaderanno Levico tra aziende agricole e prodotti tipici, ma anche tantissimi eventi collaterali per coinvolgere grandi e piccini.

 

I più piccoli potranno fare giri in mini-pony e in carrozza, incontrare Babbo Natale che raccoglierà personalmente le letterine seduto sul suo trono, creare simpatici manufatti con materiali di riciclo nel villaggio degli Elfi e accarezzare i piccoli animali della fattoria, anche nel nuovo spazio dedicato alle passeggiate con i lama e gli alpaca. Tra le novità anche il 'Baby pit stop', un punto per l'allattamento e al cambio del pannolino allestito dall'Associazione Levico In Famiglia.

 

Spazio quindi agli appuntamenti dedicati al gusto per proporre a tutti i visitatori momenti dedicati agli incontri con i produttori tra degustazioni e dimostrazioni della lavorazione delle materie prime che caratterizzano le tradizioni culinarie e l'agricoltura della zona. Le principali iniziative dei sapori sono la Festa della Polenta (26 novembre e 10 dicembre), la Festa del Formai di Malga (3 e 17 dicembre), Festa del Miele (8 dicembre) e quella della Patata (9 dicembre). 

 

Non mancheranno gli intrattenimenti musicali nella rassegna 'InCanto sotto la neve' con le esibizioni itineranti dei cori di montagna. Altre atmosfere da sogno saranno rievocate dai figuranti della Corte asburgica, che trasporteranno tutti indietro nel tempo con la tradizionale sfilata di inaugurazione del 25 novembre tra le passeggiate del sabato pomeriggio e il Gran Ballo a ritmo di valzer del primo dell'anno.

"Una scommessa vinta - aggiunge Beretta - che ritorna anche questa edizione", grande attesa, il 24 e 26 dicembre, per il Presepe vivente che impreziosisce le proposte della kermesse termale e vede la partecipazione di centinaia di cittadini delle Associazioni locali coordinati dall'attenta regia della Filo Levico.

 

Anche gli eventi collaterali che animano il centro storico della cittadina termale rivolgono particolare attenzione al tema del Presepe: una suggestiva mostra raccoglie oltre cento creazioni di artigianato locale e nazionale, mentre negli angoli più caratteristici di Levico verranno allestite numerose raffigurazioni natalizie con la rassegna 'El Presepe vizin a cà'. 

 

Un altro appuntamento particolarmente atteso è quello del Simposio 'EncontrArte', che vede una selezione di scultori del legno riportare in vita l’artigianato tradizionale con statue a grandezza naturale. Le opere andranno ad unirsi alle figure della Natività scolpite durante le precedenti edizioni, che saranno esposte in piazza della Chiesa per tutta la durata del Mercatino.

 

In occasione delle aperture serali fino alle 22.30 del Mercatino del 2, 9 e 16 dicembre sono previsti momenti di grande spettacolo che terranno tutti con il naso all’insù per ammirare i fuochi artificiali all’interno del Parco.

 

Altre usanze levicensi si ripeteranno durante la serata del 31 dicembre con la fiaccolata dei quartieri, il processo teatrale di fine anno e il tradizionale appuntamento 'Brusar la Vecia'.  Le casette nel Parco Secolare degli Asburgo chiuderanno i battenti il 6 gennaio, con la sfilata finale della Befana, che arriverà in sella al suo asinello con un sacco pieno di regali.

 

Durante i giorni di apertura del Mercatino sarà possibile visitare il Forte Colle delle Benne, raggiungibile con una passeggiata panoramica o con il nuovo servizio di navetta in partenza dall’ingresso del Parco in Viale Rovigo. “In occasione del centenario del primo Natale di pace dopo la Grande Guerra – conclude Beretta - l’artista Bruno Lucchi presenterà la suggestiva mostra 'Parole Scavate', un suggestivo percorso ideato tra immagini e parole, con il filo conduttore della poesia di Ungaretti per far comprendere i temi di guerra, pace e del futuro attraverso l’incrocio di pensiero ed emozione tra passato e presente”.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

27 ottobre - 20:00

Il presidente Conte ha fatto il punto sul suo dpcm e sul nuovo decreto che accompagna le misure restrittive con molte risorse economiche di sostegno per chi è costretto a ridurre o chiudere la propria attività. Gualtieri: ''Abbiamo scelto le modalità più rapide di ristoro. Il contributo a fondo perduto sarà erogato automaticamente alle oltre 300.000 aziende che lo avevano avuto in precedenza e quindi contiamo per metà di novembre di aver fatto tutti i bonifici''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato