Contenuto sponsorizzato

Per Natale torna "Adotta una mucca"

Sul sito Visit Valsugana la possibilità di scegliere la propria mucca. Si potrà anche conoscere la natura incontaminata di montagna, imparare come si produce il formaggio secondo metodi antichi e capire cosa significa vivere in una malga e portare le mucche all'alpeggio

Pubblicato il - 12 December 2017 - 12:50

LEVICO. Mai pensato di adottare una mucca? Ora si può. Torna, infatti, l'iniziativa “Adotta una mucca” proposta promossa dall'Azienda provinciale del turismo della Valsugana e del Lagorai per sostenere le attività di alta montagna.

 

Assieme infatti la possibilità di realizzare il proprio sogno di adottare una mucca, c'è addirittura l'occasione di mangiare i formaggi prodotti in malga con il suo latte.

 

L'iniziativa è nata per far conoscere la natura incontaminata di montagna, per imparare come si produce il formaggio secondo metodi antichi e per capire cosa significa vivere in una malga e portare le mucche all'alpeggio.

 

Per adottare una mucca è sufficiente un bonifico bancario di 60 euro: 50 euro vengono destinati alla malga per il mantenimento estivo in quota della “tua” mucca, mentre 10 andranno in beneficenza per progetti dedicati ai bambini.

 

Si potrà andare in malga a far visita alla propria mucca durante il periodo dell'alpeggio. Come già detto, si avrà anche diritto a ricevere prodotti caseari di malga per un importo pari a 50 euro, all'unica condizione di andare a trovare la tua mucca di persona.

 

Sul sito http://www.visitvalsugana.it/it/vacanze-in-valsugana/adotta-una-mucca/ è possibile conoscere in maniera dettagliata le modalità di adozione e scegliere anche la mucca preferita. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 March - 05:01

Una ricerca che ha messo insieme tanti pezzi di un mosaico per ricostruire la storia “perduta” di Anna Vivaldelli, uccisa a Dro l’8 marzo 1925. A quasi un secolo di distanza, in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, ricostruiamo questa vicenda grazie ai documenti, le lettere e le testimonianze dell’epoca

08 March - 08:28

A parlare di accelerazione della pandemia è stato anche il ministero della Salute, Roberto Speranza: "La variante inglese si diffonde con il 35/40% in più rispetto a quella tradizionale e i nostri casi in aumento sono dovuti proprio a questa variante"

07 March - 21:19

Siamo nella provincia di Ravenna e una donna, un'insegnante, si mette alla guida della propria auto per andare a cena con gli amici. Nel tragitto viene coinvolta in un incidente: tampona una vettura. Il tentativo di constatazione amichevole si prolunga e vengono chiamati a intervenire gli agenti della polizia municipale e i vigili del fuoco. La vicenda seguita dallo studio legale Maria Rosa Visintin di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato