Contenuto sponsorizzato

Tre impianti in funzione e sette piste già aperte, dopo un'estate da record la Paganella prova a ripetersi nel prossimo inverno

Questo week-end i prezzi degli skipass giornalieri variano dai 12 euro per i bambini ai 25 euro per gli adulti. Tanti gli appuntamenti e gli eventi sull'altipiano. L'estate trascinata dai bikers: gli impianti sono passati da 5.618 bike pass venduti nel 2015 a 11.960: gli incassi sono lievitati da 94.317 a 257.224 euro

Di Luca Andreazza - 22 novembre 2017 - 16:17

ANDALO. La Skiarea della Paganella apre i tornelli questo week-end. Gli impianti pronti a girare sono la telecabina otto posti Andalo-Doss Pelà e le seggiovie quattro posti Albi de Mez-Cima Paganella e Salare Conca al servizio delle piste Olimpionica 3, Cacciatori 2, Selletta, Traliccio, Salare, S. Antonio 1 e Skiweg Lo Scoiattolo.

 

Dopo questo antipasto appuntamento a sabato 2 dicembre, quando la skiarea implementerà l'apertura di impianti e piste (Qui info e impianti aperti).

 

 

Per questo primo week-end sci ai piedi i prezzi degli skipass giornalieri variano tra i 12 euro per i bambini (nati dopo il 30/11/2009 - gratuito con genitore pagante), i 17 euro per gli junior (nati dopo il 30/11/2001) e i 25 euro per gli adulti.

 

L'avvio della stagione invernale è stato anche un momento di riflessione, anche sull'andamento dell'estate scorsa, tra l'Azienda turismo Dolomiti Paganella e gli operatori dell'Altopiano. Un incontro carico di interesse da parte dei numerosi soci che hanno risposto all'invito e per un'agenda ricca di novità e progetti.

 

Una stagione estiva da incorniciare in grado di registrare ottime performance nel comparto alberghiero e in quello extralberghiero certificato. Segno 'più' per arrivi (7,17%) e presenze (4,56%) rispetto all'estate 2016. Brilla in particolare l’aumento della clientela italiana per una crescita dell’8,5% degli arrivi e del 5,2% delle presenze.

 

I connazionali rappresentano sempre la maggioranza degli ospiti in Paganella con picchi del 94,1% in agosto. Gli stranieri scelgono invece l'altopiano soprattutto in apertura e in coda di stagione.

 

Le regioni a farla da padrone sono Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Lazio e Toscana, mentre la Germania rappresenta il mercato estero più forte e copre il 59% delle presenze europee.

 

La stagione estiva 2017 può essere considerata quella record degli ultimi dieci anni e probabilmente di sempre. 


Gli operatori hanno potuto inoltre prendere visione e approfondire i dati targati 'H-Benchmark', una piattaforma gratuita sviluppata da Trentino Marketing, Asat e Unat, che consente ad albergatori e destinazioni di confrontare indici quali i prezzi del mercato, livello di occupazione degli alberghi, performance alberghiere e monitoraggio eventi.

 

Al momento hanno aderito alla piattaforma 16 strutture. I dati che emergono sono molto positivi. Innanzitutto è aumentata rispetto allo scorso anno non solo l’occupazione media delle stanze nel corso di tutta l’estate ma anche il ricavo medio, con aumenti che in alcuni periodi sfiorano i 20 euro per camera.

 

Ottimi anche i risultati comparati ai 'competitors' trentini.  Dalla piattaforma emerge che l’occupazione in Paganella è sempre superiore agli altri ambiti.


Interessanti anche i dati emersi da travel appeal, piattaforma che misura la reputazione digitale di hotel: la soddisfazione generale in Paganella raggiunge il 91,1% per gli hotel  sulla base dell’analisi di 9.321 contenuti e l’87,1 % nei ristoranti sulla base si 3.509 contenuti analizzati.

 

Positivo anche il dato che evidenzia l’aumento di arrivi e presenze in giugno e settembre, testimoniato anche dall'ottima risposta delle società degli impianti di risalita, che hanno aumentato i periodi di apertura, in alcuni casi anche di un mese negli ultimi 7 anni.


Il business è stato ampiamente aumentato dai numerosi bikers che frequentano l’Altopiano della Paganella negli ultimi anni. Si è passati da 5.618 bike pass venduti nel 2015 a 11.960: gli incassi sono lievitati da 94.317 a 257.224 euro.

 

Il direttore dell'Apt Luca d’Angelo ha quindi presentato le principali azioni di comunicazione dell’inverno, tra campagne digital in Italia e all'estero, veicolazione del catalogo Feel su Traveller, una puntata televisiva di Linea Bianca che andrà in onda a gennaio e poi ancora tre viaggi stampa, campagne social media, azioni pr e spot su Tv locali.

 

Un inverno che si annuncia ricco di appuntamenti che coloreranno l’altopiano e attireranno numerosi partecipanti: dall’allenamento della Nazionale norvegese di Sci (9–22 dicembre) alla Coppa Europa Femminile (14–15 dicembre), dal Family festival (7–14 gennaio 2018) al Trentino Ski Sunrise (13 gennaio), dal Bomber Experience (26–28 gennaio) al Memorial Felice Spellini (22 febbriao), dal Trofeo Eni Neve (25 febbraio–4 marzo) al Granpremio Giovanissimi del Trentino (4 marzo).

 

Per quanto riguarda l’estate 2018 il calendario non è completo, ma già molto interessante tra Dolomiti Paganella Bike Days, Dolomiti Paganella Enduro Race, Meeting di ciclismo giovanile, Sportscheck Festival, I Suoni delle Dolomiti, Andalo Rainbow, Dolomiti Brenta Trail, Orme (il festival di camminare), X Trail, Bike Woman  Camp e Laghi in Festa.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 dicembre - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 dicembre - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato