Contenuto sponsorizzato

Stagione a gonfie vele in Paganella, incassi a +15%: "Record dell'anno scorso nel mirino"

Numeri in crescita e quindi il boom soprattutto a partire dal Ponte dell'Immacolata. Dalla possibilità di sfidare Bode Miller a Trentino skisunrise, senza dimenticare il 'Tour Rds', gli appuntamenti sono ancora tanti e la stagione dello sci lunga

Di Luca Andreazza - 16 gennaio 2018 - 13:29

ANDALO. Un avvio di stagione con il botto. I primi ingressi sono cresciuti del 12%, i passaggi del 9% e gli incassi sono aumentati del 15%. Questa la fotografia della Paganella dopo aver archiviato le festività di Natale e Capodanno. "I dati - conferma Ruggero Ghezzi, direttore del Consorzio SkipassPaganella - sono molto positivi e abbiamo registrato un importante incremento nella vendita di tessere giornaliere e orarie" (Qui piste e impianti aperti).

 

Un risultato eccellente e aumenti in doppia cifra spinti anche dal meteo. "Rispetto al trend degli ultimi anni, le temperature - aggiunge il direttore - sono state prettamente invernali e questo ha permesso a tante persone di riscoprire la montagna".

 

I sistemi di innevamento hanno funzionato a pieno regime, a questo si aggiunge freddo e neve che hanno permesso di presentarsi nel migliore dei modi già a inizio dicembre. "Oltre alla comunicazione organizzata e istituzionale - evidenzia Ghezzi - abbiamo tratto grande giovamento da quella naturale: passaparola e nevicate ci hanno aiutato molto".  

 

Numeri in crescita e quindi il boom soprattutto a partire dal Ponte dell'Immacolata. "L'attrattiva - aggiunge il direttore - per la montagna e la voglia di neve sono in crescita. Inoltre anche il calendario delle festività è favorevole e questo ci permette di guardare con grande fiducia al resto della stagione. A gennaio non abbiamo il tutto esaurito, ma poco ci manca. Ora abbiamo sfruttato il Natale ortodosso e molti croati hanno raggiunto la Paganella, senza dimenticare le settimane bianche prenotate da polacchi e cechi".

 

Il tutto in attesa di febbraio e degli altri periodi di alta stagione. "La tendenza è buona -  dice Ghezzi - gli operatori ci segnalano un'ottima prospettiva delle prenotazioni e delle presenze medie. L'anno scorso è stata una stagione record e abbiamo quei numeri nel mirino. Ora è ovviamente presto per tirare le conclusioni, ma siamo ottimisti".

 

Il calendario è ancora ricco. Sabato 27 dalle 9.30 appassionati e sciatori potranno sfidare il campione Bode Miller. L'americano prima insegnerà come sciare più veloce e scegliere lo sci, quindi via alla sfide. L'uomo e la donna più veloci riceveranno una giacca da sci alpino high-tech di Bomber (Qui info).

 

Spazio quindi a Trentino Skisunrise: le prime luci dell’alba, l’aria frizzante, la neve immacolata e un paesaggio dolomitico mozzafiato. Il tutto abbinato alla ricca colazione dolce e salata con i sapori tradizionali locali. Appuntamento alle 6 di sabato 3 febbraio (Qui info).

 

Grande attesa per il Tour Rds di sabato 10 e domenica 11 tra animazione, playlist, giochi e tanto altro. Beppe de Marco raggiungerà Andalo e sarà in collegamento dal villaggio 'Rds Play on Tour' (Qui info).

 

Il villaggio apre dalle 9 per un party ad alta gradazione musicale, un format che l'anno scorso ha fatto registrare numeri da record sui venti giorni di attività con 80 mila visitatori, 260 mila samples distribuiti.

 

 

 

 

 

 

   

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 13 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 luglio - 05:01

I dati dell'Istat fotografano una situazione che, da qualche anno, sta segnando le sorti del nostro Paese. L'Italia è sempre più vecchia e noi siamo sempre meno. Al 31 dicembre 2019, infatti, la popolazione residente è inferiore di quasi 189.000 unità rispetto all'inizio dell'anno. In controtendenza Trento dove aumentano anche i nuclei familiari (grazie ai single)

14 luglio - 09:51

L'episodio è avvenuto a Sinigo, alle porte di Merano. Attorno all'1 di notte, un gruppo di persone minacciose e armate di bastoni si è radunato sotto un condominio intimando agli inquilini di uscire. Le minacce e gli insulti sono stati seguiti dall'incendio di un materasso che si trovava nella zona. Immediato l'intervento dei vigili del fuoco per sedare le fiamme, sul fatto indagano i carabinieri

13 luglio - 23:24

Nella valle di Fiemme controllate oltre cento moto, dieci le multe. Segnalato un minorenne per possesso di sostanze stupefacenti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato