Contenuto sponsorizzato

A Piné il cartello che fa storcere il naso ai turisti: "Attenzione merda di cane a terra. E' passato un padrone di merda. Gente di merda''

Il cartello si trova nel centralissimo Corso Roma. Il senso di quel che esprime è chiaro e condivisibile ma in una località turistica anche i modi possono fare la differenza

Pubblicato il - 16 agosto 2018 - 11:44

PINE'. ''Attenzione merda di cane a terra''. Non passa certo inosservato il cartello posizionato fuori da un negozio di Piné in pieno Corso Roma. Non passa inosservato soprattutto per il linguaggio usato: "Attenzione merda di cane a terra. Sicuramente è passato un padrone di merda - vi si legge -. Gioca anche tu a salta la cacca. Passatempo ludico gratuito. Gentilmente offerto da padroni maleducati. Gente di merda''.

 


 

Diciamo che il concetto che il cartello vuol trasmettere è abbastanza chiaro: padroni dei cani raccogliete i bisognini dei vostri animali. E, giustamente, qualora ciò non venisse fatto la colpa per la cacca abbandonata viene addossata al padrone e non certo al povero cane. Quel che colpisce, però, è l'aggressività usata. In un luogo che, soprattutto d'estate, vorrebbe essere turistico, accoglienza e ospitalità dovrebbero essere la parola d'ordine ed entrambe sono impossibili da attuare senza la gentilezza.

 

Quel cartello, tra l'altro posto in una zona centralissima e, almeno in questi giorni, assolutamente pulita e senza traccia di ''ricordini'' evoca, invece, tutt'altro che gentilezza e ospitalità. Si condivide il senso, meno i modi e anche se chi l'ha fatto, magari, voleva farlo a fin di bene a molti turisti ha fatto storcere il naso. Più di una cacca lasciata abbandonata per terra.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 05:01

Il trascinarsi dell'epidemia da SarsCov-2 sta avendo effetti disastrosi sulla salute psichica. Numerosi studi confermano questo trend: isolamento, lutti, incertezze economiche sono solo alcuni degli aspetti presi in considerazione. Ermanno Arreghini, psichiatra e psicoterapeuta: "Attuare misure di protezione anche per i più fragili: senzatetto, disabili, pazienti psichiatrici"

16 gennaio - 09:45

Il presidente Arno Kompatscher e l'assessore alla Salute Thomas Widmann hanno espresso nella conferenza stampa di venerdì sera la loro sorpresa per la classificazione in zona rossa della provincia di Bolzano. Secondo i dati a disposizione dell'Azienda sanitaria non ci sarebbero le condizioni per questo tipo di colorazione. Per questo, mentre si cerca il dialogo con Roma, l'Alto Adige proseguirà con le attuali misure da zona gialla. Ecco l'ordinanza

16 gennaio - 09:15

Gli agenti si sono mimetizzati tra i clienti del supermercato che si trova in via Torre Vanga e sono poi riusciti, nel momento della consegna delle dosi e dei soldi a fermare il pusher 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato