Contenuto sponsorizzato

A Piné il cartello che fa storcere il naso ai turisti: "Attenzione merda di cane a terra. E' passato un padrone di merda. Gente di merda''

Il cartello si trova nel centralissimo Corso Roma. Il senso di quel che esprime è chiaro e condivisibile ma in una località turistica anche i modi possono fare la differenza

Pubblicato il - 16 agosto 2018 - 11:44

PINE'. ''Attenzione merda di cane a terra''. Non passa certo inosservato il cartello posizionato fuori da un negozio di Piné in pieno Corso Roma. Non passa inosservato soprattutto per il linguaggio usato: "Attenzione merda di cane a terra. Sicuramente è passato un padrone di merda - vi si legge -. Gioca anche tu a salta la cacca. Passatempo ludico gratuito. Gentilmente offerto da padroni maleducati. Gente di merda''.

 

 

Diciamo che il concetto che il cartello vuol trasmettere è abbastanza chiaro: padroni dei cani raccogliete i bisognini dei vostri animali. E, giustamente, qualora ciò non venisse fatto la colpa per la cacca abbandonata viene addossata al padrone e non certo al povero cane. Quel che colpisce, però, è l'aggressività usata. In un luogo che, soprattutto d'estate, vorrebbe essere turistico, accoglienza e ospitalità dovrebbero essere la parola d'ordine ed entrambe sono impossibili da attuare senza la gentilezza.

 

Quel cartello, tra l'altro posto in una zona centralissima e, almeno in questi giorni, assolutamente pulita e senza traccia di ''ricordini'' evoca, invece, tutt'altro che gentilezza e ospitalità. Si condivide il senso, meno i modi e anche se chi l'ha fatto, magari, voleva farlo a fin di bene a molti turisti ha fatto storcere il naso. Più di una cacca lasciata abbandonata per terra.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 19:39

Ci sono 5.412 casi e 465 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 703 (tutti letti da Apss) per un rapporto contagi/tampone a 1,70%. Ci sono 4 nuovi positivi a Trento, 1 a Novella

26 maggio - 19:37

Per il Tirolo il problema per la riapertura dei confini è la Lombardia? La replica di Fugatti: “Non capiamo perché i tedeschi possano arrivare attraverso il corridoio austriaco ma non possano arrivare gli austriaci, questo è difficile da spiegare al mondo economico trentino”

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato