Contenuto sponsorizzato

''Gay Benvenuti'': la scritta per descrivere alcuni alberghi trentini. Trentino Marketing la fa rimuovere: ''E' un tag internazionale rimasto attivo in 10 strutture su 5.152''

E' bastato che il consigliere del Pd Luca Zeni depositasse l'interrogazione per far rimuovere, finalmente, anche le ultime scritte: ''Siamo certi che si tratti di una svista involontaria, dovuta probabilmente a superficialità nella traduzione''

Di L.P. - 29 gennaio 2021 - 17:48

TRENTO. ''Gay Benvenuti''. Questa l'imbarazzante dicitura che appariva fino a poche ore fa sotto le descrizioni di alcuni alberghi trentini sulla pagina ufficiale di ''Visit Trentino''. Una scritta mutuata dall'inglese ''gay friendly'' che, soprattutto nei paesi culturalmente arretrati, viene apposta sulle pagine internet di alcune strutture per rassicurare l'ospite straniero ed evitare che incappi in inconvenienti spiacevoli e magari anche drammatici raggiungendo questi luoghi.

 

In Italia, purtroppo, evidentemente, si sente ancora il bisogno di doverlo specificare e, spiega il consigliere Luca Zeni in un'interrogazione depositata poche ore fa in consiglio provinciale, ''anche Trentino Marketing pare aver recepito questa indicazione del mercato turistico, e attraverso il sito Visit Trentino vengono promossi numerosi alberghi che vogliono posizionarsi e caratterizzarsi come attenti a non discriminare gli ospiti in base all’orientamento sessuale''.

 

''Tuttavia - prosegue l'interrogazione - nell’elenco dei servizi di tali strutture non compare mai la denominazione “gay friendly”, riconosciuta a livello internazionale come marchio per rappresentare quanto illustrato, ma l’infelice e discutibile traduzione “gay benvenuti”. Un’espressione che richiama la possibilità di accesso alla struttura di animali (“sono benvenuti i cani”), più che una particolare sensibilità rispetto a quanto già il diritto prevede come principio inderogabile e universale. Siamo certi - conclude Zeni - che si tratti di una svista involontaria, dovuta probabilmente a superficialità nella traduzione, ma alcune segnalazioni di persone interessate che hanno percepito come stonata questa indicazione, ci hanno indotto alla segnalazione in oggetto''.

 

Sono passati pochi minuti dalla pubblicazione dell'interrogazione che Trentino Marketing si è subito attivata e quelle scritte sono scomparse. ''La dicitura utilizzata, “benvenuto gay”, è un tag dei servizi che la piattaforma Feratel mette a disposizione delle organizzazioni turistiche - spiega l'azienda di promozione turistica del Trentino - valevole per le strutture ricettive di tutti i paesi dove Feratel è presente, come Austria, Germania e altre località italiane, selezionabile in maniera autonoma dalle strutture ricettive. Trentino Marketing già a giugno 2020 aveva chiesto di oscurare il flag perché non lo riteneva idoneo e quindi non collocabile all’interno della sezione “servizi” della struttura ricettiva. Per un errore del sistema Feratel, nella descrizione di sole 10 strutture ricettive su 5152 presenti sulla piattaforma è tuttavia rimasto ancora visibile. È stato quindi risollecitato il fornitore che si è scusato ed ha provveduto a sistemare l’errore togliendo la dicitura''.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 29 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 19:00
Secondo la presidente del Comitato per la legalità e la trasparenza ed ex consigliera comunale a Rovereto, molti cittadini lamenterebbero tempi [...]
Cronaca
29 novembre - 20:00
Trovati 64 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 31 guarigioni. Sono 53 i pazienti in ospedale. Sono 836.703 le dosi di [...]
Cronaca
29 novembre - 19:02
I centri vaccinali dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari saranno aperti in via eccezionale dalle 6 alle 24 per una vera e propria [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato