Contenuto sponsorizzato

''Capodanno capovolto'': 60 giovani passeranno la sera di San Silvestro nelle strutture d'accoglienza

Iniziativa della Diocesi, rivolta ai ragazzi tra i 18 e i 25 anni. Aperte le iscrizioni

Pubblicato il - 17 dicembre 2018 - 16:35

TRENTO. Non un concerto, né i soliti cenoni. È un capodanno particolare, un "capodanno capovolto" quello che la Chiesa di Trento propone ai giovani della provincia di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

 

L'iniziativa particolare è arrivata ormai alla sua ottava edizione. La proposta è quella di un "San Silvestro alternativo", trascorso "tra gli ultimi". Il titolo dell'iniziativa è proprio "Capodanno capovolto. Dai all'ultimo un nuovo volto".

 

Il 31 dicembre prossimo i giovani che lo vorranno, coordinati dalla Caritas e dalla Pastorale giovanile e universitaria, potranno spendere la serata in attesa del 2019 in alcune strutture di prima accoglienza e di risposta al disagio attive sul territorio trentino.

 

In particolare saranno coinvolte le realtà di Sentiero, Bonomelli, Casa Briamasco, Casa Lamar, Casa Padre Angelo, La Rete e Unità di strada. L'opportunità di confrontarsi con "gli ultimi" in una sera così significativa è aperta a una sessantina di persone maggiorenni fino a un massimo di 35 anni.

 

I partecipanti si ritroveranno nel primo pomeriggio al Seminario diocesano in corso Tre Novembre, faranno conoscenza reciproca e prenderanno parte a un momento di preparazione comune. Saranno quindi divisi in gruppi e destinati alle diverse strutture "sul campo". Terminata l'esperienza, è previsto il ritorno in Seminario a notte inoltrata per un momento di condivisione.

 

"Non sono richieste particolari capacità o esperienze - spiegano gli organizzatori - ma solo poche ore del proprio tempo e la disponibilità ad ascoltare, fare due chiacchiere o un gioco di società per stare semplicemente bene insieme". Il modulo di iscrizione si trova sul sito web della Diocesi di Trento alla sezione "Caritas".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 20:12
Dalle prime ricostruzioni il ragazzo si sarebbe trovato tra il binario 1 e 2 quando è arrivato il treno merci. Sul posto le forze dell'ordine [...]
Montagna
29 novembre - 18:46
L’appello della blogger e alpinista Sara Lazzari per salvare l’ospedale che cura i bambini con l’asma: “Devo tutta la mia vita alla [...]
Cronaca
29 novembre - 18:28
La notizia è di queste ore e rimbalza sui siti e sui giornali svizzeri perché la richiesta era stata avanzata dal Paese Elvetico. Ma analizzati i [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato