Contenuto sponsorizzato

Il sottosegretario Giorgetti al Festival: ''Roma capitale d'Italia, ma Trento capitale dello sport''

Il sottosegretario si è soffermato sul momento del calcio italiano: "Siamo all'anno zero, abbiamo milioni di tesserati e non si può avere un rendimento così deludente". E sulle Olimpiadi: "Un'opportunità, una sfida lanciata da Lombardia e Veneto, ma anche Trentino. Occasione per lasciare un'eredità al Paese"

Foto di Daniele Mosna
Di Luca Andreazza - 12 ottobre 2018 - 15:45

TRENTO. "Roma è capitale d'Italia, ma Trento è capitale dello sport", così il sottosegretario della Lega Giancarlo Giorgetti al Festival dello sport di Trento, che ha aggiunto: "Questa kermesse di Trento è un'ottima idea e una bella invenzione, un'iniziativa geniale: quando ho letto il programma ho visto la mia vita di tifoso sportivo, che ripercorre il canovaccio di tutti questi anni".

 

Il Festival  e Trento raccolgono il pieno di consensi dal sottosegretario alla presidenza del consiglio con delega allo sport. 

 

"Gli atleti - prosegue - hanno accettato con entusiasmo di partecipare a questo momento, che penso possa diventare anche per il futuro una specie di agorà sportiva per confrontare le idee al fine di migliorare lo sport. E'importante prefigurarsi obiettivi ambiziosi che trova pieno riscontro nel record: un concetto bello perché è la sfida che una persona lancia a tutto il mondo

 

Il ministro allo sport si è soffermato anche sulla situazione del calcio italiano. "È stato perso tempo. Siamo arrivati all’anno zero - aggiunge il sottosegretario - un momento così disastroso che non si può che rimbalzare. La campana è suonata e tra qualche giorno spero che inizi una fase nuova anche per il calcio italiano: abbiamo milioni di praticanti e non è possibile avere risultati così deludenti per le squadre di vertice".

 

Un altro tema è quello delle Olimpiadi 2026, dopo il via libera del Cio a valutare la candidatura di Milano-Cortina. E le dichiarazioni del sottosegretario sono in contraddizione con quelle di Mirko Bisesti, il segretario provinciale della Lega, il quale aveva affermato che "invece di fare la quattro giorni di eventi sarebbe stato meglio lavorare alla possibile candidatura del Trentino alle Olimpiadi invernali del 2026" (Qui articolo). 

 

 In realtà il Trentino c'è nella proposta inviata al Cio (come terzo cluster dopo Cortina e Milano). "Un’opportunità e anche una sfida da raccogliere in senso sportivo. Necessario - conclude Giorgetti - un approccio sobrio e mirato: non è un'occasione per buttare via soldi in costi inutili, ma una circostanza nella quale lo sport trionfa e lascia un’eredità al Paese, come i giochi di Londra. Questa è la sfida che hanno raccolto Lombardia e Veneto, ma anche un po’ di Trentino. L’asticella è molto in alto, ma gli italiani in condizioni disperate riescono sempre a dare il meglio. Speriamo che possano essere un momento di rigenerazione per lo sport italiano e la nostra montagna”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 28 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 gennaio - 05:01
Sulla questione del personale sanitario no vax che ha ottenuto il green pass dopo essere guarito dal Covid è stato fatto un quesito al Ministero [...]
Cronaca
28 gennaio - 20:39
Straordinaria scoperta nel lago di Garda: negli ultimi giorni a largo di Salò è stata ritrovata un'imbarcazione di circa 9 metri con a bordo [...]
Cronaca
28 gennaio - 21:24
L'emergenza è scattata in Vallagarina. Allertati diversi corpi dei vigili del fuoco di zona. Le operazioni sono in corso nell'area produttiva di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato