Contenuto sponsorizzato

In Trentino, il 12 novembre 2018 si fa il bagno nel Lago di Garda

Mentre due settimane fa quelle rive erano sferzate da un vento devastante che aveva distrutto anche le spiagge della zona oggi delle signore si sono esibite in un tuffo molto fuori stagione

Foto di Marina Zanetti
Pubblicato il - 12 novembre 2018 - 17:18

RIVA DEL GARDA. Pochi giorni fa le sponde di quel lago erano sferzate da un vento terribile, veniva aperta la galleria Adige-Garda e 17 milioni di metri cubi di acqua e fango venivano deviati nel lago per salvare Verona e la Valpolicella da devastanti esondazioni dell'Adige.

 

E in altri anni, in questa parte di stagione, si ragionava già su possibili nevicate, si pensava al dicembre ormai alle porte e al Natale in arrivo tra poco più di un mese. Oggi, 12 novembre 2018, la scena che si mostrava a coloro che passeggiavano lungo le sponde di Riva del Garda, ancora ferite dall'ondata di maltempo che ha devastato anche il nostro territorio (compresa proprio Riva con la Spiaggia dei Sabbioni irriconoscibile dopo la tempesta, tra alberi sradicati e radici sollevate) era questa.

 

Un'immagine quasi felliniana con signore in costume intero e cuffietta ben posizionata in testa, che si lanciano da una piattaforma, noncuranti del periodo dell'anno, e del cartello che ne vieterebbe l'accesso. Ma d'altronde erano circa 17 gradi, un bel sole scaldava l'atmosfera e le acque del lago erano placide e tranquille, anche se in alcuni punti ancora molto torbide e segnate da quanto accaduto una decina di giorni fa.

 

Roba da Capri a fine stagione, e invece siamo in Trentino sulla sponda nord del lago di Garda. Altri piccoli segnali che qualcosa sta cambiando.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 dicembre - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 dicembre - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato