Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la novità del Natale sul Garda è la posa di due presepi subacquei: ''Un gesto di speranza semplice ma con grande impatto emozionale''

Le luminarie e le isole natalizie in centro storico sono già state allestite, ma la novità di quest'anno è la posa di due presepi nelle acque antistanti il porto e di Cisano. Questa iniziativa della Gas diving school prende le mosse domenica 6 e martedì 8 dicembre

Pubblicato il - 04 dicembre 2020 - 22:58

BARDOLINO. E' un momento complicato a causa dell'emergenza Covid-19, tante le limitazioni per fronteggiare la diffusione del contagio. Anche le festività natalizie vengono condizionate dalle restrizioni, gli impianti di risalita nelle località sciistiche sono destinati a restare chiuse in un periodo fulcro dell'inverno, i Mercatini di Natale sono saltati praticamente ovunque. Nonostante le difficoltà, Bardolino non vuole rinunciare all'atmosfera natalizia tra addobbi e iniziative a vario titolo.

 

In questo contesto la "Gas diving school", associazione di subacquei che già collabora con il Comune per l'apprezzatissimo appuntamento a sfondo ecologico "Fondali puliti", si conferma tra le realtà più attive e frizzanti dell'area del Garda. Le luminarie e le isole natalizie in centro storico sono già state allestite, ma la novità di quest'anno è la posa di due presepi nelle acque antistanti il porto e di Cisano. Questa iniziativa prende le mosse domenica 6 e martedì 8 dicembre.

 

"Dopo la positiva esperienza di 'Fondali puliti' volevamo fare qualcosa in più per Bardolino, un luogo che portiamo nel cuore – spiega Michele Girelli, istruttore e responsabile della Gas diving school –. Per questo motivo, pur tra mille difficoltà legate al momento particolare, siamo riusciti a trovare nell’amministrazione e nella Fondazione Bardolino Top i partner giusti per raggiungere l’obiettivo e dare un segnale di speranza in questo Natale, con un gesto tanto semplice quanto di grande impatto emozionale".

 

Il primo presepe che verrà immerso sarà quello di Bardolino e sarà visibile dal ponte che collega il porto alla piazza. Il secondo verrà posizionato nelle acque di Cisano e sarà visibile dalla piazzetta sul porto. Entrambe le opere misurano 2,5 metri in larghezza e 1 metro in altezza e rimarranno fino all’Epifania con l’idea di ripetere l’iniziativa anche nei prossimi anni.

 

"Sappiamo che sarà un Natale complicato, diverso, lontano da quello a cui eravamo abituati con il paese che si trasformava in un grande villaggio natalizio. Tuttavia – dice Lauro Sabaini, sindaco di Bardolino - non volevamo semplicemente far trascorrere i giorni che arriveranno in attesa di tempi migliori. Questa novità, unita agli addobbi e alle luminarie, ripagheranno in parte dell’assenza del mercatino e delle attività collegate".

 

Le natività saranno illuminate sott’acqua per l’intervento e il supporto dell’azienda 'ElettroB' di Castelnuovo del Garda, mentre l’iniziativa sarà finanziata in parte dal Comune e in parte da 'Girelli fratelli Alfa Romeo', il cui titolare è anche istruttore e responsabile formazione della Gas diving school.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

22 gennaio - 11:36

Cna-Shv, che da diversi mesi è solerte partner del Comune capoluogo per elaborare misure innovative per la consegna delle merci in centro (piattaforma di interscambio e cargo-bike) e nei quartieri (delivery point presso attività commerciali esistenti), insiste sulla necessità di rendere fluida l’attività dei corrieri e dei mezzi aziendali, e la mobilità in generale, ma non certo per agevolare alternative al preziosissimo commercio di vicinato”

22 gennaio - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no (QUI L’AGGIORNAMENTO E LA CONFERMA DELL’ERRORE DA PARTE DELL’APSS)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato