Contenuto sponsorizzato

Sarà a Riva del Garda il polo unico del turismo del Trentino. La Provincia: "Solo loro sono competitivi a livello internazionale"

La mozione di Walter Kaswalder approvata all'unanimità in Provincia. Roberto Pellegrini (Riva Fierecongressi): "Abbiamo avuto il coraggio di andare in controtendenza e rischiare: oggi i risultati pagano, ma non abbassiamo la guardia". E Trento? Ruolo di secondo piano

Di Luca Andreazza - 16 febbraio 2018 - 06:01

RIVA DEL GARDA. Riva del Garda caput mundi, o meglio trentino, del comparto fieristico. Questo quanto emerge nella mozione proposta da Walter Kaswalder e approvata all'unanimità in Provincia. "Un riconoscimento importante e che si inserisce all'interno delle linee guida a livello nazionale - commenta Roberto Pellegrini, presidente di Riva del Garda Fierecongressi - cioè lo stop al proliferare di enti, ma poi tutto dipende da noi e dalla capacità di restare competitivi e sul mercato".

 

E l'indicazione è netta: una decisione unanime che impegna la Giunta a promuovere il quartiere fieristico di Riva del Garda come unica realtà provinciale di respiro internazionale. "In questi anni - aggiunge il presidente - abbiamo avuto il coraggio di prendere determinate decisioni. Abbiamo avuto l'intuizione di andare in controtendenza, come nel caso di ExpoSchuh e ExpoRivaHotel, e tenere duro: ora i risultati ci premiano".

 

Riva del Garda Fierecongressi si è messa, infatti, controvento e prima ha aperto le porte al mercato cinese, quando invece quello italiano preferiva voltarsi dall'altra. "Ormai - prosegue il numero uno dell'ente fieristico - la Cina produce merce di qualità e domina interi settori merceologici: abbiamo rischiato, giocato in anticipo e questo comparto è decollato: oggi non può mancare a nessun appuntamento".

 

Un altro esempio è invece quello di ExpoRivaHotel, un punto di riferimento per il comparto dell'hotellerie. Ma l'ente non si è adagiato sugli allori per investire nei campi della formazione e guardare alle tendenze e anticipare il futuro dell'ospitalità. "Abbiamo puntato - conferma Pellegrini -  su quei valori immateriali che sono alla base del turismo".

 

L'amministrazione provinciale riconosce così a Riva del Garda la leadership nel settore per potenzialità, esperienza e caratteristiche per stare sul mercato a livello internazionale: le risorse si concentrano quindi sul lago e la realtà rivana assume il ruolo di polo unico.

 

E anche i numeri sono, infatti, da grandie L'ultimo fatturato di Riva del Garda Fierecongressi raggiunge quota di 14,2 milioni di euro e vede un segno 'più' rispetto al 2017, cioè +5%, ma crescono anche il numero di eventi. "A giugno - dice Pellegrini - ExpoRivaSchuh festeggia le novanta candeline e siamo pronti per lanciare Gardabags, una fiera nella fiera: un nuovo evento dedicato a borse e oggettistica".  

 

Ma non sarà l'unica novità. La Wind Garda Wind si sdoppia, quindi sta per prendere forma una manifestazione per il prossimo autunno. Ormai Riva del Garda Fierecongressi non teme il confronto con le grandi potenze italiane, come Rimini e Milano

 

"Siamo cresciuti tanto - conclude Pellegrini - in questi dieci anni. Ogni anno cerchiamo di rinnovare e innovare senza accontentarsi. Tutti i riconoscimenti sono da condividere: il 'dietro le quinte' della macchina organizzativa sono, infatti, una quarantina di donne e uomini che non si fermano mai e lavorano a ciclo continuo per aggredire e restare sul mercato, compreso quello internazionale".

 

Riva del Garda non è però solo fiere: i proventi derivanti dall'attività congressuale del 2017 registrano un +15% se confrontati con l’esercizio precedente, mentre è del 20% lo scostamento positivo rispetto al consuntivo 2015.

 

In attesa del prossimo record, intanto ecco i numeri del 2017 di Riva del Garda Fierecongressi: 81 gli appuntamenti congressuali per 545 partecipanti in media, 13 eventi fieristici, oltre 100 Paesi rappresentati, 3.886 aziende coinvolte e 200 mila presenze fieristiche e congressuali, ma anche 10,45 milioni di indotto fornitori.

 

E Trento? La mozione approvata non lascia dubbi: un ruolo di secondo piano. Forse unico caso in Italia di capoluogo che non possiede un centro fieristico di primo livello.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 febbraio - 08:20

Alla serata organizzata dal gruppo "Genitori e insegnanti per la cittadinanza attiva" sul futuro delle Pari opportunità la proposta di una dirigente scolastica: "Attrezziamoci per portare avanti comunque la promozione del rispetto e dell'uguaglianza". La prorettrice Poggio: "L'università continuerà a fare formazione"

21 febbraio - 09:47

Danni ingenti all'incrocio tra corso Rosmini e via Fontana a Rovereto: divelta una teca espositiva e vetri in frantumi. Nella vettura anche un'altra persona, nessun ferito. I passanti: ''Il mezzo finito proprio dentro la vetrina''

20 febbraio - 19:01

Il video mostra chiaramente cosa pensava il consigliere leghista prima di diventare presidente e cioè che per un decennio tutti abbiano mentito sul ritorno del lupo in Trentino (pensiero confermato dalla parlamentare Cattoi pochi giorni fa). Ora che è alla guida della Pat ha accesso a documenti e studi e può parlare con quegli stessi dirigenti che definiva con una ''impostazione ideologica''. Interrogazione di Ugo Rossi ''al fine di meglio tutelare l’immagine dell’istituzione che rappresenta''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato