Contenuto sponsorizzato

Tiger sta arrivando davanti al cinema Vittoria, Carpisa e Yamamay dove c'era Limoni

I manifesti del negozio danese di oggettistica sono apparsi in via Manci 89 laddove un tempo si trovava il negozio Demattè

Pubblicato il - 10 maggio 2018 - 11:17

TRENTO. Tiger sta arrivando. Lo avevamo annunciato qualche mese fa, oggi sembra diventato ufficiale. I manifesti sono apparsi in via Manci 89 laddove un tempo si trovava il negozio Demattè (spostatosi a 100 metri di distanza in via San Pietro). Come avevamo anticipato ancora in ottobre, la catena danese low cost Flying Tiger Copenhangen sarebbe sbarcata intorno a maggio davanti al Cinema Vittoria e da oggi la vetrina presenta l'arrivo del negozio. 

 

Tiger è un negozio iconico molto amato che vende prodotti di tanti generi diversi, dagli accessori per cellulari agli articoli per la casa fino ad arrivare a quelli riguardanti il tempo libero e l'ufficio. Poi ci sono i giocattoli, gli oggetti per uso quotidiano (come ombrelli, spazzole, spugne) rivisitati in chiave ironica e frizzante.

 

 

E con Tiger va a incastrarsi uno dei tasselli del puzzle degli esercizi commerciali della città. In via Oss Mazzurana laddove c'era la Limoni arriveranno Carpisa e Yamamay mentre sotto il portico di via del Simonino, dietro al Caffè Città, le vetrine promuovono la Residenza Einaudi, un nuovo immobile che si trova a Trento Sud, della Bima Immobiliare.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 marzo - 11:24

Preoccupa la variante sudafricana che è stata trovata in 15 comuni che per un'altra settimana avranno misure restrittive maggiori. Nelle ultime 24 ore sono aumentati di otto i pazienti ricoverati nei reparti ordinari degli ospedali 

07 marzo - 09:49

"Abbiamo una sede di 500 metri quadri coperti e un parcheggio privato di 18 posti auto con altri parcheggi vicini” ha spiegato l'Imam Aboulkheir Breigheche. Yassine Lafram, presidente dell'Unione delle Comunità Islamiche del nostro Paese: “Con grande sensibilità per il tema della sanità pubblica e un grande senso di appartenenza siamo disponibili a dare il nostro contributo per uscire tutti insieme al più presto da questa situazione”

07 marzo - 09:13

Secondo una prima ricostruzione l’auto, una Fiat Panda, guidata dal 35enne ha accidentalmente invaso la corsia opposta proprio mentre stava sopraggiungendo il furgone guidato dal fratello Manuel. L’impatto è stato terribile, nell’incidente ha perso la vita Amos Dalla Verde

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato