Contenuto sponsorizzato

Via libera al Bike Park di Trento: 380 mila euro per il collegamento tra il parco di Gocciadoro e del Montello

L'iniziativa promossa da Bozzarelli e Federciclismo e appoggiata da tantissime realtà sportive della città trova ora il fondamentale finanziamento. Permetterà di mettere in comunicazione i due parchi dando spazio alla mountain bike a Trento

Pubblicato il - 27 luglio 2018 - 06:01

TRENTO. Via libera al finanziamento del bike park di Gocciadoro e Montello. Sono stati stanziati, infatti, nella manovra di assestamento 380.000 euro per un'opera ritenuta strategica da associazioni e appassionati della mountain bike e dello sport all'aperto.  

 

Un progetto nato nella primavera del 2017 su input della consigliera del Pd Elisabetta Bozzarelli che si era fatta carico di portare all’attenzione della cittadinanza e della politica comunale la questione della valorizzazione del parco pubblico del Montello, sotto Mesiano, fino ad allora praticamente sconosciuto, tramite la predisposizione di un piccolo bike park con un tracciato di educazione e allenamento per la mountain bike e della necessità quindi anche di collegare il parco di Gocciadoro con quello del Montello.

 

Nel concreto l’obiettivo del progetto era quello di creare dei tracciati definiti e segnalati con l’implementazione di strutture artificiali in legno, come dossi di varie dimensioni o curve paraboliche. Inoltre l’iniziativa prevedeva anche delle piccole aree didattiche, da utilizzare per dei corsi d’avviamento all’educazione ciclistica e al miglioramento delle singole abilità sulle due ruote. Il tutto nel pieno rispetto della natura.

 

Infatti come spiegava tempo fa Bozzarelli a ilDolomiti, “i tracciati non andranno in nessun modo a inficiare la parte centrale del parco e a disturbare chi ha deciso di farsi una passeggiata. Le aree utilizzate sono quelle esterne, meno ‘trafficate’”. La proposta era nata grazie anche al consigliere della Federciclismo trentina Cristiano Mosca e aveva trovato subito d’accordo tutto il mondo del ciclismo cittadino ancora privo di una struttura dove poter effettuare educazione – addestramento – allenamento per i molti ragazzi che sono desiderosi di poter praticare questo sport in ascesa qual è la mountain bike.

 

E proprio questa crescita di attenzione è testimoniata dal successo dei corsi di mountain bike già svolti nel parco di Gocciadoro nei mesi di maggio e giugno, che verranno replicati  anche ad agosto e settembre e che vedono partecipare moltissimi giovani (http://www.tridentumbike.it/corso-bike-perragazzi/#more-2334). L'iniziativa aveva trovato il sostegno anche del Comitato trentino del Coni della Uisp e della Acsi, le federazioni che rappresentano la quasi totalità del mondo ciclistico provinciale, nonché le numerose società ciclistiche che gravitano sul territorio comunale, in primis Luca Bortolotti di Rideaway (rappresentante anche di Imba, associazione mondiale della mountanin bike e leader nel panorama della mountanin bike nonché organizzatore delle prove internazionali di enduro mountain bike a Terlago) e le storiche società del panorama ciclistico cittadino Forti e Veloci, Tridentum Bike (con l’istruttore Massimo Frizzera), Brao Caffè Unterthurner, nonché numerosi appassionati attenti al tema (Giorgio Cadin).

 

Il progetto è quindi approdato in Comune in Commissione Sport dove ha ricevuto ampio consenso sia tra la maggioranza che tra le opposizioni, con l'ok anche dei consiglieri leghisti Moranduzzo e Osele e del 5 Stelle Santini, e il supporto dell’assessore comunale ai lavori pubblici Italo Gilmozzi che, dopo una riunione ispettiva sul campo effettuata con tutta la Commissione Sport comunale, i soggetti proponenti, l’Assessore allo Sport Tiziano Uez, e i tecnici dei parchi comunali ha dato il via alla attività progettuale del collegamento.

 

E ieri sera il definitivo ok con messa a bilancio: ora con uno stanziamento di 380.000 euro sarà possibile avere un eccellente collegamento ciclo pedonale nel bosco tra i due parchi, tra la città e la prima collina di Trento e verso la futura pista di mountain bike al parco del Montello, che verrà realizzata senza troppe difficoltà in un secondo step anche con l'aiuto delle società sportive, consentendo anche di spostarvi in futuro l’attuale attività della mountain bike svolta nel parco di Gocciadoro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 novembre - 05:01

E' un po' presto per tirare le conclusioni. Il percorso verso dicembre è lungo e ci sono audizioni, emendamenti e votazioni in mezzo. Ma la manovra sembra piccola, molto piccola, rispetto alle possibilità e alle capacità del Trentino. Tante scelte e decisioni potrebbero essere rimandate al prossimo assestamento di bilancio

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato