Contenuto sponsorizzato

''Wikipedia 4 Refugees'', migranti impegnati nella traduzione di alcune voci della famosa enciclopedia online

Il progetto, nato dal basso dalla volontà di alcuni volontari, ha visto l'aiuto anche dei wikipediani del gruppo “Trentino-Alto Adige Wiki”

Pubblicato il - 06 gennaio 2018 - 19:06

TRENTO. Richiedenti protagonisti in un progetto di traduzione delle voci di Wikipedia dall'italiano alla propria lingua. Si chiama “Wikipedia 4 Refugees” l'iniziativa nata dal basso, da un gruppo di volontari impegnati in attività di solidarietà con richiedenti asilo e rifugiati e che ha visto a Trento un grande successo.

I richiedenti hanno tradotto nella propria lingua diverse voci che spaziano dalle norme del diritto internazionale in materia di protezione dei rifugiati ai temi di geografia e cultura locale ed educazione civica.

 

Si sono svolte 10 lezioni tenute da volontari con il supporto di alcuni mediatori linguistici. Il progetto è iniziato nel mese di ottobre 2017 a Trento e si è concluso in dicembre con la consegna degli attestati ai migranti partecipanti. “Wikipedia 4 Refugees” è un'iniziativa nata anche con il supporto dei wikipediani del gruppo “Trentino-Alto Adige Wiki”, del Cinformi e dell'Università di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 09:39

Attorno alle 9 una densa colonna di fumo si è alzata da una casa. Le fiamme hanno avvolto il tetto di un'abitazione a Verla di Giovo, in Val di Cembra. Sul luogo diversi corpi dei vigili del fuoco per domare l'incendio

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

20 ottobre - 08:35

Intervento notturno per il recupero di un escursionista: individuato grazie ai visori notturni e alla luce del cellulare. L’uomo aveva perso il sentiero per colpa delle neve

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato