Contenuto sponsorizzato

Dalla classica al pomodoro a quella alle verdure. Oggi è il World Pasta Day, Felicetti: ''La sua fortuna è la sua capacità di intercettare tendenze alimentari, culturali e sociali''

Il consumo di pasta nel mondo nell’ultimo decennio è più che raddoppiato. Con ricette e preparazioni che convincono tutti. La pasta si candida a diventare alimento ideale per sfamare un mondo sospeso tra malnutrizione e obesità. Si inserisce in questo percorso l’iniziativa benefica dei pastai italiani in favore della Comunità di Sant’Egidio, con una donazione di pasta sufficiente a garantire circa 100mila pasti caldi agli indigenti

Di Nereo Pederzolli - 25 October 2019 - 11:47

TRENTO. Un mondo di pasta, la pasta come il mondo. Oggi è la giornata dedicata a questa pietanza legata alla cultura alimentare più popolare e schietta espressione del gusto mediterraneo. Alimento variegato – per scelta delle farine come nella forma dei formati – quanto preciso nella sua affidabilità. Pasta nel mondo, per una diffusione capillare, promossa negli ambiti più prestigiosi anche da un pastificio decisamente Made in Trentino, vale a dire i Felicetti di Predazzo.

 

Un piatto di pasta riesce sempre a soddisfare l’appetito. Da condire a piacere, abbinandolo magari semplicemente con … la fantasia.  Del resto 9 italiani su 10 mettono la pasta nella loro regolare dieta e addirittura 1 su 3 la mangia quotidianamente, un pasto tutti i giorni.

 

Da 21 anni il 25 ottobre è il World Pasta Day. Per celebrarlo i pastai del Made in Italy hanno promosso una kermesse internazionale che non poteva che chiamarsi ‘Al dente’.  Per l’occasione alcune centinaia di ristoranti disseminati in tutti i continenti metteranno nel piatto pasta cucinata con ricette ispirate al futuro di questo alimento. Mirando all’evoluzione del cibo. Ecco perché l’hastag è proiettato verso il domani: #pasta2050.

 

Una sfida, ma anche delle certezze. Tra 30 anni la pasta sarà ancora alla base delle diete più salutari e diffuse. Spaghetti, fusilli, penne, maccheroni, paccheri o formati ancora più elaborati nel design, prodotti con farine tradizionali, magari integrali, di farro o con kamut, pure a base di legumi, ma sempre pasta in grado di soddisfare il palato, nelle esigenze più disparate, tra l’approccio ‘pop’ e l’esclusività di certi abbinamenti.

Secondo l’Unione Italiana Food , nel prossimo futuro si avranno almeno 6 nuove tendenze nel consumo di pasta. Grazie al fatto che risulta gustosa, sana, versatile, internazionale - ribadisce subito Riccardo Felicetti (neo Cavaliere del Lavoro) in qualità di Presidente dei Pastai italiani.

 

“Tendiamo a immaginare la pasta come un prodotto immutabile, in realtà questo piatto ha accompagnato nel tempo il cambiamento dei nostri stili di vita – spiega il manager di Predazzo. Se pensiamo a come mangiavamo la pasta 30 o 60 anni fa ci rendiamo conto di quanto siano cambiate ricette, occasioni di consumo, formati e porzioni. La fortuna della pasta nel mondo è dovuta proprio a come riesce a intercettare tendenze alimentari, culturali e sociali. Allo stesso tempo, si è evoluto anche il suo processo produttivo, con una crescente attenzione all’impatto ambientale e ai trend salutistici. Per questo abbiamo cercato di tracciare il futuro di questo alimento da qui al 2050, chiedendo a chef e appassionati di interpretarlo.

 

Come? Rispettando l’evoluzione del gusto, le scelte dettate da culture alimentari assolutamente variegate. Il consumo di pasta nel mondo nell’ultimo decennio è più che raddoppiato. Con ricette e preparazioni che convincono tutti. Tra conferme e stimoli verso il 2050.

 

Saldamente ancorata alla consuetudine la classica ‘pasta al pomodoro’, seguita dall’abbinamento di stampo etico – con verdure da colture ecosostenibili – senza tralasciare gli accostamenti più fantasiosi, quasi azzardati, tra ‘fusion’ di stampo globale o la pasta che punta a sorprendere anzitutto la vista oltre che il palato.  E ancora: un piatto sempre più essenziale, spartano quanto salubre, basato solo sulla qualità della pasta, cotta e gustata senza alcun condimento. Il tutto nell’ambito di consumi sempre più mirati, l’informazione precisa su origine del grano, sui criteri di produzione, pure sulle tecniche di cottura. Perché altrimenti verrebbe meno il motto ‘al dente’.

 

Il Word Pasta Day rinnova la determinazione dei Mastri Pastai di proiettare verso il domani questo atavico alimento ancora oggi rivoluzionario nel suo essere buono per il palato, per il Pianeta e per la salute di chi lo abita.

 

A questo proposito la pasta si candida a diventare alimento ideale per sfamare un mondo sospeso tra malnutrizione e obesità. Si inserisce in questo percorso l’iniziativa benefica dei pastai italiani in favore della Comunità di Sant’Egidio, con una donazione di pasta sufficiente a garantire circa 100mila pasti caldi agli indigenti, per una miriade di pasti da condividere nel segno della solidarietà, non solo alimentare.

 

Giornata di festa dunque e di sperimentazione. I Pastai invitano cuochi, massaie, esperti o semplici principianti, blogger e pasta lover, a partecipare ad una ‘spaghettata virtuale’ con l’hastag del giorno #pasta2050. Tutti potranno postare foto e video della loro idea di #pasta2050 in una giornata piena di tweet, eventi Facebook, Instagram moment.

 

Pasta dunque di festa e per la festa. Del resto l’essenza della pasta è passione, tradizione, condivisione, qualità, salute e sostenibilità.  E per dirla alla Federico Fellini: la vita è una combinazione di magia e pasta.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
24 June - 16:42
La senatrice ha interessato  i ministeri della Salute, del Lavoro e delle politiche sociali e della Giustizia. La giovane ginecologa di 31 [...]
Cronaca
24 June - 14:42
E' successo la scorsa notte e tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere del locale. Fortunatamente l'arrivo del titolare ha fatto scappare [...]
Ricerca e università
24 June - 15:37
Per la prima volta i ricercatori hanno usato gli organoidi realizzati in laboratorio, allo scopo di ricreare tessuto cerebrale tumorale in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato