Contenuto sponsorizzato

Dalla val di Fiemme a Vezzena e Cansiglio, la serie tv ''Undercut'' che documenta la sfida per recuperare il tesoro perduto delle Dolomiti

Quattro squadre di boscaioli del Triveneto cercano di salvare i boschi distrutti dalla tempesta Vaia. La serie in onda su Dmax

Pubblicato il - 04 June 2019 - 20:57

TRENTO. E' conto alla rovescia per la messa in onda di "Undercut-l'oro del legno", una nuova serie factual di Dmax, canale 52, sul lavoro dei boscaioli trentini nelle aree colpite dalla tempesta Vaia nell'ottobre scorso. Quattro episodi da un'ora ciascuno per parlare di un mondo sconosciuto e difficile.

 

E' ancora fresco, infatti, il ricordo di quella immane catastrofe che ha abbattuto in una sola notte oltre 14 milioni di alberi in tutte le Dolomiti orientali, ricordo che oggi, squadre di boscaioli altamente qualificate, stanno cercando di cancellare trasformando una tragedia in una opportunità economica per tutte le vallate colpite.

 

La serie, ideata e prodotta dalla casa di produzione trentina GiUMa con il sostegno di Trentino film commission, sarà trasmessa a partire da martedì 11 giugno alle 22.20 sul canale del gruppo Discovery dedicato all'universo maschile.

 

"Abbiamo voluto – spiegano i produttori di GiUMa – accendere un riflettore su questo lavoro pericolosissimo e affascinante e che da sempre muove una fetta importante dell'economia alpina, in un momento molto particolare come quello post tempesta Vaia. Una tragedia che la laboriosità e l'attaccamento al territorio di queste squadre di boscaioli, costituite in maggioranza da piccole aziende familiari, ha saputo trasformare in una grande opportunità di crescita e di sviluppo, ma che non è esente da rischi, sia fisici che d'impresa".

Girata in tempi record in pieno inverno con temperature fino a -20 gradi, "Undercut - l'oro di legno" ha seguito il lavoro di quattro squadre di boscaioli tra i boschi della Val di Fiemme e dell'Altipiano di Vezzena in Trentino, ma anche nel Cansiglio in Veneto.

 

Quattro troupe televisive per un totale di 8 settimane di ripresa hanno realizzato centinaia di ore di girato dirette da Mario Barberi di GiUMa produzioni, autore e regista del programma, insieme ad Angelo Poli (Pizza Hero, Cucine da incubo, Pechino Express).

 

Tra le penne che hanno curato lo script anche nomi importanti della televisione italiana come Davide Corallo (Master of photograpy, Andrea Bocelli Show) che ha supervisionato il progetto e Fabrizio Gasparetto (Quelli che…, Milano Roma, Sounds of the Dolomites).

 

Oltre al canale 52 del digitale terrestre, Dmax è visibile anche su Sky canale 170, 171 e Tivùsat Canale 28. La serie sarà disponibile in anteprima su Dplay plus dal 4 giugno e successivamente anche su Dplay (Qui info).


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
15 maggio - 13:06
Dalla  maestria del lavoro artigianale con la creazione e la decorazione di ceramiche con l'argilla bianca alla passione per il passato e alle [...]
Cronaca
14 maggio - 19:51
Nel suo ultimo blog l'ex rettore dell'Università di Trento riporta una serie di considerazioni sulla scelta di allungare la distanza tra la prima [...]
Società
15 maggio - 12:20
Ieri è stata consegnata l'opera di restauro della struttura palladiana alle autorità cittadine e dell'Ana: ''L’intervento iniziato alla fine [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato